Author: Lorenzo Centini

  • Thumbnail for the post titled: La funzione, i contenuti, la smania

    La funzione, i contenuti, la smania

    Una costante dello sviluppo intellettuale, sia dell’individuo che dei gruppi (partiti, think tank, associazioni, gruppi religiosi) fino alle istituzioni di pensiero collettivo (ideologie, filosofie, ecc) è passare dall’analisi contenutistica a quella formale degli eventi e delle strutture.

  • Thumbnail for the post titled: Aiutalo che Dio t’aiuta

    Aiutalo che Dio t’aiuta

    Chi sa un po’ di cose di Russia, anche ad un livello poco più che impressionistico, sa che l’establishment di Russia Unita e la classe dirigente espressa da Putin costituiscono, nella tassonomia politica russa, un elemento nazionalista ma moderato. Il governo di Putin, anche con i suoi elementi diciamo “tecnocratici” (Lavrov, Nabiullina, Mishustin, ecc) nel corso degli anni ha tenuto a bada elementi ben più radicali, intransigenti e lì sì davvero espansionisti.

  • Thumbnail for the post titled: Parla, un disfattista ti ascolta

    Parla, un disfattista ti ascolta

    Il disfattista, colui i cui discorsi cioè sono assolutamente privi di qualsiasi proposta o punto di discussione (o se ne hanno sono cosmetici, come quando inizi la frase con “Magari mi sbaglio”) è uno che non vede il mondo per ciò che è, cioè un sistema di sistemi in cui ogni cosa ha una ragione e ogni equilibrio, per quanto disfunzionale, è un equilibrio e si mantiene per un motivo.

  • Thumbnail for the post titled: Il partito americano, il partito cinese e il partito russo entrano in un bar e…

    Il partito americano, il partito cinese e il partito russo entrano in un bar e…

    Gli storici moderni e contemporanei, in particolare chi si occupa di paesi fuori dal perimetro occidentale puro, si imbattono spesso in gruppi politici che si definiscono “Partito di” con una potenza straniera.

  • Thumbnail for the post titled: La divina Intelligenza Artificiale

    La divina Intelligenza Artificiale

    Si potrebbero dire molte cose circa questi fenomeni. O anche non dirle e declassificare queste persone a spostati di cervello. Ma il modo forse più fecondo di fare alcune annotazioni è tentare di rispondere a due domande: da dove? E cos’è questa fede?

  • Thumbnail for the post titled: Altro che ambiente, abbiamo sovrasfruttato il futuro

    Altro che ambiente, abbiamo sovrasfruttato il futuro

    Quasi tutte le immagini che abbiamo di mondo sono nate, hanno prosperato e sono divenute ubique in tre condizioni:
    1) Costante crescita della popolazione
    2) Costante avanzamento tecnologico “disruptive”
    3) Costante apertura e integrazione economica

  • Thumbnail for the post titled: Democratici come sansone con tutti i filistei

    Democratici come sansone con tutti i filistei

    Quasi tutti i commentatori hanno messo debitamente in luce come opportuna strategia di comunicazione ucraina fosse allargare la narrazione della guerra in Ucraina, farla coincidere con i grandi temi, rendere la guerra in Ucraina come esempio di moltissime cose che potevano interessare trasversalmente le comunità nazionali.

  • Thumbnail for the post titled: La politica è il calcolo collettivo dei costi e delle opportunità

    La politica è il calcolo collettivo dei costi e delle opportunità

    Facciamo un piccolo esperimento mentale.
    Avete una azienda che vende, poniamo, vestiti. Avete iniziato con un solo negozio ma vi siete ingranditi, avete varato una linea di capi solo vostri, decidete di aprire più punti vendita.
    Quando andate ad aprirli vi rendete conto che vi si aprono due vie che, per comodità, estremizzeremo nei loro contorni.

  • Thumbnail for the post titled: Intuizioni di tolleranza. Riflessioni su una posizione di Jan Assmann

    Intuizioni di tolleranza. Riflessioni su una posizione di Jan Assmann

    Nel suo testo “Mosè l’egizio” Jan Assmann, insigne egittologo, mette in relazione la parabola terrena di Mosè e dell’Esodo con la stagione enoteistica iniziata (e finita) con Akhenaton in Egitto. Per Assmann la secessione di Mosè, il suo rifiuto della religione egizia e la successiva fuga dall’Egitto sono un modo con cui la cultura prima egiziana e poi ellenistica ha “criptato” lo shock della deforma iconoclasta di Akhenaton, nascondendo sotto la spoglia ebraica la parabola del Faraone che volle sopprimere almeno in parte il complesso Pantheon egizio.

  • Thumbnail for the post titled: Le favole della buonanotte ci rubano i neuroni

    Le favole della buonanotte ci rubano i neuroni

    La favoletta, scandita da quasi tutti i TG, per la quale negli Stati Uniti vi sarebbe una quasi totalità di persone contro la diffusione delle armi e una minuscola camarilla di senatori corrotti che bloccano ogni tentativo di normare il rilascio di armi, è un abominio razionale per due ragioni.