Biden invita gli americani a lasciare l’Ucraina: “Sarà una guerra mondiale”

image_pdfimage_print

di Luciano Lago

Il presidente degli Stati Uniti afferma che l’invio delle forze statunitensi per evacuare i cittadini del suo paese dall’Ucraina sarebbe una “guerra mondiale” e il Dipartimento di Stato americano invita gli americani che risiedono in Ucraina ad andarsene con mezzi commerciali o privati.

In una dichiarazione, il Dipartimento di Stato americano ha consigliato ai suoi cittadini di astenersi dal recarsi in Russia, sullo sfondo della crisi con l’Ucraina e dello scoppio del Corona virus. Ha anche rinnovato il suo avvertimento ai suoi cittadini di non recarsi in Ucraina, “a causa delle crescenti minacce dell’azione militare russa”.

La Russia ha respinto più di una volta le accuse occidentali sui preparativi per un “attacco militare” all’Ucraina e ha considerato queste accuse come un pretesto per il dispiegamento delle infrastrutture militari della NATO vicino ai confini russi.

Nota: L’Amministrazione Biden disconosce i tentativi diplomatici (fatti da Macron ed altri leader europei) di disinnescare la crisi e piuttosto incrementa l’isteria bellica con le sue dichiarazioni allarmistiche sull’invasione russa che si susseguono da mesi. A tal fine Washington, assieme al governi di Londra e Varsavia, continua ad inviare massicciamente tonnellate di armi, munizioni ed attrezzature in Ucraina e trasferisce truppe della NATO sia in Ucraina che nei paesi limitrofi. Questo accumulo di truppe e mezzi militari della NATO avviene mentre vengono lanciati moniti alla Russia perchè questa ritiri le truppe che si trovano sul proprio territorio, considerate una minaccia per l’Ucraina. Nel frattempo alcuni media occidentali (come Bloomberg) annunciano l’invasione russa già iniziata. Fin troppo evidente il tentativo ormai scoperto di Washington di trascinare la Russia nel conflitto per le finalità che Washington persegue in Europa.

Foto: G7 Press

12 febbraio 2022