Chi è Shahabaz Sharif?

image_pdfimage_print

di Grigory Budtsov

L’11 aprile il Pakistan ha eletto un nuovo primo ministro. Shahbaz Sharif è poco conosciuto al di fuori del suo paese, ma ha una reputazione di amministratore efficace piuttosto che di politico. 

 

Inizio di una carriera politica

Shahbaz Sharif è nato il 23 settembre 1951. Viene da un’influente famiglia kashmiri. Il padre di Shahbaz, Muhammad Sharif, era un importante industriale. La famiglia emigrò da Ananiag nel Kashmir al Pakistan all’inizio del ventesimo secolo a causa delle migliori condizioni commerciali e si stabilì nel Punjab. La famiglia della madre era originaria di Pulwama. Dopo la divisione dell’India e del Pakistan nel 1947, i genitori di Shahbaz emigrarono da Amritsar a Lahore.

Shahbaz non è l’unico figlio della famiglia. Ha due fratelli, Abbas Sharif e il famoso politico pakistano Nawaz Sharif. Nawaz ha servito come primo ministro del paese quattro volte, quindi Shahbaz è rimasto all’ombra di suo fratello maggiore all’inizio della sua carriera politica.

Da ragazzo, Shahbaz Sharif ha frequentato la scuola secondaria di Sant’Antonio a Lahore. Dopo la scuola, il futuro primo ministro ha studiato al Government College University, dove ha conseguito un Bachelor of Arts.

Dopo la laurea, Shahbaz Sharif entrò nell’azienda di famiglia Ittefaq e fu eletto presidente della Camera di Commercio e Industria di Lahore nel 1985. In seguito sarebbe diventato il proprietario di Ittefaq Group, un conglomerato di acciaio multimilionario.

Nel 2013, la fortuna di Shahbaz Sharif era di 336.900.000 Rs (circa 2 milioni di dollari).

Shahbaz Sharif ha iniziato la sua carriera politica nel 1988. È stato eletto all’Assemblea Provinciale del Punjab dalla circoscrizione P-122 come candidato di Islami Jamhuri Ittehad (JI). Nelle elezioni generali, Shahbaz ha ricevuto 22.372 voti e ha sconfitto il candidato dell’Awami Party of Pakistan. Tuttavia, il suo mandato terminò prematuramente nel 1990 quando l’assemblea fu sciolta.

Nello stesso anno, la storia si è ripetuta. Shahbaz è stato eletto all’assemblea provinciale del Punjab, ma da un’altra circoscrizione, PP-124 (Lahore-IX). Questa volta, l’avversario del futuro primo ministro, che correva per il partito IMI, era un candidato della Pakistan Democratic Alliance.

Ma allo stesso tempo, Shahbaz Sharif è stato eletto all’Assemblea Nazionale del Pakistan dalla circoscrizione NA-96 (Lahore-V). Ha quindi dovuto lasciare il suo posto nell’assemblea provinciale del Punjab e passare all’Assemblea Nazionale.

Poco dopo, è stato eletto leader dell’opposizione nell’assemblea provinciale del Punjab. Durante il suo mandato, Shahbaz stesso era in un altro paese, la Gran Bretagna, dove si stava sottoponendo a cure mediche. Mentre era assente, Chaudhry Pervaiz Elahi ha preso il suo posto come leader ad interim dell’opposizione nell’Assemblea del Punjab.

 

11 anni al potere

Shahbaz Sharif ha tenuto il posto di capo ministro del Punjab per il più lungo di tutti i suoi predecessori – 11 anni. Le sorti politiche del Pakistan sono cambiate drammaticamente diverse volte durante il suo regno. È rimasto in carica sotto il governo Nawaz del 1997, il regime del Pakistan People’s Party del 2008 e il governo della Pakistan Muslim League del 2013.

Shahbaz ha contribuito significativamente allo sviluppo delle infrastrutture nel Punjab, occupandosi di progetti di transito e centrali elettriche. Durante il suo regno, sono stati costruiti cavalcavia e sono state sostenute attivamente le aziende che rappresentano i servizi di transito. La gente del posto ha descritto il primo ministro del Punjab come un uomo devoto alla regione, determinato e capace di attuare rapidamente i mega progetti.

Ma allo stesso tempo, Shahbaz Sharif è stato il bersaglio di serie critiche. La gente del posto non ha gradito il suo insufficiente stanziamento di denaro per progetti di sviluppo non collegati alle strade e all’energia. Inoltre, il primo ministro ha concentrato un enorme potere nelle sue mani, per cui è stato spesso accusato di nepotismo e malaffare.

Nel settore stradale, Shahbaz Sharif ha realizzato diversi progetti significativi. Questi includono autobus espressi, o metro bus, a Lahore, a Multan e sulla rotta Rawalpindi – Islamabad; la costruzione di cavalcavia e altre strutture stradali nelle principali città.

Shahbaz ha pianificato ed eseguito una serie di ambiziosi mega progetti infrastrutturali, tra cui il primo moderno sistema di trasporto di massa del Pakistan nella sua città natale, Lahore, nell’est.

Nell’educazione, il futuro primo ministro è stato più modesto. Ha contribuito a fondare la Punjab Education Endowment Foundation. Nel settore energetico, Shahbaz Sharif è ricordato per una serie di iniziative. Questi includono il progetto energetico Nandipur e il parco solare Quaid-e-Azam. Per mantenere l’ordine pubblico in Punjab, Shahbaz ha lanciato i progetti Squadra Delfino e Città sicure. Durante lo scoppio della febbre dengue nella provincia, il primo ministro ha fatto un lavoro straordinario ed è stato in grado di affrontare la febbre in un breve periodo.

Ma nonostante questo, il regno di Shahbaz Sharif è ricordato anche per molti scandali. Il primo ministro è stato accusato di frode e corruzione. Si presume che Shahbaz abbia rubato il denaro stanziato per lo sviluppo di Model Town.

Secondo i media locali, Shahbaz Sharif ha ricevuto una lettera dal console generale cinese uscente che elogiava la sua controparte pakistana per la sua velocità nell’attuazione dei progetti nell’ambito delle iniziative del China-Pakistan Economic Corridor (CPEC).

I media locali hanno anche affermato che Shahbaz Sharif ha fatto campagna per la maggior parte del suo mandato per spodestare il primo ministro Imran Khan, un voto di sfiducia si è tenuto il 10 aprile 2022 e Imran Khan è stato rimosso dall’incarico, diventando il primo ministro del Pakistan ad essere rimosso dalla carica sulla base di un voto di sfiducia.

 

Superare la sua autorità

Shahbaz Sharif è stato coinvolto in casi finanziari e penali molto grandi. Nel 1999, Saeeduddin accusò Shahbaz di aver approfittato della sua carica e di aver permesso alla polizia di uccidere diverse persone, compresi i due figli di Saeeduddin.

Nel 2003, Shahbaz e altri cinque accusati hanno ricevuto un mandato di comparizione, ma Sharif non ha partecipato all’udienza perché era in esilio. Ha detto che ha cercato di tornare in Pakistan nel 2004 per essere processato, ma è stato deportato con la forza in Arabia Saudita in violazione degli ordini della Corte Suprema.

Shahbaz ha negato tutte le accuse e ha detto che era un caso motivato politicamente. È stato assolto nel 2008.

 

La corruzione è una questione di famiglia

Un altro caso di alto profilo ha avuto luogo il 28 settembre 2020. Il National Accountability Bureau ha arrestato Shahbaz Sharif. È stato accusato di riciclaggio di denaro per un valore di 41 milioni di dollari. Membri della famiglia e vecchi soci d’affari erano coinvolti nello schema.

Prima del caso, il Bureau ha congelato 23 proprietà di Shahbaz, suo figlio e altri membri della famiglia. L’ufficio ha sostenuto che i fondi annotati nella dichiarazione non erano sufficienti per comprare così tante proprietà. Si è sostenuto che la famiglia di Shahbaz Sharif ha effettuato transazioni nascoste per ottenere fondi stranieri. Allo stesso tempo, le transazioni avvenivano attraverso una società di proprietà del genero di Sharif. Il 14 aprile 2021 è stato rilasciato su cauzione dall’Alta Corte di Lahore.

Quali sfide dovrà affrontare Shahbaz Sharif?

Il 10 aprile 2022, Sharif è stato nominato dai partiti dell’opposizione come candidato a primo ministro dopo un voto di sfiducia nel primo ministro in carica Imran Khan. L’11 aprile 2022 ha prestato giuramento.

Shahbaz Sharif, a differenza di suo fratello Nawaz, mantiene relazioni amichevoli con i militari pakistani, che storicamente hanno controllato la politica estera e la difesa in Pakistan. 

Nessun primo ministro è stato in carica per un intero mandato di cinque anni dall’indipendenza del Pakistan nel 1947. I militari sono intervenuti tre volte nella politica del paese per cambiare il governo civile.

Shahbaz Sharif come primo ministro dovrà risolvere i problemi economici del paese. Il Pakistan si trova in una situazione molto difficile. La sua economia è stata colpita duramente da un’inflazione a due cifre, da una valuta nazionale in caduta libera e da riserve in valuta estera in rapida diminuzione. Il costo dei beni di prima necessità: cibo e carburante, sta salendo alle stelle.

Un sondaggio Gallup Pakistan pubblicato a gennaio ha mostrato che il 64% degli intervistati crede che l’inflazione sia il problema più grande per il paese e Shahbaz Sharif deve affrontare la situazione immediatamente.

Traduzione a cura di Lorenzo Maria Pacini

Foto: Geopolitica.ru

1° maggio 2022