Ci tengono concentrati su dicotomie esca: note dal bordo della matrix narrativa

image_pdfimage_print

di Caitlin Johnstone

Agli occidentali viene insegnato che i malvagi “regimi” stranieri non permettono ai loro cittadini di criticare il loro governo, mentre gli occidentali stessi vengono addestrati a non criticare mai il loro governo. Sono invece addestrati a criticare le dicotomie di facciata – false assurdità di parte – e non il vero potere.

Gli occidentali sono addestrati a criticare le azioni dell’altro partito o le convinzioni dell’altra fazione ideologica, mai le politiche estere o interne che sono pienamente sostenute da entrambi i partiti. La struttura di potere che mantiene il 99,9% delle stesse politiche indipendentemente dal partito ufficialmente in carica è il vero governo, ma gli occidentali sono addestrati a non guardare mai lì. Vengono invece addestrati a concentrarsi su un falso spettacolo di marionette a due mani.

Gli occidentali dicono: “Preferisco vivere qui che in Cina o in Russia, perché qui posso criticare il mio governo quando voglio!”. Ok, ma non è così. Non criticate il vostro governo. Critichi solo i burattini, e di solito solo i burattini del partito che non ti piace. Non criticate mai il vostro vero governo. Criticare il governo attuale significa attaccare la politica estera omicida sostenuta da entrambi i partiti. Attaccare le politiche interne autoritarie sostenute da entrambi i partiti. Attaccare i sistemi capitalistici di sfruttamento sostenuti da entrambi i partiti.

Gli occidentali sono addestrati a non farlo. Sono addestrati a credere che “criticare il proprio governo” equivalga a dire “Drumpf” o “Andiamo a Brandon”, mentre gli stessi programmi tirannici avanzano indipendentemente da chi siede alla Casa Bianca.

Gli occidentali sono “liberi” nello stesso modo in cui sono liberi i polli “ruspanti”; certo, la porta è tecnicamente aperta e possono tecnicamente uscire, ma sono condizionati a non farlo mai. La cosiddetta democrazia liberale occidentale pretende di offrire libertà, ma in pratica offre solo l’illusione della libertà. Utilizza la più sofisticata macchina di propaganda mai concepita per mantenere le persone intrappolate in un’esistenza di ciechi obbedienti giratori di ingranaggi mentre nella loro testa scorrono cartoni animati sulla libertà.

Il problema non è il “wokeismo”, il problema è che conversazioni importanti come il militarismo e l’imperialismo degli Stati Uniti si impantanano in ridicole conversazioni sul fatto che l’esercito statunitense sia troppo sveglio o non abbastanza sveglio, invece che sul fatto che stia uccidendo persone e minacciando il mondo intero. Impegnarsi in uno dei due lati del dibattito protegge gli impulsi peggiori delle persone più potenti e pericolose del mondo, perché sposta il mirino del controllo pubblico dai potenti all’altro lato della guerra culturale della “wokeness”. Questo sta accadendo dappertutto.

Un buon esempio è il modo in cui i repubblicani hanno portato avanti le agende più orribili dell’imperialismo statunitense, usando però l'”anti-wokeness” come agente di propaganda, come quando Jesse Kelly ha detto a Tucker Carlson che “non abbiamo bisogno di un esercito che sia favorevole alle donne. Non abbiamo bisogno di un esercito che sia gay-friendly, con tutto il rispetto per l’Air Force. Abbiamo bisogno di un esercito che sia apertamente ostile. Abbiamo bisogno di un esercito pieno di uomini di tipo A che vogliono sedersi su un trono di teschi cinesi”.

https://twitter.com/i/status/1472019332507090947

O quando Psycho Rubio ha detto: “Non abbiamo bisogno di un esercito che si concentri sull’uso corretto dei pronomi. Abbiamo bisogno di un esercito che si concentri sul far saltare in aria le portaerei cinesi”.

https://twitter.com/i/status/1562754102010200064

La guerra culturale dice che bisogna reagire alla retorica “anti-sveglia”. L’antimperialismo dice che si dovrebbe reagire al loro guerrafondaio onnicomprensivo. È difficile concentrarsi su entrambi. Questo viene sfruttato dai gestori dell’impero in una miriade di modi. Fanno in modo che la gente insegua dicotomie esca, in modo da non potersi concentrare sui potenti.

Passo 1: essere un progressista.

Fase 2: ignorare un problema importante a cui i progressisti dovrebbero opporsi.

Fase 3: continuare a ignorarlo finché le persone di destra non iniziano a prestarvi attenzione.

Fase 4: inquadrare l’opposizione al problema come una posizione di destra.

Vedi: Vedi brinkmanship nucleare, guerra per procura in Ucraina, Assange, Siria, censura di Internet, ecc.

Uno dei motivi per cui le persone sono così disinvolte nel rischiare una guerra nucleare è che si tratta di un concetto difficile da elaborare per la mente. Una guerra nucleare su larga scala non solo ucciderebbe tutti, ma impedirebbe a ogni altro essere umano che sarebbe nato nel futuro di esistere.

https://twitter.com/caitoz/status/1591972347619442688?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1591972347619442688%7Ctwgr%5E663355d5b88a175696cbe2d5e446045ec9472c34%7Ctwcon%5Es1_&ref_url=https%3A%2F%2Fthealtworld.com%2Fcaitlin_johnston%2Fthey-keep-us-focused-on-decoy-dichotomies-notes-from-the-edge-of-the-narrative-matrix

La guerra culturale dice che bisogna reagire alla retorica “contro la guerra”. L’antimperialismo dice che si dovrebbe reagire al loro guerrafondaio onnicomprensivo. È difficile concentrarsi su entrambi. Questo viene sfruttato dai gestori dell’impero in una miriade di modi. Fanno in modo che la gente insegua le dicotomie per non concentrarsi sui potenti.

Passo 1: essere un progressista.

Fase 2: ignorare una questione importante a cui i progressisti dovrebbero opporsi.

Fase 3: continuare a ignorarla finché la destra non inizierà a prestarvi attenzione.

Fase 4: inquadrare l’opposizione alla questione come una posizione di destra.

Vedi: Vedi brinkmanship nucleare, guerra per procura in Ucraina, Assange, Siria, censura di Internet, ecc.

Uno dei motivi per cui le persone sono così disinvolte nel rischiare una guerra nucleare è che si tratta di un concetto difficile da elaborare per la mente. Una guerra nucleare su larga scala non solo ucciderebbe tutti, ma impedirebbe a ogni altro essere umano che nascerà in futuro di esistere.

https://twitter.com/caitoz/status/1591533663497654273?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1591533663497654273%7Ctwgr%5E663355d5b88a175696cbe2d5e446045ec9472c34%7Ctwcon%5Es1_&ref_url=https%3A%2F%2Fthealtworld.com%2Fcaitlin_johnston%2Fthey-keep-us-focused-on-decoy-dichotomies-notes-from-the-edge-of-the-narrative-matrix

Chiunque cerchi di convincervi ad apprezzare una persona potente ha scambiato la propria mente con la dottrina del culto della personalità, sia che il suo eroe sia Bernie Sanders, AOC, Donald Trump, Tucker Carlson o Elon Musk. Fare proselitismo per i potenti è segno che il pensiero critico è stato abbandonato.

Pensateci: cosa ci guadagnerebbe una persona in più a provare sentimenti positivi nei confronti di Elon Musk o di un’altra figura potente? In che modo questo gioverebbe al mondo? Non è così, eppure le persone cercano costantemente di conquistare convertiti per loro, proprio come gli evangelisti che fanno proselitismo per la loro religione. Questo perché si concentrano sull’individuo, non sulla causa o sulle politiche che quell’individuo presumibilmente sostiene.

Chiunque cerchi di convincermi a sostenere un determinato obiettivo o prospettiva avrà il mio interesse se il suo caso è lucido e ben argomentato, ma chiunque cerchi di convincermi ad apprezzare un determinato individuo viene immediatamente liquidato come un automa senza cervello. So che non sentirò nulla di intelligente da loro.

Spingere le agende serve a quelle agende. Spingere gli individui serve solo a questi ultimi. Se vi interessa portare avanti una causa, allora portatela avanti. Non lasciatevi trascinare nella fossa di catrame propagandistica e assassina del pensiero del culto della personalità.

Le persone famose non sono vostre amiche, e innalzare i potenti serve solo al potere. Questo è particolarmente vero nella struttura di potere in cui viviamo attualmente, dove le uniche persone che possono arrivare in cima sono quelle che facilitano gli interessi del potere.

I registi possono indurvi a tifare per la foca o per l’orso polare semplicemente scegliendo quale dei due viene seguito dalla telecamera e inquadrato come protagonista. Allo stesso modo possono indurvi a tifare per i poliziotti, per un sistema legale corrotto o per un esercito imperialista.

Traduzione a cura della Redazione

Foto: Idee&Azione

17 novembre 2022

Seguici sui nostri canali
Telegram 
Facebook 
YouTube