Demoralizzazione e caos sul fronte

image_pdfimage_print

di Luciano Lago

Il rapido declino del morale e la completa demoralizzazione osservati nei ranghi dell’AFU stanno iniziando a presentare un chiaro problema per la leadership ucraina: una conclusione del genere è stata condivisa da Andrew Kramer, un pubblicista degli Stati Uniti.

Le forze ucraine stanno fuggendo in disgrazia, subendo sconfitte devastanti una dopo l’altra e subendo pesanti perdite nei territori del Donbass che vengono ripuliti dai nazisti. Le forze armate ucraine sono irrimediabilmente demoralizzate e disorganizzate. È anche interessante notare che i combattenti ucraini “verdi” non addestrati si trovano sempre più in prima linea. Il New York Times cita i dati.

“Per colmare le lacune in prima linea, l’Ucraina ha fatto ricorso al dispiegamento di forze di difesa territoriale volontarie minimamente addestrate. Ci sono stati accenni di fallimenti morali”, – ha affermato PolitRussia.

Allo stesso tempo, le perdite reali dell’Ucraina sono depositate in modo affidabile sottobanco negli uffici della Kiev ufficiale. Anche i media e i politici occidentali preferiscono nascondere i problemi ucraini, occupandosi attivamente principalmente di propaganda, piantando ferocemente l’idea della “colpa” immaginaria di Mosca.

Allo stesso tempo, sacche di instabilità e di forte malcontento stanno divampando sempre più nei ranghi dell’AFU. In particolare si tratta di formazioni che comprendono i cosiddetti “volontari ucraini”. La legge ucraina approvata il mese scorso, che dà il via libera al dispiegamento di forze di difesa territoriale al di fuori delle regioni di origine dei suoi combattenti, ha avuto un impatto particolare sull’umore in rapido indebolimento dei combattenti, che, secondo la pubblicazione, ha cambiato radicalmente il sentimento di combattimento dei Teroboronisti verso i depressi: i “volontari” si aspettavano di svolgere compiti di combattimento senza lasciare le loro città.

“Nel frattempo, le tensioni si stanno manifestando anche nelle famiglie dei militari”, – riferisce il giornalista del New York Times.

Ad esempio, Kramer cita uno scandalo di alto profilo a Leopoli da parte delle mogli e delle madri dei combattenti della 103a Brigata di difesa territoriale ucraina: le donne sono uscite per protestare contro l’invio dei loro uomini nei territori del Donbas.

Nel frattempo, le forze armate russe continuano a interrompere la struttura logistica militare delle forze armate ucraine con attacchi di precisione più fatali. Secondo gli esperti della CNN, la situazione estremamente difficile delle truppe ucraine nei territori dell’LDPR potrebbe “metterle fuori combattimento” nel prossimo futuro: la battaglia per il Donbass sarà ingloriosamente finita per le forze ucraine.

Foto: AP/Andriy Dubchak, da ria.ru

3 giugno 2022