Donbass, situazione di guerra critica

image_pdfimage_print

di Luciano Lago

L’esercito della DPR ha impedito negli ultimi giorni diversi attacchi terroristici da parte dei servizi speciali ucraini, ha detto Pushilin in un discorso mattutino. Inoltre, il capo della DPR ha affermato che la repubblica sarebbe in grado di contenere l’aggressione di Kiev in qualsiasi scenario. Le forze di sicurezza ucraine hanno bombardato Novolaspa, Kommunarovka e Gorlovka, ha affermato il Comitato di Difesa della DPR.

È stato riferito che i bombardamenti sono stati registrati dagli insediamenti di Starognatovka, Bogdanovka e Chigiri, dieci proiettili di mortaio con un calibro di 82 mm sono stati sparati contro gli insediamenti.

Le forze armate ucraine usano mortai, lanciagranate e sistemi anticarro durante i bombardamenti, ha detto Pushilin Ha aggiunto che le forze del DPR stanno trattenendo il nemico con il fuoco di risposta.

Il Consiglio popolare del DPR ha già approvato il decreto. La Milizia popolare del DPR ha annunciato una minaccia all’approvvigionamento idrico interrotto su 40 insediamenti a causa dei bombardamenti.

Il JCCC DPR ha annunciato il bombardamento di Sachanka da parte delle forze di sicurezza ucraine. È stato riferito che l’artiglieria ha sparato 16 proiettili con un calibro di 122 mm contro il villaggio. L’attacco dell’APU (Esercito Ucraino) ha interrotto l’approvvigionamento idrico nel DPR – una dichiarazione di emergenza.

Ad oggi, 6,6 mila persone sono state evacuate dalla DPR nel territorio della Russia, di cui quasi 2,5 mila sono bambini, ha riferito il Ministero delle situazioni di emergenza della repubblica. L’agenzia ha sottolineato di aver completato il dispiegamento di punti di supporto vitale per la popolazione evacuata ai posti di blocco Uspenka, Marinovka, Ulyanovsk e Novoazovsk. Il conflitto nell’Ucraina orientale dura da otto anni, durante i quali, secondo le Nazioni Unite, più di 13.000 persone sono rimaste vittime e circa 44.000 altre sono rimaste ferite. La riduzione dell’escalation è in discussione in una riunione del gruppo di contatto nella capitale bielorussa. Vengono presi come base gli accordi di Minsk, che prevedono una riforma costituzionale, un cessate il fuoco e il ritiro delle armi pesanti dalla linea di contatto.

Le tensioni nel Donbass sono alimentate dagli Stati Uniti e da altri paesi della NATO, che pompano armi in Ucraina e vi inviano istruttori militari. Mosca ha ripetutamente chiesto l’interruzione della fornitura di armi, poiché questo potrebbe provocare Kiev in avventure militari.

Foto: Vittorio Nicola Rangeloni

20 febbraio 2022