Giochi sotto copertura della Corona Britannica

image_pdfimage_print

di Sergey Atamanov

È generalmente accettato che gli Stati Uniti siano responsabili di tutti i problemi, tuttavia, a un esame obiettivo, si può vedere che sono solo i primi della lista. Il numero due che cerca di guadagnarsi il primo posto è il Regno Unito. Quest’ultimo sul territorio dell’ex URSS distribuisce i suoi agenti di influenza non solo in Russia, la sua cerchia di interessi comprende l’Asia centrale, dove il Kazakistan occupa un posto speciale. Per molti sarà una novità, ma l’Inghilterra era in Kazakistan nel 1904, quando furono affittate Spassko-Voskresensky, le miniere di rame Uspensky, la fonderia di rame Spassky, le miniere di carbone di Karaganda. Una partecipazione di controllo in queste imprese apparteneva a imprenditori anglo-francesi. Nel 1907, gli inglesi affittarono i giacimenti di rame di Dzhezkazgan. La stessa cosa accadde con le imprese di Ridder ed Ekibastuz, i giacimenti petroliferi di Emba.

Le più grandi società britanniche nell’economia kazaka sono:

  • British Gas (BG) è una società britannica che possiede il 32,5% del campo di Karachaganak e ha anche una partecipazione del 2% nel Caspian Pipeline Consortium;
  • La British Aerospace Systems (BAE) è una delle più grandi compagnie di armamenti al mondo. Possiede il 49% delle azioni di Air Astana. Sir Richard Evans, ex direttore esecutivo della BAE ed ex allievo della Royal Masonic School, è stato presidente del consiglio di amministrazione di Samruk Holding dal 2006 al 2008;
  • Royal Dutch Shell è una delle più grandi società al mondo, una società congiunta anglo-olandese. Possiede il 16,81% a Kashagan e il 40% a Zhemchuzhiny;
  • Hambledon Mining Plc è una società di estrazione dell’oro. La società sta attualmente sviluppando il giacimento aureo Sekisovskoye, con riserve di 1,8 milioni di once, con un possibile aumento fino a 2,5 milioni di once;
  • HSBC è una delle più grandi società finanziarie del mondo.
  • Royal Bank of Scotland Group Plc è una filiale di una delle maggiori banche inglesi. Non lavora nel commercio al dettaglio, fungendo da banca d’investimento e aziendale.

Inoltre, in Kazakistan è forte anche la posizione del British Council, che funge da dipartimento culturale presso l’ambasciata britannica in Kazakistan ed è co-fondatore della Kazakh-British Technical University.

A parte questo, è necessario notare il mercato finanziario, che è praticamente monopolizzato da Londra. La maggior parte delle più grandi società kazake, tra cui Kazakhmys PLC, ENRC, KazMunayGas Exploration Production JSC, KazakhGold Group Limited, Halyk Bank of Kazakhstan JSC, sono quotate alla Borsa di Londra.

Inoltre, dal 2006, l’ex presidente del Kazakistan N. Nazarbayev ha lanciato l’attuale progetto delle istituzioni di sviluppo kazako Samruk, Kazyna, l’Astana International Financial Center (AIFC), lanciato nel 2018. L’AIFC è “affilata” per servire capitali stranieri in Kazakistan. Questa idea è stata concordata tra Nursultan Nazarbayev e Jacob Rothschild. Ora quasi tutti gli ex “top” del Kazakistan, i suoi oligarchi mantengono i loro soldi nel Regno Unito, i loro figli studiano lì, il che crea una leva senza precedenti per Londra.

Lo conferma indirettamente la composizione dell’AIFC, rappresentata in maggioranza da sudditi di Sua Maestà:

  • Lady Barbara Judge, Presidente del Consiglio di Amministrazione del Comitato AIFC sulla Regolamentazione dei Servizi Finanziari;
  • Angela Knight, Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione;
  • Gregory Tanzer, membro non esecutivo del Consiglio di Amministrazione;
  • Daniel Haller, membro non esecutivo del Consiglio di Amministrazione
  • Dott. Akash Deep, membro non esecutivo del Consiglio di amministrazione;
  • Masood Ahmed, membro non esecutivo del Consiglio di amministrazione
  • Mark Holtzman, membro non esecutivo del Consiglio di amministrazione.

Nomi e cognomi possono dire poco, quindi spieghiamo:

Lady Barbara Judge è il presidente di Cifas, un’organizzazione no-profit britannica dedicata alla prevenzione delle frodi e della criminalità finanziaria. In precedenza ha ricoperto il ruolo di commissario (ministro) della US Securities and Exchange Commission e vicepresidente del Financial Reporting Board del Regno Unito (regolatore britannico del governo societario);

Masood Ahmed in precedenza ha ricoperto vari incarichi presso il Fondo Monetario Internazionale, è stato Direttore generale per la politica e lo sviluppo internazionale del Dipartimento per lo sviluppo internazionale del governo britannico;

Michael Blair Presidente dell’AIFC Legal Advisory Council, Senior QC di Bar 3 Verulam Buildings.

Integreremo l’elenco con Suma Chakrabarti, consigliere dell’attuale presidente del Kazakistan K. J. Toqaev. Ha gestito 1.200 dipendenti in Africa, Asia, Europa dell’Est, Caraibi e America Latina. L’8 dicembre 2009, è noto per aver testimoniato in The Iraq Inquiry, discutendo i preparativi per l’invasione dell’Iraq del 2003.

Non sorprende che dopo tale assistenza nella gestione delle finanze del paese, il Kazakistan sia diventato un “must” e gran parte di esso è appannaggio della Gran Bretagna:

La Gran Bretagna non è entrata solo nelle tasche della repubblica, se guardiamo la suddivisione dei tipi di attività delle società straniere che operano in Kazakistan, possiamo vedere che la seconda linea è occupata da “attività professionali, scientifiche e tecniche”:

Chiariamo che stiamo parlando del sistema educativo, che è responsabile della formazione della visione del mondo: dalla scuola all’università.

Il gruppo Anonymous afferma anche che il British Council (a proposito, espulso dalla Russia) opera attraverso il sistema educativo. Integriamo questo con il fatto che non si esaurisce con l’istruzione in sé, ma continua sotto forma di seminari per alti funzionari. Ad esempio, presso l’Accademia della pubblica amministrazione sotto il presidente del Kazakistan, “seminari dedicati alle complessità della riforma amministrativa, organizzati per i dipendenti dell’apparato delle divisioni strutturali dell’amministrazione presidenziale, l’Agenzia per gli affari della funzione pubblica, i segretari esecutivi del corpo dello Stato, capi delle amministrazioni degli akim di regione” si sono svolti sotto la guida di Jonathan Powell. Per riferimento – Powell era un confidente di Tony Blair, a volte occupando la terza, e talvolta la seconda linea nella classifica dei politici britannici, è direttamente correlato ai servizi speciali. Così, è diventato noto Jonathan Powell ha incontrato membri di gruppi terroristici operanti in Siria, tra cui il leader del gruppo terroristico Jabhat al-Nusra (un’organizzazione bandita in Russia). Sì, e lo stesso Tony Blair, che era un consigliere sia di Nazarbayev che del defunto Gheddafi, si è guadagnato il soprannome di “cavaliere sanguinario” per una ragione. È possibile che non senza la partecipazione della Gran Bretagna, con l’aiuto della Turchia da essa controllata, il tentativo di colpo di stato di gennaio sia stato compiuto in Kazakistan.

Una tale ipotesi può essere fatta dall’informazione che Mukhtar Ablyazov, che ha guidato il processo almeno nelle prime fasi del colpo di stato (a proposito, si trova a Kiev), è strettamente collegato alle banche britanniche Royal Bank of Scotland, Barclays HSBC.

I canali di informazione dell’opposizione 16/12 (Umitken Akhmetova, Lituania, Bota Jardemalie, Lyudmila Kozlovskaya), il canale BӘSE (Aydos e Natalya Sadykov) hanno alimentato il fuoco del colpo di stato. Nel profilo del canale Telegram di quest’ultimo, per la comunicazione con la coppia Sadykov, è indicato un telefono registrato in Ucraina: +38 050 659-01-62. Secondo il servizio Getcontact, questo numero è registrato negli account di altri soggetti come “Aidos Base”, “Dvk”, “Natalia” e “M. Ablyazov” (ricordiamo i collegamenti di Ablyazov con le banche britanniche).

Se parliamo di istruzione, secondo il sito ufficiale del British Council, nella regione operano numerosi programmi educativi. Si tratta, in particolare, del concorso scientifico per gli scolari Science Stars, Higher Education for Employability, che mira ad “aumentare il loro potenziale per prosperare nel mercato del lavoro globale”, FameLab, che “aiuta a sviluppare una nuova generazione di professionisti della comunicazione scientifica attorno al mondo.” In Kazakistan e Kirghizistan sono in corso progetti di “internazionalizzazione dell’istruzione superiore”.

Sulla base di file britannici declassificati dal gruppo di hacker Anonymous, inclusi i “Termini di riferimento per il contraente principale per garantire la diversità, l’equilibrio e l’alfabetizzazione dei media in Asia centrale” (include Kirghizistan, Kazakistan, Tagikistan, Uzbekistan e Turkmenistan), ci sono informazioni sulla creazione di una rete informativa focalizzata sul pubblico di lingua russa, con l’obiettivo di lavorare con le ONG, coprendo gli eventi nella prospettiva “necessaria”. Il progetto in Asia Centrale è supervisionato da:

Frank Williams (in base ai termini di riferimento ha una vasta esperienza nello sviluppo delle competenze dei media e delle ONG in Europa, Asia centrale e Russia. Frank è il presidente del Prague Media Skills Center, conduce un gran numero di seminari per giornalisti. Frank era responsabile per il mantenimento e lo sviluppo delle emittenti partner di rete per la trasmissione di programmi RFE/RL a livello locale nella Federazione Russa, Ucraina, Moldova, Kirghizistan e Kazakistan;

Tanya Bogdanova (gestore digitale di ZINC Network, l’area di attività di Tanya è “una profonda comprensione pratica della disinformazione del Cremlino”, “creazione di comunità mediatiche”).

Sotto la loro rigida guida, è stata creata Radio Free Europe/Radio Sloboda Kazakistan (RFE/RL-Kazakistan), che si è sviluppata non solo nella direzione radiofonica, ma ha anche un canale Telegram, YouTube, siti per ogni paese dell’Asia centrale (https:/ /rus.azattyq-ruhy.kz/societyhttps://www.azattyk.org/https://www.ozodi.mobi/), ora funziona sotto il nome “Azattyk” (nota: traduzione – “Popolo” ).

La gestione complessiva del progetto Radio Sloboda è affidata ad Abbas Javadi (Direttore Regionale dei Servizi dell’Asia Centrale di Radio Sloboda).

Sotto la sua guida generale, con la partecipazione diretta di Galym Bokash (direttore web del servizio kazako Azattyk), sono stati lanciati progetti: WiFi-25 con la promozione del razzismo e del sessismo, nonché un progetto congiunto con l’ONG Wikibilim per creare il Contenuto kazako di Wikipedia.

Anche dopo che le “pattuglie linguistiche” di Kuat Akhmetov (che si trova in Ucraina, mantiene stretti legami con il già nominato Ablyazov) sono state definite come per Ak-Orda una manifestazione di “nazionalismo delle caverne”, Radio Azattyk ha continuato a sostenerlo (Akhmetov). Dopo che Akhmetov è stato rimosso, il suo posto è stato preso da Adilzhan Abdugali, che si incontra regolarmente con i nazionalisti ucraini sul suo canale Youtube .

Radio Azattyk lavora a stretto contatto con le ONG occidentali come la Internet Society Kazakistan, guidata da Talgat Nurlybaev e altri.

La figura più “esposta” nello spazio mediatico anti-russo è Dosym Satpaev, pubblicista, editorialista di Forbes.Kasakistan ospite frequente del portale Azattyk. È stato lui a suggerire di compilare un elenco di “provocatori del Cremlino” a cui dovrebbe essere vietato l’ingresso nel paese. Satpayev è impegnato nella propaganda anti-russa con il sostegno della Fondazione tedesca Ebert, dell’Ufficio del programma dell’OSCE a Nur-Sultan, del British Institute for War and Peace Reporting e della Soros Foundation.

Oltre a questi, si sta attivamente manifestando il British Conflict, Stability and Security Fund (CSF), una delle cui attività è il reclutamento di mercenari per la guerra in Ucraina. In Kazakistan è impegnato nel sostegno finanziario allo sviluppo della “società civile”.

L’elenco continua con il British Institute for War and Peace Reporting (IWPR-IWPR). Ci sono due uffici regionali in Asia centrale, ad Almaty e Bishkek, e un rappresentante regionale in Uzbekistan.

Un’altra ONG britannica, International Alert, tiene incontri a porte chiuse con politici e attivisti per i diritti umani. Così, nel 2011, i media del Kirghizistan hanno riferito che International Alert ha tenuto un incontro con politici locali e attivisti per i diritti umani a Issyk-Kul.

Le agenzie di stampa hanno riferito: «Gli organizzatori dell’evento hanno fatto appello ai partecipanti al forum informale con una convincente richiesta di non divulgare i dettagli dell’incontro e l’essenza degli argomenti trattati». Tra gli altri, il rappresentante delle ONG Dinara Oshurakhunova, il futuro ministro dell’Economia nel governo del Kirghizistan Temir Sariev e il deputato Chynybay Tursunbekov sono intervenuti a quell’incontro. Inoltre, dal 2012 International Alert “previene” i conflitti in Asia centrale (sulla base della sezione “Obiettivo” di questo progetto, leggiamo: “Dare potere alle comunità lungo il confine tagiko-kirghiso, risolvere le controversie sul campo, insieme ad aumentare loro resistenza al nazionalismo e alla radicalizzazione”). Tuttavia, come sappiamo, il numero di conflitti, anche tra Kazakistan e Kirghizistan, Kirghizistan e Tagikistan, Kirghizistan e Uzbekistan, è in costante aumento.

I fondi elencati sono diventati i “padri fondatori” di numerosi partiti politici, i cui membri si sono ripetutamente espressi in modo molto aspro contro la Russia, tra cui l’Oyan Kazakistan, il Partito Democratico del Kazakistan ed El Tiregi. Pertanto, il rappresentante dell’Oyan Kazakistan, Dimash Alzhanov, è stato il coordinatore del programma del National Democratic Institute (NDI) statunitense bandito in Russia e un membro della missione di osservazione dell’OSCE in Ucraina nel 2014 (ricordate chi ha “fatto trapelare”, a favore delle Forze Armate Ucraine, le informazioni sul dispiegamento di personale militare DPR e LPR). Il leader del Partito Democratico del Kazakistan, il giornalista part-time Zhanbolat Mamai, è stato membro del Kiev Maidan nel 2014, ha promosso “colpire le ambizioni della Russia”. A proposito, Zhanbolat Mamai e Inga Imanbay (sua moglie) sono stati visti organizzare un corso di studi per nazionalisti kazaki a spese della Fondazione Soros, che è stato condotto dal radicale russo Alexander Potkin (Sasha Bely). Secondo le informazioni pubblicate sulla stampa (https://dialog.kz/comment/43157), il programma di formazione prevedeva l’organizzazione di scontri con la polizia.

El Tiregi non è lontano da loro: un movimento nazionalista radicale, che ha un legame con Kuat Akhmetov (pattuglia linguistica), ripetuti discorsi aggressivi contro la Russia da parte del leader del partito Nurzhan Altaev e Marat Mukhamedzhanov (l’ultimo colonnello generale di riserva che ha servito nel Ministero della Difesa del Kazakistan), che ha promesso di “seppellire nella steppa” i deputati della Duma di Stato di Russia (https://fishki.net/3912121-kazahskij-sojuz-veteranov-poobewal-polozhity-v-stepi-deputatov-rossijskoj- gosdumy.html).

Il colonnello Mukhamedzhanov non è solo, la sua linea è sostenuta dal colonnello di riserva Mukhtar Serkpaev (Presidente dell’Accademia delle Scienze Militari del Kazakistan), che sostiene la repressione contro la Russia (https://youtu.be/kdrYmF_CuYM).

Traduzione di Alessandro Napoli

Foto: Idee&Azione

26 luglio 2022