I missili contro gli Emirati Arabi Uniti sono un messaggio anche per gli israeliani

image_pdfimage_print

di Luciano Lago

Paura e sconcerto fra il seguito della scorta del presidente israeliano Herzog quando si sono avvertite le esplosioni nel cielo di Abu Dhabi. Riferiscono che il presidente è stato fatto stendere a terra e difeso dalla sua scorta armata. L’operazione delle forze armate yemenite negli Emirati Arabi Uniti, in coincidenza con la visita del presidente israeliano ad Abu Dhabi, ha nuove implicazioni, secondo i media israeliani.

Il corrispondente militare di Channel 13 israeliano, Or Heller, ha ritenuto che i tempi del recente attacco effettuato dalle forze armate in Yemen contro la capitale degli Emirati Abu Dhabi “portano un messaggio non solo agli Emirati, ma anche agli israeliani”.

E i media israeliani hanno ritenuto che “il momento dell’attacco ad Abu Dhabi durante la visita di Herzog rappresenti naturalmente un tentativo di sabotare la visita”, aggiungendo che “il presidente era in hotel quando è avvenuto l’attacco”.

E i media di occupazione hanno citato i rapporti degli Emirati, “attivando il sistema di difesa aerea in coincidenza con la visita di Herzog ad Abu Dhabi”.

La fonte ha indicato che “Herzog è stato informato sui dettagli dell’incidente ad Abu Dhabi e che la visita continuerà come previsto”, aggiungendo che “il presidente e la delegazione di accompagnamento non sono stati esposti ad alcun pericolo”.

Ieri, domenica, le forze armate yemenite hanno effettuato un’operazione militare su larga scala mirata alle profondità degli Emirati Arabi Uniti, la terza in meno di un mese.

L’operazione è stata lanciata in concomitanza con la visita del presidente israeliano Isaac Herzog negli Emirati Arabi Uniti e il suo incontro con il principe ereditario di Abu Dhabi, lo sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan, dove sono state discusse le relazioni bilaterali e regionali, comprese le operazioni yemenite negli Emirati Arabi Uniti.

Gli Emirati Arabi Uniti sperano di ricevere l’aiuto militare israeliano per fermare gli attacchi yemeniti, secondo il commentatore degli affari arabi di Canale 13 israeliano, il quale ha sottolineato che gli Emirati Arabi Uniti vedono “Israele” come qualcosa di più delle relazioni diplomatiche e politiche, e vogliono formare un’ “alleanza difensiva” con lo stato sionista.

Foto: La Notizia 

1° febbraio 2022