Il discorso di Xi Jinping per i 25 anni della restituzione di Hong Kong

image_pdfimage_print

di Giulio Chinappi

Il presidente cinese Xi Jinping ha pronunciato venerdì 1° luglio un discorso in occasione della celebrazione per il 25° anniversario del ritorno di Hong Kong alla madrepatria, svoltasi in concomitanza con l’insediamento del nuovo governo della Regione Amministrativa Speciale di Hong Kong.

 

Connazionali,

Cari amici,

Oggi siamo qui riuniti per celebrare questa grande occasione che segna il 25° anniversario del ritorno di Hong Kong alla madrepatria e per tenere la cerimonia inaugurale del sesto mandato di governo della Regione Amministrativa Speciale di Hong Kong (RASHK).

In primo luogo, vorrei porgere un sincero saluto a tutto il popolo di Hong Kong. Porgo anche cordiali saluti al nuovo capo esecutivo della RAS di Hong Kong per il sesto mandato, il sig. John Lee, ai principali funzionari del sesto mandato del governo della RAS di Hong Kong e ai membri del Consiglio esecutivo. E permettetemi di esprimere un sincero apprezzamento a tutti i nostri compatrioti sia in patria che all’estero, e agli amici internazionali per il loro sostegno alla causa di “un Paese, due sistemi” e per la prosperità e la stabilità di Hong Kong.

Negli oltre 5.000 anni di storia della civiltà cinese, i nostri antenati che lavoravano duramente nella terra a sud delle Cinque Creste rappresentano un capitolo importante. Nella storia della Cina moderna dopo la guerra dell’oppio nel 1840, l’umiliazione della cessione di Hong Kong è una pagina di dolore, e include anche la lotta del popolo cinese per la sopravvivenza del nostro Paese. Il secolo scorso è stato testimone di come il Partito Comunista Cinese ha unito e guidato il popolo cinese nei suoi magnifici sforzi per un futuro migliore, a cui i cinesi di Hong Kong hanno dato un contributo unico e significativo. Nel corso della storia, le persone a Hong Kong hanno sempre mantenuto uno stretto legame con la madrepatria, nel bene e nel male.

Il ritorno di Hong Kong alla madrepatria ha segnato l’inizio di una nuova era per la regione. Negli ultimi 25 anni, con il pieno sostegno del Paese e gli sforzi congiunti del governo della RAS di Hong Kong e di persone di ogni classe sociale a Hong Kong, il successo di “un Paese, due sistemi” ha ottenuto riconoscimenti in tutto il mondo.

Dal suo ritorno, Hong Kong, tra le monumentali riforme e gli sforzi di apertura della Cina, ha aperto nuovi orizzonti, fungendo da importante ponte tra la Cina continentale e il resto del mondo. Di conseguenza, ha dato un contributo insostituibile al miracolo economico del nostro Paese caratterizzato da una crescita a lungo termine, stabile e rapida. Integrandosi proattivamente nello sviluppo generale del Paese e ritagliandosi il proprio ruolo nelle strategie nazionali, Hong Kong ha mantenuto i suoi punti di forza nel suo alto grado di apertura e nell’allineamento con le regole internazionali. In tal modo, la regione ha svolto un ruolo importante nel portare l’apertura della Cina a un livello superiore con una copertura e una portata più ampie. Con aree in continua espansione e meccanismi abilitanti per la cooperazione e gli scambi di Hong Kong con la terraferma, le persone a Hong Kong hanno ora maggiori opportunità per fare business e ottenere risultati.

Dal suo ritorno, Hong Kong ha superato varie difficoltà e sfide e ha progredito costantemente. Che si tratti della crisi finanziaria globale, dell’epidemia di Covid-19 o dei disordini sociali, nessuno di questi ha impedito a Hong Kong di andare avanti. Negli ultimi 25 anni, l’economia di Hong Kong è stata prospera, il suo status di centro finanziario, marittimo e commerciale internazionale è stato mantenuto e le sue industrie scientifiche e tecnologiche innovative sono state in piena espansione. Hong Kong è rimasta una delle economie più liberali e aperte al mondo, ha anche mantenuto un ambiente imprenditoriale di prim’ordine, le sue leggi precedenti, inclusa la pratica del diritto comune, sono state mantenute e sviluppate, vari programmi sociali hanno compiuto progressi e la stabilità sociale generale è stata assicurata. In quanto cosmopolita, la vitalità di Hong Kong ha impressionato il mondo.

Dal suo ritorno, Hong Kong si è assicurata che il suo popolo godesse del proprio status di padrone della regione. Con la politica del popolo di Hong Kong che amministra Hong Kong e un alto grado di autonomia nella pratica, la regione è davvero entrata in un’era di democrazia. Negli ultimi 25 anni, l’ordine costituzionale di Hong Kong basato sulla Costituzione della Repubblica Popolare Cinese e sulla Legge fondamentale della RAS di Hong Kong è stato mantenuto in modo stabile e solido. La giurisdizione generale del governo centrale su Hong Kong è stata ben attuata e un elevato grado di autonomia nella regione è stato esercitato come avrebbe dovuto. È stata adottata la legge sulla sicurezza nazionale di Hong Kong, che ha stabilito il sistema legale per salvaguardare la sicurezza nazionale nella regione. Il sistema elettorale di Hong Kong è stato modificato e migliorato, concretizzando così il principio che Hong Kong dovrebbe essere amministrata da patrioti. Il sistema democratico della Regione Amministrativa Speciale è conforme sia al principio “un Paese, due sistemi” che allo status costituzionale della regione. Tutto questo è nell’interesse dei diritti democratici dei residenti di Hong Kong e della prosperità e stabilità della regione, assicurando un futuro radioso per la regione.

 

Connazionali,

Cari amici,

“Un Paese, due sistemi” è un’innovazione senza precedenti. Il suo scopo fondamentale è salvaguardare la sovranità, la sicurezza e gli interessi di sviluppo della Cina e mantenere la prosperità e la stabilità a lungo termine a Hong Kong e Macao. Tutto ciò che il governo centrale ha fatto è a vantaggio di Hong Kong e Macao, per il benessere di tutti i residenti delle due regioni e per il futuro dell’intero Paese. Nella riunione che celebra il 20° anniversario del ritorno di Hong Kong alla madrepatria nel 2017, ho affermato che il governo centrale, nell’attuazione del principio “un Paese, due sistemi”, avrebbe mantenuto due punti chiave: in primo luogo, il governo centrale rimarrà risoluto nell’attuazione del principio, e non cambierà o tentennerà su questa posizione; e in secondo luogo, il principio sarà attuato esattamente come originariamente inteso. Oggi vorrei sottolineare ancora una volta che il principio “un Paese, due sistemi” è stato ripetutamente testato nella pratica. Serve gli interessi fondamentali non solo di Hong Kong e Macao, ma anche dell’intero Paese e della nazione. Ha ottenuto un ampio sostegno da oltre 1,4 miliardi di cinesi, inclusi i residenti di Hong Kong e Macao. È anche ampiamente accettato dalla comunità internazionale. Non c’è motivo per noi di cambiare una politica così buona e dobbiamo rispettarla a lungo termine.

 

Connazionali,

Cari amici,

Una rassegna del passato può illuminare la strada da seguire. La pratica di “un Paese, due sistemi” a Hong Kong ci ha lasciato sia una preziosa esperienza che una profonda ispirazione. Ciò che è stato fatto negli ultimi 25 anni ci dice che solo se abbiamo una comprensione profonda e accurata delle leggi che guidano la pratica di “un Paese, due sistemi”, possiamo assicurarci che la nostra causa avanzi nella giusta direzione in modo solido e maniera sostenuta.

In primo luogo, dobbiamo attuare pienamente e fedelmente il principio di “un Paese, due sistemi”. Questo principio incarna un sistema completo. La sua massima priorità è salvaguardare la sovranità nazionale, la sicurezza e gli interessi di sviluppo. Con questo come prerequisito, Hong Kong e Macao possono mantenere inalterati a lungo i precedenti sistemi capitalisti e godere di un alto grado di autonomia. Poiché il sistema socialista è il sistema fondamentale della Repubblica Popolare Cinese e la leadership del Partito Comunista Cinese è la caratteristica distintiva del socialismo con caratteristiche fondamentali cinesi, tutti i residenti nelle RAS dovrebbero volontariamente rispettare e sostenere il sistema del Paese. L’attuazione completa e precisa del principio “un Paese, due sistemi” aprirà prospettive generali per lo sviluppo di Hong Kong e Macao. Quanto più fermamente verrà rispettato il principio “un Paese”, maggiore sarà la forza che i “due sistemi” sprigioneranno per lo sviluppo delle RAS.

In secondo luogo, dobbiamo difendere la giurisdizione complessiva del governo centrale assicurando al contempo l’alto grado di autonomia delle RAS. Dal ritorno di Hong Kong alla madrepatria, questa regione è stata reintegrata nel sistema di governance cinese ed è stato stabilito un ordine costituzionale con il principio “un Paese, due sistemi” come linea guida fondamentale. La giurisdizione del governo centrale sulle RAS è alla base del loro elevato grado di autonomia e tale autonomia conferita dalla legge è pienamente rispettabile e salvaguarda risolutamente il governo centrale. Solo quando l’applicazione della giurisdizione complessiva del governo centrale combacia con il raggiungimento di un elevato grado di autonomia nelle RAS, le RAS possono essere ben controllate. Le RAS sostengono il sistema guidato dall’esecutivo. I rami esecutivo, legislativo e giudiziario svolgono i loro compiti in conformità con le leggi fondamentali e altre leggi pertinenti. L’esecutivo e gli altri rami si controllano, si equilibrano e cooperano tra loro mentre esercitano il proprio potere in modo indipendente.

In terzo luogo, dobbiamo garantire che Hong Kong sia amministrata da patrioti. È una regola politica universale che un governo debba essere nelle mani dei patrioti. Non c’è Paese o regione al mondo in cui il popolo permetterà a una forza o figura non patriottica o addirittura traditrice di prendere il potere. Il governo della RAS di Hong Kong deve essere tenuto al sicuro nelle mani di coloro che amano il Paese. Questo è un requisito essenziale per la prosperità e la stabilità a lungo termine di Hong Kong e non deve essere compromesso in nessuna circostanza. Mettere il potere di governo nelle mani giuste significa salvaguardare la prosperità e la stabilità di Hong Kong, nonché gli interessi immediati di oltre 7 milioni di persone nella regione.

In quarto luogo, dobbiamo mantenere lo status e i vantaggi distintivi di Hong Kong. Il governo centrale ha sempre gestito gli affari di Hong Kong da una prospettiva strategica e globale, tenendo in considerazione gli interessi fondamentali e a lungo termine di Hong Kong e del Paese nel suo insieme. Gli interessi fondamentali di Hong Kong sono in linea con quelli del Paese e il governo centrale e i connazionali di Hong Kong condividono le stesse aspirazioni. Lo stretto legame di Hong Kong con il mercato mondiale e il forte sostegno della madrepatria sono i suoi vantaggi distintivi. Tali condizioni favorevoli sono apprezzate dalla popolazione di Hong Kong e anche dal governo centrale. Il governo centrale sostiene pienamente Hong Kong nei suoi sforzi per mantenere il suo status distintivo, per migliorare la sua presenza come centro finanziario, marittimo e commerciale internazionale, per mantenere il suo ambiente imprenditoriale libero, aperto e regolamentato e per mantenere la common law, così da ampliare e facilitare i suoi scambi con il mondo. Nel viaggio verso la costruzione di un moderno Paese socialista a tutti gli effetti e la realizzazione del ringiovanimento della nazione cinese, il governo centrale crede che Hong Kong darà grandi contributi.

 

Connazionali,

Cari amici,

I compatrioti di Hong Kong non sono mai stati assenti nel processo in cui il popolo cinese e la nazione cinese hanno realizzato la grande trasformazione dal rialzarci in piedi al diventare prosperi e infine diventare forti. Dal caos al buon governo, Hong Kong sta entrando in una nuova fase per diventare più prospera. I prossimi cinque anni sono importanti per Hong Kong per aprire nuovi orizzonti e compiere un altro balzo in avanti. Sebbene ci siano sia opportunità che sfide, le opportunità superano le sfide. Il governo centrale e le persone di tutti i settori della società di Hong Kong si aspettano molto dal governo della RAS di Hong Kong appena inaugurato. Persone di tutti i gruppi etnici in tutto il Paese desiderano che Hong Kong abbia prospettive promettenti. Per Hong Kong ho quattro proposte.

In primo luogo, Hong Kong dovrebbe migliorare ulteriormente la propria governance. Per promuovere lo sviluppo della RAS di Hong Kong, è urgente migliorare il sistema di governance, la capacità di governance e l’efficienza di Hong Kong. Il capo esecutivo e il governo della RAS di Hong Kong al posto di guida sono i primi ad essere ritenuti responsabili della governance della regione. Gli amministratori di Hong Kong dovrebbero adempiere ai propri impegni, concretizzare il principio “un PPaese, due sistemi” con azioni concrete, sostenere l’autorità della Legge fondamentale della RAS di Hong Kong e dedicarsi allo sviluppo della regione. Il personale per cariche pubbliche dovrebbe essere valutato sia in termini di capacità che di integrità politica prima di essere assunto. Professionisti che amano sia la madrepatria che Hong Kong con forti capacità di governance e passione per servire il popolo dovrebbero essere assunti come personale governativo. Gli amministratori di Hong Kong devono avere una nuova visione della madrepatria e una visione internazionale per elaborare piani di sviluppo migliori per la regione da una prospettiva generale e a lungo termine. Hanno bisogno di trasformare i loro concetti di governance per bilanciare la relazione tra governo e mercato in modo che un governo capace serva un mercato efficiente. Il governo della RAS di Hong Kong deve rafforzare l’autogoverno e migliorare la propria condotta per assumersi meglio le proprie responsabilità e fornire prestazioni migliori nel fornire stabilità e prosperità a Hong Kong.

In secondo luogo, Hong Kong dovrebbe continuare a creare un forte impulso alla crescita. Con il suo status speciale, Hong Kong gode di buone condizioni e di ampi spazi di sviluppo. Il governo centrale sostiene pienamente Hong Kong nel suo sforzo di cogliere le opportunità storiche offerte dallo sviluppo della Cina e di integrarsi attivamente con il 14° Piano quinquennale (2021-25) e altre strategie nazionali come lo sviluppo dell’Area della Grande Baia Guangdong-Hong Kong-Macao e la cooperazione Belt and Road di alta qualità. Il governo centrale sostiene pienamente Hong Kong nello svolgimento di scambi più ampi e in una stretta cooperazione con il resto del mondo e nell’attrarre imprenditori con il sogno di realizzare le loro ambizioni a Hong Kong. Il governo centrale sostiene pienamente Hong Kong nell’adozione di misure attive ma prudenti per far avanzare le riforme e smantellare le barriere degli interessi costituiti al fine di sbloccare l’enorme creatività e potenziale di sviluppo della società di Hong Kong.

In terzo luogo, Hong Kong dovrebbe affrontare seriamente le preoccupazioni e le difficoltà del popolo nella vita quotidiana. “Coloro che godono dei benefici e della gioia di tutto il popolo dovrebbero anche condividere i loro oneri e preoccupazioni”. Come ho detto una volta, l’aspirazione del popolo a una vita migliore è ciò per cui lottiamo. Attualmente, la più grande aspirazione del popolo di Hong Kong è quella di condurre una vita migliore, in cui avranno alloggi più dignitosi, più opportunità per avviare un’attività in proprio, una migliore istruzione per i propri figli e cure migliori nei loro anni del crepuscolo. Dovremmo rispondere attivamente a tali aspirazioni. Il governo della RAS di Hong Kong appena inaugurato dovrebbe essere pragmatico, essere all’altezza di ciò che il popolo si aspetta da esso e considerare le aspettative dell’intera società, in particolare dei cittadini comuni, come ciò che dovrebbe realizzare per prima cosa. Dovrebbe essere più coraggioso e adottare misure più efficaci per superare le difficoltà e andare avanti. Dovrebbe garantire che tutti i cittadini di Hong Kong condividano in modo più completo ed equo i frutti dello sviluppo in modo che ogni residente sia convinto che, se lavori sodo, puoi migliorare la tua vita e quella della tua famiglia.

In quarto luogo, il popolo di Hong Kong dovrebbe collaborare per salvaguardare l’armonia e la stabilità. Hong Kong è la casa di tutto il suo popolo e l’armonia in una famiglia porta successo in ogni cosa. Attraverso prove e tribolazioni, ora sentiamo vivamente che Hong Kong non può sopportare il caos e non permetterà di averne, e sentiamo anche profondamente che lo sviluppo di Hong Kong non consente ritardi. Dobbiamo sbarazzarci di qualsiasi interferenza possa esserci per concentrare la nostra attenzione sullo sviluppo della regione. Tutti a Hong Kong, indipendentemente dalla professione e dalle convinzioni personali, possono essere una forza positiva e fare la propria parte per lo sviluppo della regione purché supportino veramente il principio di “un Paese, due sistemi”, amino Hong Kong e si attiene alla Legge fondamentale e alle leggi della Regione Amministrativa Speciale.

La mia speranza è che tutti i miei connazionali a Hong Kong portino avanti i valori tradizionali, che sono caratterizzati dall’amore tradizionale sia per la madrepatria che per Hong Kong come nucleo, e sono conformi al principio di “un Paese, due sistemi”, e che continueranno a seguire le belle tradizioni dell’inclusività, cercando un terreno comune, mettendo da parte le differenze e mantenendo uno spirito inflessibile e il coraggio di lottare per il successo nell’ottica di creare un futuro migliore.

Dobbiamo dare un amore e una cura speciali ai giovani. Hong Kong prospererà solo quando i suoi giovani prospereranno; Hong Kong si svilupperà solo quando i suoi giovani raggiungeranno uno sviluppo completo; e Hong Kong avrà un futuro radioso solo quando i suoi giovani avranno buone prospettive di carriera. Dobbiamo guidare i giovani ad essere profondamente consapevoli delle tendenze sia in Cina che nel mondo e aiutarli a coltivare un senso di orgoglio nazionale e la loro consapevolezza del loro status di padroni del Paese. Dobbiamo aiutare i giovani con le loro difficoltà nello studio, nel lavoro, nell’imprenditorialità e nell’acquisto di alloggi, in modo che si creino maggiori opportunità per il loro sviluppo e la loro realizzazione. Ci auguriamo che tutti i giovani di Hong Kong si dedichino a costruire Hong Kong come una casa migliore, scrivendo un capitolo sincero della loro vita con la gioventù appassionata.

 

Connazionali,

Cari amici,

Come recita una poesia cinese, “Vorrei prendere in prestito un paio di ali dalla gru per salire verso il cielo”. Il ringiovanimento nazionale della Cina è diventato un’inevitabilità storica e la pratica di successo di “un Paese, due sistemi” a Hong Kong è una parte importante di questo processo storico. Crediamo fermamente che, con il forte sostegno della madrepatria e la solida garanzia fornita dal principio “un Paese, due sistemi”, Hong Kong creerà sicuramente una splendida impresa nel viaggio verso l’obiettivo del secondo centenario di trasformare la Cina in un moderno Paese socialista a tutti gli effetti, e condividerà la gloria del ringiovanimento della nazione cinese insieme al popolo nel resto del Paese.

Pubblicato su World Politics Blog

Foto: agi.it

6 luglio 2022