Il presidente Tokayev approva il piano d’azione nazionale per attuare il discorso sullo stato della nazione del 2022

image_pdfimage_print

di Redazione

Nur-Sultan, 18 aprile 2022 – Il Presidente della Repubblica del Kazakistan Kassym-Jomart Tokayev ha decretato di approvare il piano d’azione nazionale per attuare i punti programmatici enucleati nel suo discorso sullo stato della nazione del 16 marzo “Nuovo Kazakistan: il percorso del rinnovamento e della modernizzazione”.

Come ricordato in precedenza dal Presidente, l’attuazione delle iniziative delineate nel discorso sullo stato della nazione richiederà circa 30 emendamenti alla Costituzione e l’adozione di oltre 20 leggi entro la fine dell’anno. Mentre la maggior parte delle modifiche sarà attuata entro dicembre 2022, numerose modifiche alla legislazione e alla Costituzione saranno apportate durante tutto l’anno, compresi i mesi di aprile corrente, e giugno e agosto prossimi venturi.

Il piano, approvato con decreto presidenziale 29 marzo, non solo fissa scadenze concrete per l’attuazione delle riforme attraverso vari atti normativi, ma definisce anche chiare responsabilità degli organi statali per il rispetto di tali scadenze.

Il piano copre dieci aree chiave, inizialmente delineate nell’indirizzo. Tra esse si possono segnalare come particolarmente importanti la limitazione dei poteri del Presidente, inclusa la cessazione della sua appartenenza a un partito politico per il periodo del mandato, il divieto per i parenti stretti del Presidente in carica di ricoprire posizioni di rilievo di funzionari politici e posizioni di rilievo presso il quasi-settore pubblico, ecc. Un altro settore importante è il miglioramento del sistema elettorale, che include il passaggio a un sistema elettorale misto. Saranno inoltre apportate modifiche alla legislazione per ampliare le opportunità di sviluppo del sistema dei partiti nel Paese, inclusa la semplificazione delle procedure di registrazione dei partiti politici.

Saranno inoltre apportate modifiche alla Costituzione per modernizzare e migliorare il processo elettorale. Inoltre, il Piano nazionale delinea misure per rafforzare le istituzioni per i diritti umani attraverso modifiche alla legislazione e alla Costituzione, che si tradurranno nell’istituzione della Corte costituzionale, nell’ampliamento delle categorie di casi sottoposti a processo con giuria, competenza esclusiva della Procura generale Ufficio per i casi di tortura, tra molte altre importanti iniziative.

Come delineato nel discorso sullo stato della nazione, altre aree che subiranno importanti riforme includono il miglioramento della competitività dei media e il rafforzamento del ruolo delle istituzioni della società civile, il miglioramento della struttura amministrativo-territoriale del Kazakistan, il decentramento e la delega di maggiori poteri al governo locale, nonché l’attuazione di misure prioritarie anticrisi. Quest’ultimo comporta l’adozione di misure per prevenire la carenza e l’aumento dei prezzi dei generi alimentari e lo sviluppo di un nuovo pacchetto di riforme strutturali dell’economia e della pubblica amministrazione.

Il decreto, che è datato 29 marzo, rileva inoltre che il Governo riferirà per la prima volta sull’attuazione del Piano nazionale all’amministrazione del Presidente del Kazakistan entro il 25 gennaio del prossimo anno.

 

Per riferimento:
Il 16 marzo 2022, il Presidente Tokayev ha pronunciato il suo discorso alla nazione, “Nuovo Kazakistan: la via del rinnovamento e della modernizzazione”. Il capo dello Stato ha delineato importanti riforme politiche e iniziative volte a trasformare e modernizzare ulteriormente il Paese. Queste riforme costituiscono la base di un Nuovo Kazakistan e si stanno costruendo sui precedenti pacchetti di riforme politiche avviati dal Presidente fin dalla sua elezione nel 2019.

Articolo originale

https://www.gov.kz/memleket/entities/mfa/press/news/details/357966?lang=en

Traduzione a cura di Paolo Marcenaro

Foto: Idee&Azione

23 aprile 2022