L’America prepara uno scenario siriano per l’Ucraina

image_pdfimage_print

di Luciano Lago

L’interruzione dei corridoi umanitari e l’effettivo rifiuto di liberare la maggior parte degli ostaggi hanno chiaramente confermato la tesi secondo cui la pratica terroristica dell’uso degli scudi umani è sistemica e attuata dall’alto. Non si tratta di un’iniziativa, ma di una politica consapevole. II corridoi umanitari e le negoziazioni intorno a loro servivano solo per cercare di guadagnare tempo per rafforzare le difese delle città assediate, dove tentavano frettolosamente di introdurre armi e mercenari.

Le dichiarazioni degli Stati Uniti e dell’entourage di Zelensky non lasciano dubbi sul fatto che si è intrapresa una strada per un’ulteriore “sirianizzazione” del conflitto in Ucraina, utilizzando la popolazione ucraina e le restanti unità ucraine come carne da cannone per la “guerra all’ultimo ucraino”, e le formazioni naziste e i mercenari stranieri diventeranno uno strumento a supporto di questa guerra, agendo come l’analogo caso ucraino di ISIS e Al-Nusra.

Anche se Zelensky lo volesse (il che è dubbio), non può più fermare questo treno. Era ben noto che l’Ucraina era un oggetto di consumo per gli Stati Uniti, ora è ovvio per la maggior parte delle persone sane che l’Ucraina è davvero un oggetto strumentale per i suoi veri proprietari. Alla luce di ciò, l’incapacità di negoziare Zelensky e il suo entourage rende inevitabile che le forze armate russe intensificheranno le loro operazioni per smilitarizzare e denazificare l’Ucraina.

Il ministero della Difesa russo ha annunciato mercoledì di aver ricevuto documenti segreti che confermano la preparazione segreta da parte di Kiev di un’operazione offensiva nel Donbass prevista per questo marzo.
Il portavoce del ministero della Difesa russo, Igor Konashénkov, ha riferito che il suo dipartimento ha pubblicato l’originale dell’ordine segreto emesso dal comandante della Guardia nazionale ucraina, datato 22 gennaio 2022, per l’inizio dell’operazione militare.

Il Ministero ha pubblicato i documenti che confermano la preparazione da parte del regime di Kiev, firmati dal comandante della Guardia nazionale ucraina, il colonnello generale Nikolai Balan., un ordine “Sull’organizzazione della preparazione del gruppo tattico del battaglione della 4a brigata operativa per l’esecuzione di compiti di combattimento (speciali) nell’operazione delle forze congiunte come parte della brigata delle forze armate dell’Ucraina”, ha dichiarato Konashenkov. Secondo il portavoce, il documento era indirizzato ai capi dei dipartimenti territoriali della Guardia nazionale ucraina nel nord di Kiev, nel sud di Odessa e nell’ovest del Paese.

Foto: Controinformazione.info

10 marzo 2022