Le menti “occupate”

image_pdfimage_print

di Andrea Zhok

Mi è giunta voce che un noto liceo di Milano sarebbe stato occupato dagli studenti in segno di protesta: per il “pericolo fascista” insito nella vittoria del centrodestra alle elezioni.

Non volevo crederci, ma pare confermato.

Ora, premesso che sono tutt’altro che felice della vittoria del CDX, visto che una servitù atlantista di destra non mi entusiasma una virgola in più di una servitù atlantista di sinistra, la notizia di questa occupazione mi ha depresso.

Cioè, raga, fatemi capire.

Negli ultimi due anni avete assistito alla discriminazione dei vostri compagni di classe non inoculati e dei loro genitori.

Avete battuto i tacchi quando vi hanno detto di mettervi la museruola all’aperto.

Avete continuato a disfarvi di selfie mentre sbattevano fuori i vostri amici dalle palestre o dagli autobus.

Intanto c’era al governo un signore che nessuno aveva eletto e che governava a colpi di decreti.

Intanto al di sopra di lui governava un governo europeo che non è mai stato espressione del voto parlamentare.

Intanto al di sopra del governo europeo agivano i diktat perentori della superpotenza nucleare che dal 1945 ha le truppe sul nostro territorio.

Dulcis in fundo, avete assistito ad una spettacolare persecuzione di cittadini russi in quanto russi, musicisti, registi, sportivi esclusi da concorsi, mostre e tornei sulla base della loro nazionalità.

Ed ora, dopo che in qualcosa che almeno somiglia ad un processo democratico il vincitore non si attaglia alle pubblicità-progresso della TV, ora vi inalberate e gridate al “pericolo fascista”?

Ma sul serio?

Cioè, avete guardato un paio di trasmissioncelle preelettorali in cui si faceva il tiro al piccione alla Meloni, e invece di imbufalirvi magari perché dice oggi l’esatto opposto di quel che diceva due anni fa, mi inorridite perché potremmo sentire risuonare “Faccetta Nera” nelle strade? Perché lo squadrismo è alle porte?

Ma chi vi insegna storia? Fedez?

Ma dove la studiate? Su Tik Tok?

Ecco, mi lamentavo nei giorni scorsi dell’inerzia, della scarsa attivazione politica delle nuove generazioni.

Ma forse stavo commettendo un grossolano errore di valutazione.

Se questo è il livello, forse è meglio che continuiate a scambiarvi video e barrette di cereali eque e solidali.

Foto: Instagram Collettivo Politico Manzoni

3 ottobre 2022

Seguici sui nostri canali
Telegram 
Facebook 
YouTube