L’inglese Liz Truss si dichiara pronta a usare armi nucleari

image_pdfimage_print

di Luciano Lago

Il ministro degli Esteri britannico conferma di essere pronta a usare armi nucleari se necessario e promette di declassificare le informazioni dell’intelligence sulla Russia.

La segretaria degli esteri britannica e candidata al primo ministro, Liz Truss, ha dichiarato mercoledì che sarebbe “pronta a usare armi nucleari se necessario”. “Penso che sia un dovere importante del Primo Ministro. Sono pronto a farlo”, ha detto Truss, a un evento a Birmingham, quando ha risposto a una domanda su come prendere una decisione del genere. Ciò avviene nonostante Gran Bretagna, Francia e Stati Uniti abbiano confermato, in precedenza, di essere” impegnati negli obiettivi di prevenire la guerra nucleare, oltre a evitare una corsa agli armamenti”, in una dichiarazione tripartita congiunta.

La dichiarazione osservava che “i capi di stato e di governo di Francia, Stati Uniti e Regno Unito sono impegnati a raggiungere gli obiettivi stabiliti nella loro dichiarazione rilasciata il 3 gennaio 2022, per prevenire la guerra nucleare ed evitare una corsa agli armamenti”, secondo alla dichiarazione. “La guerra nucleare non può essere vinta e non dovrebbe mai essere combattuta”, si legge nella nota, aggiungendo che “per oltre 50 anni il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari è stato una parte essenziale e indispensabile, pietra angolare della non-proliferazione nucleare regime di proliferazione, e il fondamento su cui poggia.” al perseguimento del disarmo nucleare.

È interessante notare che il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari è un trattato internazionale che ha iniziato a essere firmato il 1 luglio 1968, per limitare la diffusione delle armi nucleari che minacciano la pace nel mondo e il futuro dell’umanità. Ad oggi, 191 paesi hanno firmato la Convenzione. Tuttavia, due Stati nucleari con dichiarati test nucleari, India e Pakistan, oltre a “Israele”, sono ancora fuori dall’accordo.

Nelle sue osservazioni, Truss si è impegnata a declassificare l’intelligence sulla Russia se fosse stata eletta primo ministro. “Andrò oltre come primo ministro e farò tutto il possibile, inclusa la declassificazione di più intelligence, per mostrare al mondo le tattiche del presidente russo Vladimir Putin”, ha detto Truss in un articolo pubblicato sul quotidiano britannico The Telegraph. “Il mio governo utilizzerà l’intelligence strategicamente per esporre il tentativo del Cremlino di destabilizzare e affossare le democrazie”, ha aggiunto, sottolineando che avrebbe adottato un approccio simile nei confronti degli “stati potenzialmente ostili” e di quelli che “minacciano la sicurezza globale”.

È interessante notare che i membri del Partito conservatore britannico voteranno il prossimo settembre alle prossime elezioni per scegliere un nuovo leader del partito, che assumerà la carica di primo ministro. E in lizza per la posizione ci sono la segretaria di Stato Liz Truss e l’ex ministro delle finanze Rishi Sunak. È probabile che il 5 settembre verrà annunciato il nome del vincitore delle elezioni.

Foto: Idee&Azione

25 agosto 2022