L’Ucraina e la codardia dei leader occidentali

image_pdfimage_print

di Boris Karpov

Questo articolo stupirà più di uno, ne sono sicuro. Voglio mostrare la codardia dei leader europei, e in primis del Cancelliere tedesco, nipote di un combattente nazista che, nonostante le sue dichiarazioni magniloquenti, minacce e insulti alla Russia, rifiuta di assumere le sue posizioni: non vuole un embargo sul gas e sul petrolio russi, perché potrebbe affondare l’industria tedesca!

Ebbene, questo è perfettamente rappresentativo della MAGGIORE differenza tra la mentalità europea e la mentalità russa! In Europa abbiamo paura di perdere la nostra piccola comodità, ti rendi conto, dovrai andare in bicicletta invece di portare fuori la VW o la Mercedes! Dovremo metterci un maglione invece di aprire il termosifone! E le fabbriche potrebbero non essere in grado di permettersi l’aumento del gas, quindi la disoccupazione. ecc., ecc.

Queste persone non hanno né ideale né orgoglio né onore! Sono “food leader” pronti a prostituirsi per non perdere il loro piccolo conforto! E parlano, come Michel, leader europeo, di non voler negoziare ma di volere “una soluzione militare”! Capiscono che sono completamente ridicoli?

Pensi che Vladimir Putin quando ha preso la sua decisione non sapesse che ci sarebbero state conseguenze economiche in Russia, per tutti i russi? Certo che lo facciamo, ma sa anche che siamo disposti a sacrificare gran parte delle nostre comodità e abitudini solo perché la giustizia prevalga e le nostre convinzioni siano rafforzate! E poi, se prima dell’inizio dell’operazione militare c’era “solo” il 60% dei russi che sostenevano Putin, ora siamo più dell’80%, dopo le “sanzioni”!

La mela è andata! Chanel ha chiuso! Niente più McDonald’s o Starbucks! La Renault non c’è più. Eccetera. E allora? La necessità di rompere l’ascesso della volontà del dominio occidentale vale, per noi, sacrifici. Sappiamo tutti che tra qualche mese sarà ancora più difficile, siamo pronti, semplicemente perché abbiamo delle convinzioni e ne assumiamo le conseguenze nella vita di tutti i giorni!

Queste posizioni occidentali non sono una sorpresa per noi! Conosciamo la mentalità degli europei e sono sicuro che i nostri leader ne hanno tenuto conto prima di lanciare l’operazione militare!

Cerca anche le armi: Sì, gli occidentali inviano armi. Ma allora cosa stanno aspettando per inviare i loro soldati? Perché le loro armi saranno usate dagli ucraini e sono loro che moriranno! Anche lì, una totale mancanza di convinzione, un’incredibile codardia, nessun leader occidentale assume le sue cosiddette convinzioni!

È anche molto piacevole approfittare della loro codardia vendendo loro il nostro gas e petrolio a caro prezzo, inoltre si vedano gli Stati Uniti che a marzo hanno aumentato del 43% gli acquisti di petrolio russo! Mentre allo stesso tempo “sanzionano” la Russia! E nel complesso ad aprile la Russia ha venduto in media 1,6 milioni di barili al giorno, invece degli 1,3 milioni di marzo! A prezzo pieno, quindi i nostri ricavi sono in forte aumento! Questi cretini del sovrano occidentale non si rendono nemmeno conto di essere fregati nel modo più ampio!

“Bocche grosse che pisciano non vanno lontano” si dice in Francia… Noi russi disprezziamo i codardi ei vigliacchi che hanno belle parole moralizzanti ma non hanno le palle per prendere le decisioni che li accompagnano! Ovviamente in un certo senso ci “provoca”, perché è più facile combattere i codardi che combattere gli Uomini d’Onore!

Affermano anche di agire “per i loro cittadini”? In realtà hanno paura che i loro cittadini, di fronte alla loro incapacità, si ribellino e li appendano ai ganci del macellaio! E francamente, se i popoli d’Europa avessero un minimo di orgoglio e di onore, è quello che farebbero oggi!

Traduzione a cura di Luciano Lago

Foto: G7 Cornwall

25 aprile 2022