Tag: abitudine

  • Thumbnail for the post titled: La guerra sottile

    La guerra sottile

    Una torre antica, scale e chiocciola e labirinti, la luce soffusa viene dalle candele sulle mura. Una donna corre per le scale e si rifugia in una stanza più buia. Sa che deve scappare o nascondersi, avverte la presenza di una figura potente e maligna, non vuole trovarsi al suo cospetto. Ma questa le compare improvvisamente davanti, ha le sembianze di Mario Draghi. Riesce a resistere alla sua presenza con un enorme dispendio di energia. Lui la guarda dritta negli occhi e con un ghigno le dice: «Sai che non posso farti nulla. Ma posso prendere quelli vicino a te».