Tag: Assad

  • Thumbnail for the post titled: Azioni segrete dell’Occidente in Siria

    Azioni segrete dell’Occidente in Siria

    Nell’ottobre 2011 e nel febbraio 2012 l’organizzazione NATO guidata dagli Stati Uniti, con l’appoggio delle autocrazie del Golfo, ha cercato di ottenere risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che, con ogni probabilità, sarebbero servite da pretesto per un’invasione della Siria.

  • Thumbnail for the post titled: I tentativi degli Stati Uniti di rovesciare la dinastia Assad

    I tentativi degli Stati Uniti di rovesciare la dinastia Assad

    Per la maggior parte del periodo successivo alla Seconda Guerra Mondiale, la Siria è stata considerata dai governi degli Stati Uniti come un nemico convinto. Negli ultimi decenni, Washington ha tentato senza successo di isolare e rovesciare la dinastia degli Assad nella capitale Damasco.

  • Thumbnail for the post titled: Assad negli Emirati Arabi Uniti

    Assad negli Emirati Arabi Uniti

    Gli alleati arabi “moderati” di Washington si stanno ribellando agli States. Se dalla guerra in Ucraina è emerso qualcosa di buono per il mondo arabo, è la diminuzione dello status e dell’influenza degli Stati Uniti in Medio Oriente. Washington sta perdendo molti dei suoi tradizionali alleati nella regione, specialmente nel Golfo, e questa tendenza sembra destinata ad accelerare.

  • Thumbnail for the post titled: La vittoria reale di Bashar Al-Assad

    La vittoria reale di Bashar Al-Assad

    Gli Stati Uniti “delusi” dal nuovo corso dei paesi arabi del Golfo Persico che riconoscoo la vittoria della Siria di Assad. Mentre la Siria è ora nella fase di invio di truppe in Russia per aiutare l’esercito russo ad affrontare l’asse USA/NATO, i regimi arabi del Golfo Persico stanno aprendo le braccia al paese siriano . Non è forse questa la più grande vittoria di un Presidente che ha resistito all’Impero USA?

  • Thumbnail for the post titled: Chi combatterà per la libertà negli Stati Uniti?

    Chi combatterà per la libertà negli Stati Uniti?

    Ci piace il senatore John Kennedy. È il tipico politico che si può ancora trovare al Sud: una personalità calda, colorita, schietta nelle sue affermazioni, ma anche capace di battute spiritose, umoristiche, memorabili, che contrasta con il rude, acido tipo di politici che si incontrano spesso a Yankeeland. Ma quando dice cose del genere (via Jeff Palermo [1]), dobbiamo regnare un bel po’ sul nostro entusiasmo: “Il senatore statunitense della Louisiana John Kennedy afferma che è ora di espellere il presidente russo Vladimir Putin dalla comunità internazionale per aver attaccato l’Ucraina. Kennedy dice che è ora di resistere all’aggressione di Putin.