Tag: BRI

  • Thumbnail for the post titled: La Cina chiede l’immediata rimozione delle sanzioni contro la Siria

    La Cina chiede l’immediata rimozione delle sanzioni contro la Siria

    Il rappresentante permanente della Cina alle Nazioni Unite, Dai Bing, afferma che il suo paese esorta i paesi interessati a revocare immediatamente e completamente le sanzioni unilaterali contro la Siria.
    Giovedì il rappresentante permanente della Cina alle Nazioni Unite, Dai Bing, ha esortato i paesi interessati a revocare immediatamente e completamente le sanzioni unilaterali contro la Siria e ha invitato il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite a prendere disposizioni chiare a tal fine.

  • Thumbnail for the post titled: Il vento della seta della Cina spinge la Russia fuori dall’Asia Centrale

    Il vento della seta della Cina spinge la Russia fuori dall’Asia Centrale

    Utilizzando una strategia di soft power, attraverso la costruzione di corridoi di trasporto e il rafforzamento dei legami commerciali, economici e militari, la Cina sta spingendo la Russia fuori dall’Asia centrale.
    L’altro giorno, il Consiglio dei Ministri del Kirghizistan ha annunciato l’inizio della realizzazione del “progetto più ambizioso della storia del Paese”: la costruzione della ferrovia Cina-Kirghizistan-Uzbekistan. Il progetto, nato alla fine degli anni ’90, è stato promosso dalla Cina.

  • Thumbnail for the post titled: Talebani dentro o fuori?

    Talebani dentro o fuori?

    La cattura di Kabul da parte dei talebani (il movimento talebano è bandito nella Federazione Russa – N.d.R.) nell’estate del 2021 sembrava prevedibile a posteriori. Analisti ed esperti, compreso l’ex leader sovietico Mikhail Gorbaciov, da allora hanno considerato il ritorno al potere dei talebani come un’inevitabilità storica. La trascrizione analitica che sembra essere alla base di tali valutazioni suggerisce che gli afgani sono troppo tribali e conservatori per accettare la democrazia e l’uguaglianza, che le strutture statali sono endemicamente corrotte e che il paese è troppo montuoso e grande per essere difeso con successo da forze straniere.

  • Thumbnail for the post titled: Il colpo di Stato contro Imran Khan, la guerra in Ucraina e la Belt and Road Initiative

    Il colpo di Stato contro Imran Khan, la guerra in Ucraina e la Belt and Road Initiative

    Si potrebbe dibattere su quale sia la correlazione tra il colpo di stato per il cambio di regime in Pakistan, la guerra in Ucraina e la Belt and Road Initiative cinese? La risposta è abbastanza semplice per quegli analisti e attenti osservatori delle manovre politiche statunitensi, come il giornalista americano Caleb Maupin che spiega la correlazione in poche righe. «I monopolisti di Wall Street vogliono smantellare il corridoio economico Cina-Pakistan e fermare lo sviluppo in tutta l’Asia centrale. Rimuovere Khan fa parte di quella strategia».