Tag: Bruni

  • Thumbnail for the post titled: Esercizi di neolingua: schiavi delle parole

    Esercizi di neolingua: schiavi delle parole

    Wikipedia, la post-verità che corre sulla rete, riporta che “la demisessualità è un tipo di sessualità grigia in cui l’individuo riesce a percepire attrazione sessuale solo per persone con cui ha un forte legame emotivo” mentre “l’asessualità è un orientamento sessuale che consiste nella mancanza di attrazione sessuale verso ogni genere. Le persone asessuali, dunque, provano poca o nessuna attrazione sessuale”. Ma possono avere legami romantici.

  • Thumbnail for the post titled: Di gender, di cinema, di voto utile

    Di gender, di cinema, di voto utile

    Possiamo dichiarare la partita sul gender fallita.
    Persa perché era una questione metafisica e escatologica, in cui il deragliamento del maschile e del femminile dalle linee della legge naturale era un segno da cogliere e decifrare.
    Era quindi una battaglia che chiamava al piano culturale e all’intelletto; invece è stata combattuta come una crociata moralistica.

  • Thumbnail for the post titled: Il livore verso chi fa il bene

    Il livore verso chi fa il bene

    “Non fare del bene se non hai la forza di sopportare l’ingratitudine”, ammoniva saggiamente Confucio. A tutti è accaduto, prima o poi, di fare del bene e non ricevere nemmeno un grazie. Tutti siamo portatori della tentazione dell’egoismo e dell’ingratitudine, del ritenere che tutto ci sia dovuto.
    Debolezza umana, più o meno marcata, che si affronta con una buona educazione (è ancora possibile usare questa parola?) fin da fanciulli, e con il custodire la memoria del bene ricevuto.

  • Thumbnail for the post titled: La maledizione della rassegnazione

    La maledizione della rassegnazione

    I regimi totalitari si costruiscono sulla paura e sulla manipolazione, lo sappiamo tutti; dal 2020 abbiamo imparato anche che non è necessario che un regime usi la violenza manifesta e brutale.

  • Thumbnail for the post titled: Prigionieri del “nostro bene”

    Prigionieri del “nostro bene”

    Boromir, figlio di Denethor, erede sovrintendente di Gondor, nel Signore degli Anelli fa parte dei personaggi buoni, coloro che si oppongono al potere oscuro di Sauron.
    Egli conosce la differenza tra Bene e Male, non vuole servire il Male ma lottare per il Bene, ed è sincero. Gondor, la sua città, è l’ultima linea di difesa degli uomini prima di Mordor; il futuro sovrintendente sogna un ideale di pace per la Terra di Mezzo, con Gondor di nuovo grande e la sua famiglia al comando.

  • Thumbnail for the post titled: Scuola pubblica italiana: a che punto siamo?

    Scuola pubblica italiana: a che punto siamo?

    Un altro anno scolastico è giunto al termine. Il terzo dell’era covid. Nessuna normalità è tornata tra i banchi. Nel 2020 la scuola italiana a differenza di altri grandi paesi europei, ha visto lockdown a oltranza. Nel 2021 ha visto DAD a oltranza. Nel 2022 ha visto la discriminazione dei non vaccinati secondo “dogmi scientifici” che non hanno retto – c’erano forse dubbi? – la prova della realtà. Un razzismo scientifico che non si vedeva in Italia dal 1938.

  • Thumbnail for the post titled: È l’uomo che nobilita il lavoro

    È l’uomo che nobilita il lavoro

    Donne e lavoro: tutti ne parlano; tutti hanno qualcosa da dire. Sfortunatamente le infinite discussioni degenerano in guerre ideologiche sulla pelle delle donne. Diatribe vuote tra modelli femminili astratti e non calati nella realtà concreta di una donna vera che vorrebbe mettere a frutto i propri talenti ed essere madre per scelta.

  • Thumbnail for the post titled: La guerra sottile

    La guerra sottile

    Una torre antica, scale e chiocciola e labirinti, la luce soffusa viene dalle candele sulle mura. Una donna corre per le scale e si rifugia in una stanza più buia. Sa che deve scappare o nascondersi, avverte la presenza di una figura potente e maligna, non vuole trovarsi al suo cospetto. Ma questa le compare improvvisamente davanti, ha le sembianze di Mario Draghi. Riesce a resistere alla sua presenza con un enorme dispendio di energia. Lui la guarda dritta negli occhi e con un ghigno le dice: «Sai che non posso farti nulla. Ma posso prendere quelli vicino a te».

  • Thumbnail for the post titled: Libertas in veritate: contro la falsa verità dell’uomo moderno

    Libertas in veritate: contro la falsa verità dell’uomo moderno

    Siamo in tanti, impegnati a comprendere cosa sta avvenendo in Ucraina; alcuni intuiscono che gli eventi hanno un significato non solo territoriale ma anche per il mondo e per la storia.
    La cosa certa è che la verità non la troviamo nelle narrazioni ufficiali, dobbiamo prima di tutto assumerci il peso della ricerca delle fonti, vagliando tutto. Ma non basta. Occorre anche avere uno sguardo più ampio.

  • Thumbnail for the post titled: La maledizione di chi vede

    La maledizione di chi vede

    Questo sarebbe il tempo di aprire gli occhi sulla fragilità e la radicale iniquità del sistema in cui viviamo. Che non è il “migliore dei mondi possibili”. È un castello di carte.
    Invece ci dividiamo in fazioni. Come sempre.
    Tutti vogliono un qualche cambiamento. Nessuno vuole cambiare. Nessuno vuole mollare il fazzoletto di terra che si è conquistato e la torre che si è costruito.