Tag: cratesiologia

  • Thumbnail for the post titled: Quel leggero sospetto sottaciuto per due anni: la pandemia come fase propedeutica alla guerra mondiale

    Quel leggero sospetto sottaciuto per due anni: la pandemia come fase propedeutica alla guerra mondiale

    Secondo la circolare inviata il 10 maggio dal governo italiano alla magistratura, in caso di guerra nucleare occorrono lockdown e uso della mascherina.
    Non ricorda qualcosa?
    Nei primi mesi del 2020, scrissi che l’emergenza pandemica stava generando, nella psicologia di massa, le precondizioni per l’accettazione passiva di un eventuale stato di guerra. Non affermai, però, che la pandemia fosse deliberatamente utilizzata a tale fine: un po’ perché penso tutt’ora che il fine dell’emergenzialismo sanitario sia soprattutto la riconversione del sistema produttivo e delle istituzioni, un po’ perché allora temevo di essere qualificato come complottista.

  • Thumbnail for the post titled: Pandemia, guerra, ancora pandemia: come e perchè occorra spezzare la catena riproduttiva delle emergenze

    Pandemia, guerra, ancora pandemia: come e perchè occorra spezzare la catena riproduttiva delle emergenze

    L’emergenza bellica e la sua propaganda non hanno funzionato.
    Dopo tre mesi, la maggioranza della popolazione continua a essere contraria alla politica guerrafondaia del governo e, soprattutto, è nauseata dal fatto di essere costretta a vedere la faccia di Zelensky ovunque e a qualsiasi ora. Viene da ipotizzare che se la propaganda atlantista fosse stata più sobria e meno ossessiva, il risultato avrebbe potuto essere diverso.

  • Thumbnail for the post titled: Qual è il motivo dell’odio verso la Russia?

    Qual è il motivo dell’odio verso la Russia?

    La Russia sta attuando una controrivoluzione contro la rivoluzione neoliberale globale guidata dagli USA
    Da dove nasce un odio così brutale nei confronti della Russia? L’odio che unisce gli ammiratori permanenti del regime lituano al potere e i suoi critici pubblici. Non citerò i loro nomi, i nomi dei canali televisivi e dei giornali – sono ben noti.
    Da dove nasce un odio così brutale verso la Russia? Un odio che si è risvegliato – almeno a me sembra – dopo gli eventi del 2014. È stata seguita dalla perdita di amici (questa volta, per fortuna, solo amici di Facebook per ora) e da un indescrivibile disgusto per tutto ciò che ti entra dentro dallo spazio pubblico.

  • Thumbnail for the post titled: La follia della schiavitù postmoderna e l’uomo artefice di se stesso

    La follia della schiavitù postmoderna e l’uomo artefice di se stesso

    C’è qualcosa di folle nei tempi che ci troviamo a vivere. Non è soltanto la follia dei governanti che ci soggiogano e perseguitano, ma è anzitutto la follia dell’uomo postmoderno. Tale patologia si manifesta nella dimensione socio-politica attraverso il carattere, propriamente acquisito nel corso del Novecento, della popolazione dell’Occidente globalizzato che consiste nella ricerca spasmodica di un’entità di potere cui sottomettersi senza indugio, per poi lamentarsi della condizione di schiavitù e pretendere che qualcuno di indefinito, una sorta di messia o di popolo eletto, ribalti la situazione ed instauri un’era di pace e ricchezza, senza però cambiare id una virgola la propria esistenza.

  • Thumbnail for the post titled: Riformattazione mentale totalitaria

    Riformattazione mentale totalitaria

    Le condizioni per la spontaneità, la pluralità, la libertà culturale di ricerca, critica, confronto, comunicazione, iniziativa economica, sono state storicamente anche le condizioni per i grandi avanzamenti della civiltà, per la creatività. Tali condizioni d’altro canto rendono più difficile il controllo sociale dall’alto, che invece è facilitato dalla educazione a un pensiero unico, allineato con gli obiettivi delle classi dominanti, da una vulgata ufficiale della realtà, e dall’organizzazione poliziesca, sorvegliante, dello Stato, a cui niente sfugge – vedi 1984 di Orwell.