Idee&Azione

Tag: ecologismo

  • Thumbnail for the post titled: Il Forum di Davos 2023

    Il Forum di Davos 2023

    Dal 16 al 20 gennaio si è tenuta a Davos una riunione ordinaria del World Economic Forum, strumento dei globalisti che, con vari pretesti e con l’aiuto del loro capitale, continuano a imporre la politica di una “economia mondiale aperta”, che è, la subordinazione finale di tutti i paesi e popoli al cosiddetto governo mondiale.

  • Thumbnail for the post titled: Assalto alle case degli italiani

    Assalto alle case degli italiani

    Il saccheggio nei confronti del popolo italiano da parte dell’élite che comanda il nostro paese, pare proprio non avere fine e come se fossimo nel gioco del Monopoli, la carta dell’imprevisto ci dice che a questo giro, l’eterna sete di ricchezza dei “potenti” si riverserà nuovamente su quello che è il bene più prezioso per gli italiani e le loro famiglie.

  • Thumbnail for the post titled: Il profilo russo dell’economia

    Il profilo russo dell’economia

    L'”economia dei consumi” (senza escludere il marxismo) – un prodotto del pensiero occidentale – ha indicato la strada da seguire per l’economia mondiale per oltre 100 anni. Ora l'”economia dei consumi” è in crisi e sta portando al disastro – economico, sociale e naturale. Il pensiero economico mondiale cerca soluzioni alla crisi nelle idee di giustizia sociale e sviluppo sostenibile. Ma queste idee si collocano al di fuori dei meccanismi economici e suonano solo come imperativi etici, quindi non producono risultati. È tempo che il pensiero economico russo stabilisca nuove tendenze che possano dare all’economia un nuovo “sviluppo sostenibile”.

  • Thumbnail for the post titled: Vertice sul clima in Egitto

    Vertice sul clima in Egitto

    Il 27° Vertice sul clima (CS), conclusosi la scorsa settimana a Sharm el-Sheikh, in Egitto, è stato messo in ombra da altri eventi.
    L’incontro si è svolto in un contesto di crisi multiple e interconnesse, che meritano tutte un’attenzione particolare: l’insicurezza alimentare ed energetica (soprattutto per l’UE), l’inflazione, il debito, la crisi ucraina e l’imminente recessione globale. A causa delle precedenti interruzioni dei vertici dovute ai rinvii causati dal coronavirus, l’agenda dell’evento attuale doveva essere saturata il più possibile.

  • Thumbnail for the post titled: La cooperazione cinese-UE nel settore delle tecnologie verdi è reciprocamente vantaggiosa

    La cooperazione cinese-UE nel settore delle tecnologie verdi è reciprocamente vantaggiosa

    È della massima priorità che la leadership dell’UE si renda conto che non c’è motivo di sospettare che la Cina stia complottando per politicizzare la cooperazione sulle tecnologie verdi, reciprocamente vantaggiosa. Qualsiasi speculazione di questo tipo è solo il risultato della strisciante riaffermazione dell’influenza egemonica degli Stati Uniti su uno dei principali pionieri verdi del mondo.

  • Thumbnail for the post titled: L’ecologismo radicale nemico della civiltà

    L’ecologismo radicale nemico della civiltà

    L’ecologismo radicale è tra i cespugli più insidiosi dell’albero ideologico progressista. Parte di esso è promosso e finanziato dalle centrali oligarchiche e dalle fondazioni dei miliardari sedicenti filantropi, il che la dice lunga sui suoi veri fini.

  • Thumbnail for the post titled: Clima e Chiesa: l’ecologismo sostituisce il creato

    Clima e Chiesa: l’ecologismo sostituisce il creato

    Papa Francesco è intervenuto recentemente sulla questione climatica. “Lo stato di degrado della nostra casa comune merita la stessa attenzione”, ha dichiarato il pontefice in un tweet in occasione della giornata internazionale “World Ozone Day” istituita nel 1994, “di altre sfide globali quali le gravi crisi sanitarie e i conflitti bellici”.

  • Thumbnail for the post titled: Pillole programmatiche [4]: ambientalismo sistemico versus ambientalismo strumentale

    Pillole programmatiche [4]: ambientalismo sistemico versus ambientalismo strumentale

    La difesa dell’ambiente è una delle questioni più cruciali e più facilmente strumentalizzabili del mondo contemporaneo. Per comprendere il carattere strutturale del problema bisogna partire da una comprensione di base dei meccanismi di fondo della dinamica del capitale, caratterizzato dall’esigenza intrinseca della crescita perenne e della competizione tra agenti economici. Il sistema di produzione capitalista non tollera di rimanere senza crescita a lungo (stato stazionario) e opera secondo un sistema di “feedback positivo”, per cui ad ogni ciclo il prodotto (output) deve accrescere l’investimento (input). Lo stato stazionario per la società e per l’economia decreterebbe il collasso del modello capitalistico.

  • Thumbnail for the post titled: Redde rationem. Ricapitolando sulla questione “coincidenza delle catastrofi”

    Redde rationem. Ricapitolando sulla questione “coincidenza delle catastrofi”

    Cominciamo dalla questione gas.
    Questa mattina qualche agenzia adombra la notizia che “forse” (sic!) per il gas prossimamente si va verso il razionamento. Ci dicono, i media, che abbiamo problemi con l’approvvigionamento di gas/petrolio con la Libia (ma va?!). E ci dicono anche che la Tunisia vuole rivedere al rialzo il prezzo del gas (ma pensa un po’!).

  • Thumbnail for the post titled: Qualcosa non torna nel ragionamento politico sul clima

    Qualcosa non torna nel ragionamento politico sul clima

    Tra le mille cose che mi sfuggono nei percorsi di pensiero della dirigenza occidentale ce n’è anche uno relativo all’annoso tema del riscaldamento globale.
    Ammettiamo che il contributo antropico al riscaldamento globale sia davvero decisivo (so che non è facile provarlo, ma è una possibilità da prendere in considerazione).