Tag: elezioni

  • Thumbnail for the post titled: Politica ed Elezioni: uno sguardo rovesciato

    Politica ed Elezioni: uno sguardo rovesciato

    Giunti a ridosso di queste elezioni quanto mai farsesche, in un clima che si è fatto via via sempre più incandescente e nevrotico perfino tra coloro che dicevano di essere “dalla stessa parte”, proviamo a suggerire un differente sguardo che certamente spiazzerà più di qualcuno.

  • Thumbnail for the post titled: La crisi politica del Pakistan si è rivelata grave

    La crisi politica del Pakistan si è rivelata grave

    Il Pakistan ha chiaramente avuto un anno negativo. Dopo l’estromissione del Primo Ministro Imran Khan, che ha descritto l’evento come un vero e proprio colpo di stato dall’esterno, il Paese ha dovuto affrontare una serie di sfide formidabili. Tra questi, l’aumento del debito estero nei confronti dei creditori, i continui attacchi terroristici e le catastrofi naturali. Da maggio il Pakistan è stato colpito da un’ondata di calore che ha causato siccità.

  • Thumbnail for the post titled: I prossimi referendum nel Donbass potrebbero essere la risposta difensiva della Russia a Kharkov?

    I prossimi referendum nel Donbass potrebbero essere la risposta difensiva della Russia a Kharkov?

    Le Camere Civiche delle due Repubbliche del Donbass hanno annunciato lunedì di voler indire al più presto un referendum sull’adesione alla Russia. Margarita Simonyan, che attraverso i suoi noti ruoli mediatici esercita una massiccia influenza sulla formazione dell’opinione pubblica nel suo Paese e tra le persone favorevoli alla Russia all’estero, ha reagito a questo scenario prevedendo quanto segue su Telegram: “Oggi è il referendum, domani il riconoscimento della LPR come parte della Russia. Il giorno dopo, gli attacchi sul territorio russo diventeranno una guerra totale dell’Ucraina e della NATO contro la Russia, che slegherà le mani di Mosca sotto molti aspetti”.

  • Thumbnail for the post titled: La scelta antropologica

    La scelta antropologica

    È raro che un politico strappi una franca risata, specie in campagna elettorale, festival della finzione e dell’ostentata serietà di personaggi in cerca d’autore, o meglio d’elettore. Stavolta è successo: Enrico Letta ha dichiarato che in caso di vittoria dei suoi avversari politici “per l’Italia la pacchia è finita”. Solo il professore di scienze politiche parigino può pensare che la stagione presente sia una pacchia, tra pandemia, crisi economica, energetica, timore del futuro, pericolo di guerra, debito, dissoluzione del legame sociale.

  • Thumbnail for the post titled: Elezioni sottotono

    Elezioni sottotono

    Il 25 settembre si svolgeranno le elezioni politiche in Italia. Manca poco meno di una settimana e il nostro Paese avrà un nuovo parlamento, un nuovo governo e un nuovo primo ministro.
    I sondaggi danno per favorita la coalizione sovranista di centro destra: Forza Italia (il vecchio inscalfibile Silvio Berlusconi), Lega Nord (Matteo Salvini, un po’ appannato e in calo di consensi) e Fratelli d’Italia (Giorgia Meloni).

  • Thumbnail for the post titled: CIEB: Parere relativo al primato dell’essere umano sugli interessi della società e della scienza, alla demedicalizzazione della società e alla revisione critica della nozione di progresso tecnologico

    CIEB: Parere relativo al primato dell’essere umano sugli interessi della società e della scienza, alla demedicalizzazione della società e alla revisione critica della nozione di progresso tecnologico

    L’attuale fase della gestione del Covid – sebbene parzialmente oscurata dalla sovrapposizione tra pausa estiva, crisi di governo, polemiche relative all’adozione dei vari “Decreti Aiuti” e campagna elettorale per le elezioni politiche del 25 settembre 2022 – sta evidenziando anche sul mainstream le contraddizioni e le incoerenze che hanno preceduto e accompagnato, sul piano scientifico, l’immissione in commercio dei cosiddetti vaccini.

  • Thumbnail for the post titled: Il Mullah Yaqoob dell’EIA e le sue affermazioni contro il Pakistan

    Il Mullah Yaqoob dell’EIA e le sue affermazioni contro il Pakistan

    In qualche modo sconosciuto al grande pubblico prima del 15 agosto 2021, l’attuale Ministro della Difesa ad interim dell’Emirato Islamico dell’Afghanistan (EIA) Mullah Mohammad Yaqoob Mujahid è ora uno dei nomi e dei volti più riconosciuti della leadership talebana.

  • Thumbnail for the post titled: Sovranità, il convitato di pietra

    Sovranità, il convitato di pietra

    Il dibattito elettorale è un baccano di accuse e contro accuse, pettegolezzi e insinuazioni che mascherano a malapena appetiti personali e lotte di cricche autoreferenziali. Pochi programmi o nessuno, fotocopie sbiadite l’uno dell’altro, indifferenza per i problemi reali degli elettori, che infatti si tengono alla larga e probabilmente polverizzeranno ogni record di astensione dal voto il 25 settembre.

  • Thumbnail for the post titled: Liz Truss istituisce un gabinetto di guerra di classe A

    Liz Truss istituisce un gabinetto di guerra di classe A

    La prima azione del nuovo Primo Ministro britannico, Liz Truss, entrando a Downing Street è stata quella di chiamare il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e riaffermare il sostegno della Gran Bretagna alla guerra per procura della NATO in Ucraina contro la Russia.

  • Thumbnail for the post titled: Elezioni in Svezia, i democratici populisti possono avere successo

    Elezioni in Svezia, i democratici populisti possono avere successo

    Come ogni quattro anni, gli svedesi sono chiamati alle urne la seconda domenica di settembre, quest’anno l’11, per rinnovare i 349 membri del Riksdag (la Camera unica del parlamento), oltre a tutti i loro rappresentanti locali: i consiglieri delle assemblee locali delle 20 contee del regno e dei consiglieri dei 290 comuni. Questo calendario elettorale, in cui le elezioni locali e nazionali coincidono, porta tradizionalmente a un’elevata affluenza alle urne e al predominio delle questioni politiche nazionali nella campagna elettorale.