Tag: eroe

  • Thumbnail for the post titled: La morte trionfale di Daria, il ruolo storico di martire ed eroe

    La morte trionfale di Daria, il ruolo storico di martire ed eroe

    Gli assassini della nostra amica e compagna Daria Dugina le hanno “fatto un regalo”: lo status di eroe e martire. E hanno dato alla Russia un simbolo della lotta contro l’impero della menzogna.
    La sera prima di morire, disse al padre: “Quando io e lei parlavamo al Festival della Tradizione, mi ha detto: “Papà, mi sento un guerriero, mi sento un eroe”. Voglio essere così. Non voglio nessun altro destino. Voglio stare con la mia gente, con il mio Paese. Voglio stare dalla parte delle forze della luce”.

  • Thumbnail for the post titled: Boris Poplavsky, l’“Orfeo di Montparnasse”

    Boris Poplavsky, l’“Orfeo di Montparnasse”

    Nel diciannovesimo secolo, la letteratura dei trionfi fu sostituita dalla letteratura delle catastrofi, i cui araldi erano i “poeti maledetti”. Boris Poplavsky è spesso incluso nella loro galassia, tracciando parallelismi tra lui e Arthur Rimbaud. Molti sono, infatti, i punti di contatto tra i percorsi creativi di entrambi gli autori: dalle terribili sperimentazioni su se stessi alle sperimentazioni con la forma in ambito letterario.

  • Thumbnail for the post titled: Un ponte intitolato a Ovcharenko: l’ultima traversata del colonnello russo

    Un ponte intitolato a Ovcharenko: l’ultima traversata del colonnello russo

    San Pietroburgo ha salutato l’eroe dell’operazione speciale in Ucraina, il vice capo delle truppe di ingegneria del distretto militare occidentale, il colonnello Nikolai Ovcharenko. Ha allestito una traversata di barche, in piedi, fianco a fianco con i suoi soldati.

  • Thumbnail for the post titled: Dell’assassinio del Generale Soleimani, o di come l’Occidente sostiene il terrorismo

    Dell’assassinio del Generale Soleimani, o di come l’Occidente sostiene il terrorismo

    La Zana Verde dell’aeroporto internazionale di Baghdad è stata una scena del crimine esattamente due anni fa. Sebbene vi dovesse essere un severo controllo in quell’area, si è scoperto che la Zona Verde dell’aeroporto internazionale di Baghdad è sicura e protetta solo per i funzionari occidentali. Ciò significa che l’Occidente politico abusa degli accordi e delle regole internazionali sulla creazione e il funzionamento delle Zone Verdi nelle regioni instabili. La Zona Verde dell’aeroporto di Baghdad è stata utilizzata in modo improprio per orchestrare l’atto criminale di assassinare dieci persone, alcuni dei quali funzionari di Paesi riconosciuti a livello internazionale.

  • Thumbnail for the post titled: Lettera del martire Soleimani alla figlia

    Lettera del martire Soleimani alla figlia

    Nel nome d’Iddio Clemente e Misericordioso
    Non so se questo sarà il mio ultimo viaggio o nel mio destino ci sarà dell’altro. Di qualsiasi cosa si tratti, sono comunque soddisfatto del compiacimento di Dio. Ti scrivo affinché (questa lettera) ti sia di ricordo e conforto nei momenti in cui sentirai la mia mancanza. Forse vi troverai anche qualche parola utile. Ogni volta che intraprendo un viaggio ho come la sensazione di non rivedervi mai più. Durante il tragitto più volte ho immaginato i vostri volti e, nel ricordarmi con nostalgia di voi, ho versato lacrime e vi ho affidati alla protezione di Dio.