Tag: FBI

  • Thumbnail for the post titled: L’“insurrezione di Trump”: una fantasia che non si è verificata

    L’“insurrezione di Trump”: una fantasia che non si è verificata

    L’11 ottobre, l’agente speciale dell’FBI Justin Eller ha testimoniato al processo per cospirazione sediziosa di quattro Oath Keepers in una corte federale. Un avvocato della difesa ha chiesto a Eller se nelle comunicazioni degli Oath Keepers da lui esaminate ci fosse qualche indicazione che gli Oath Keepers intendessero assaltare il Campidoglio o impedire la certificazione delle elezioni presidenziali rubate. Eller ha risposto “no” a entrambe le domande.

  • Thumbnail for the post titled: Il Council of Foreign Relations, l'”arma miracolosa” della geopolitica atlantica [1]

    Il Council of Foreign Relations, l'”arma miracolosa” della geopolitica atlantica [1]

    “Che vi piaccia o no, verrà istituito un governo mondiale. Se l’umanità non sarà d’accordo volontariamente, dovremo forzarla”. James Warburg (1950)

    Da tempo esistono due visioni estreme sulle forze motrici della storia. La prima è che la storia è soggetta a rigorose leggi oggettive, che dipendono poco dalla volontà di re, presidenti e, a maggior ragione, di semplici mortali. L’unica cosa che si può fare è imparare le leggi in modo che, cogliendo i significati e le tendenze, si possa aiutare la storia a fare il suo lavoro nel modo più efficiente e indolore possibile. Questo punto di vista è stato incarnato con maggiore coerenza dal materialismo storico.

  • Thumbnail for the post titled: Qualcosa su cui riflettere il 4 luglio: i Democratici e l’FBI hanno nazificato l’America

    Qualcosa su cui riflettere il 4 luglio: i Democratici e l’FBI hanno nazificato l’America

    Peter Navarro, 73 anni, è stato assistente del presidente per le politiche commerciali e manifatturiere durante l’amministrazione Trump. Non lo conosco.

    Lo scorso febbraio i Democratici lo hanno citato in giudizio per comparire davanti al “Comitato ristretto sull’attacco del 6 gennaio”, un’operazione di facciata che cerca di inventare una “insurrezione” da parte di persone che si sono scattate dei selfie sedute sulla sedia di Nancy Pelosi.

  • Thumbnail for the post titled: La CIA, la NATO e il grande golpe dell’eroina: Come Miami divenne il centro del fascismo internazionale e dell’assassinio del presidente Kennedy [3/3]

    La CIA, la NATO e il grande golpe dell’eroina: Come Miami divenne il centro del fascismo internazionale e dell’assassinio del presidente Kennedy [3/3]

    Ferenc Nagy fu per breve tempo premier dell’Ungheria, finché i comunisti non presero il potere e lo costrinsero a lasciare l’incarico nel maggio 1947. Nagy ottenne asilo dagli Stati Uniti ed emigrò nell’area di Washington DC nel 1948, dove andò a lavorare per l’FBI. Divenne poi intimo di Frank Wisner, vicedirettore dei piani speciali della CIA (e braccio destro di Allen Dulles e della sua operazione canaglia OPC) [30].