Tag: FMI

  • Thumbnail for the post titled: Prevenire i disastri climatici in Africa: l’Eritrea fa da apripista

    Prevenire i disastri climatici in Africa: l’Eritrea fa da apripista

    Mentre quello che continua a colpire l’Africa è principalmente è un disastro climatico causato dall’Occidente, con decine di milioni di persone che rischiano la carestia e la fame nel Corno d’Africa, il piccolo e sottosviluppato Paese dell’Eritrea sta guidando la lotta per evitare che ciò accada.

  • Thumbnail for the post titled: Il Council of Foreign Relations, l'”arma miracolosa” della geopolitica atlantica [2]

    Il Council of Foreign Relations, l'”arma miracolosa” della geopolitica atlantica [2]

    Non è esagerato dire che il rovesciamento del regime comunista in URSS è stato l’obiettivo principale del Council on Foreign Relations (CFR) per tutto il XX secolo. In seno alla WRC vi sono state contraddizioni e forti disaccordi su molte questioni (ad esempio, per quanto riguarda il nazismo e il potere di Hitler in Germania, il Consiglio ha impiegato molto tempo per sviluppare una politica consolidata, oscillando tra la “forte condanna” e il “tacito incoraggiamento”), ma per quanto riguarda l’Unione Sovietica e il movimento comunista, si è consolidato un consenso anticomunista.

  • Thumbnail for the post titled: La vera agenda globale che spinge per la guerra anche con la Cina [2/3]

    La vera agenda globale che spinge per la guerra anche con la Cina [2/3]

    “L’inferno è una città molto simile a Londra.”
    – Percy Bysshe Shelley
    “Più e più volte abbiamo visto che esiste un altro potere oltre a quello che ha sede a Westminster. La City di Londra, un termine di comodo per indicare un insieme di interessi finanziari, è in grado di affermarsi contro il governo del Paese. Chi controlla il denaro può perseguire in patria e all’estero una politica contraria a quella decisa dal popolo.”

  • Thumbnail for the post titled: La crisi economica negli USA è già iniziata

    La crisi economica negli USA è già iniziata

    Gli americani sono sempre più preoccupati per l’incapacità di Biden di gestire l’economia. È dall’inizio dell’anno che si parla della possibilità di una recessione dell’economia statunitense. Tuttavia, qualche mese fa si pensava che la recessione non sarebbe iniziata prima del prossimo anno. La guerra delle sanzioni dell’Occidente collettivo ha innescato un aumento inflazionistico dei prezzi a livello mondiale.

  • Thumbnail for the post titled: Disturbare lo status quo

    Disturbare lo status quo

    Tre anni fa, l’economia pakistana si è contratta e la crescita è stata pari a meno 0,5%. L’anno successivo, il 2020-21, il tasso di crescita è balzato al 5,7%, più del doppio dell’obiettivo iniziale fissato dal governo per quell’anno. È la cosiddetta “ripresa a V” dopo la Covid-19.

  • Thumbnail for the post titled: Sulla dipendenza economica del Pakistan

    Sulla dipendenza economica del Pakistan

    Il 31 maggio, il Primo Ministro pakistano Shahbaz Sharif, in una conversazione telefonica con il Primo Ministro britannico Boris Johnson, ha dichiarato che per stabilizzare l’economia dell’Afghanistan e soddisfare le esigenze di base dei suoi residenti, è necessario sbloccare le sue risorse internazionali

  • Thumbnail for the post titled: L’era del Bosco Morto

    L’era del Bosco Morto

    La divisione non può più essere nascosta.
    Cos’è l’era del Bosco Morto? È lo iato tra la lenta decomposizione del corpo dell’immediato dopoguerra – il suo zeitgeist, le sue strutture politiche ed economiche – e i germogli della nuova era, appena spuntati, ma il cui stelo e le cui foglie non sono ancora visibili.

  • Thumbnail for the post titled: L’OI-CFM all’ombra dell’Ucraina e del Kashmir

    L’OI-CFM all’ombra dell’Ucraina e del Kashmir

    Il 48° incontro del 57° organismo dei membri dell’Organizzazione della Conferenza Islamica (OIC) si è concluso a Islamabad con dibattiti e dichiarazioni su questioni chiave affrontate dai paesi musulmani in tutto il mondo. È stato un evento internazionale che ha dipinto una buona immagine del Pakistan portandolo alla ribalta dei media mondiali, in particolare nel contesto del Kashmir.