Tag: Gaza

  • Thumbnail for the post titled: Perché Israele ha attaccato adesso Gaza

    Perché Israele ha attaccato adesso Gaza

    Venerdì il regime israeliano ha lanciato attacchi aerei sulla striscia di Gaza assediata e impoverita. Finora, 28 palestinesi sono stati uccisi nel bombardamento. Almeno 6 bambini e diversi combattenti della Resistenza palestinese, tra cui due comandanti del Movimento della Jihad islamica, Khaled Mansour e Taysir Jabari, sono tra i martiri. Ln risposta, la Resistenza palestinese ha lanciato, da venerdì a domenica, quasi 600 razzi e colpi di mortai verso i territori palestinesi occupati da Israele.

  • Thumbnail for the post titled: 15 anni di esperimenti falliti: miti e fatti sul blocco del gas di Israele

    15 anni di esperimenti falliti: miti e fatti sul blocco del gas di Israele

    La presunta retorica patriottica di Israele sulla lotta per gli interessi nazionali e la sovranità nasconde una banale aggressione contro la popolazione civile di Gaza.
    Sono passati quindici anni da quando Israele ha imposto un blocco totale contro la Striscia di Gaza, sottoponendo quasi due milioni di palestinesi a uno dei più lunghi e brutali blocchi a sfondo politico della storia. Il governo israeliano ha poi giustificato le sue azioni come l’unico modo per proteggere il Paese dal “terrorismo” palestinese. Questa è ancora oggi la linea ufficiale israeliana. Non molti israeliani – certamente non nel governo, ma anche nei media o nella gente comune, ad esempio – sosterrebbero che Israele è più sicuro oggi di quanto non lo fosse prima del giugno 2007.

  • Thumbnail for the post titled: Le Nazioni Unite esortano Israele a rimuovere il blocco sulla striscia di Gaza

    Le Nazioni Unite esortano Israele a rimuovere il blocco sulla striscia di Gaza

    Le Nazioni Unite (ONU) affermano di aver invitato Israele a porre fine al blocco disumano che ha imposto alla Striscia di Gaza per 15 anni.
    In una conferenza stampa organizzata martedì in occasione del 15° anniversario dell’inizio di questo assedio, Stéphane Dujarric, portavoce del Segretario generale delle Nazioni Unite, ha denunciato che, da più di 15 anni, l’enclave costiera è sotto blocco che ha causato povertà, carenza di cibo e medicine, alti tassi di disoccupazione e altre difficoltà ai suoi abitanti.

  • Thumbnail for the post titled: Trappola egiziana per Hamas

    Trappola egiziana per Hamas

    Il 24 novembre 2021, in un’intervista con Al-Mayadeen, il segretario generale della Jihad Islamica Palestinese (PJI) Ziyad Al-Nakhalah ha criticato “leggermente” la leadership di Hamas per aver aperto uffici di registrazione per i lavoratori di Gaza per “lavorare nelle città israeliane”. Ziyad ha continuato parlando di altri piani per gli alleati di Washington per la Striscia di Gaza. Ad esempio, l’Egitto ha proposto l’idea di creare una “seconda Dubai” a Gaza, e la giunta vuole anche creare una città del divertimento di fronte a Rafah, dove i palestinesi si aspettano “libera circolazione”.