Tag: Georgia

  • Thumbnail for the post titled: Il vertice della CSI e la geopolitica del potere responsabile

    Il vertice della CSI e la geopolitica del potere responsabile

    Il 26 e 27 dicembre 2022 si è tenuta a San Pietroburgo una riunione informale dei capi di Stato della CSI. Hanno partecipato il Presidente russo Vladimir Putin, il Presidente azero Ilham Aliyev, il Primo Ministro armeno Nikol Pashinyan, il Presidente bielorusso Alexander Lukashenko, il Presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev, il Presidente kirghizo Sadyr Zhaparov, il Presidente tagiko Emomali Rakhmon, il Presidente turkmeno Serdar Berdymukhamedov e il Presidente uzbeko Shavkat Mirziyoyev. Cioè i leader dei nove Stati che facevano parte dell’URSS. Tra gli assenti, gli Stati baltici, la Georgia, la Moldavia e l’Ucraina. Per la Lettonia, la Lituania e l’Estonia la situazione è chiara: da tempo fanno parte del blocco dell’UE e della NATO.

  • Thumbnail for the post titled: Guerra ibrida biologica

    Guerra ibrida biologica

    Il tema dello sviluppo di armi biologiche da parte degli Stati Uniti, con il pretesto della ricerca, è già ampiamente trattato dalla stampa internazionale. Di solito si ricordano i precedenti storici dell’uso di agenti biologici e chimici da parte degli Stati Uniti contro altri Paesi. I piani contro la Repubblica di Cuba, ad esempio.

  • Thumbnail for the post titled: Come gli interessi dei ricchi dominano Washington

    Come gli interessi dei ricchi dominano Washington

    La scomparsa dell’URSS nel 1991 ha fatto sì che milioni di russi vivessero al di fuori della Federazione. All’inizio degli anni Novanta, un gran numero di russi si è trovato a risiedere nella nuova Ucraina indipendente, dove molti di loro hanno vissuto senza adeguati diritti.

  • Thumbnail for the post titled: Gli Stati Uniti puntano a trasformare gli insetti in armi biologiche

    Gli Stati Uniti puntano a trasformare gli insetti in armi biologiche

    I piani per la formulazione di nuove armi biologiche da parte degli Stati Uniti sono stati rivelati da fonti russe e cinesi, che confermano ancora una volta le preoccupazioni emerse circa i biolaboratori trovati dai soldati russi in Ucraina.

  • Thumbnail for the post titled: Diario dell’infermo. Idealisti, materialisti e donne [11]

    Diario dell’infermo. Idealisti, materialisti e donne [11]

    Dopo essermi ammalata, ieri ho avuto la mia prima conversazione pubblica, non online, ma faccia a faccia. Non sono ancora tornato in patria, quindi la conversazione si è svolta nella cerchia degli amici ortodossi russi di Mosca, che conosco bene.

  • Thumbnail for the post titled: Diario dell’infermo. Idealisti, materialisti e donne [1/6]

    Diario dell’infermo. Idealisti, materialisti e donne [1/6]

    È molto difficile e innaturale per me quando tante persone mi compatiscono per la malattia che mi ha colpito e mi offrono le loro condoglianze per la morte di mio padre. Nonostante la mia più profonda gratitudine a tutti, mentre scrivo questo Diario, appena ne ho la forza, mi sforzo sempre di andare oltre il personale e discutere dei problemi del paese, perché credo che sia una cosa molto necessaria.

  • Thumbnail for the post titled: Occidente contro Russia: come raggiungere il punto di non ritorno

    Occidente contro Russia: come raggiungere il punto di non ritorno

    L’Ucraina è un problema multiplo per la Russia, in parte perché questa è l’intenzione di Washington e in parte a causa di errori strategici russi.
    La Russia è diventata un problema per Washington nel 2007, quando il presidente Vladimir Putin ha annunciato alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco la fine dell’unipolarità americana. Il ritorno della Russia come vincolo all’unilateralismo statunitense ha fatto infuriare i neoconservatori.

  • Thumbnail for the post titled: Dove termina l’espansione della NATO?

    Dove termina l’espansione della NATO?

    Dopo la caduta del muro di Berlino nel 1989 e lo scioglimento del Patto di Varsavia, iniziò la disgregazione dell’URSS. Ma la dissoluzione non si fermò con le 14 «repubbliche» sovietiche che dichiararono la loro indipendenza da Mosca. La decomposizione era appena iniziata.