Tag: idea

  • Thumbnail for the post titled: L’eurasiatismo ieri e oggi, la Russia e oltre [3]

    L’eurasiatismo ieri e oggi, la Russia e oltre [3]

    L’imperativo geopolitico eurasiatico consiste nel liberare l’Estremo Oriente dalle basi militari americane, in primo luogo il Giappone, soggiogato e umiliato dai barbari bombardamenti del 1945. È così che l’Occidente promuove i suoi valori: sulle ali dei bombardieri strategici che infliggono la morte atomica a centinaia di migliaia di civili completamente innocenti. È così che l’Occidente ha conquistato le sue teste di ponte, installando basi militari al di fuori delle giurisdizioni locali, dettando la propria volontà e continuando a violentare non solo militarmente, ma anche economicamente e culturalmente il Giappone e imponendo rigidamente i propri surrogati.

  • Thumbnail for the post titled: L’eurasiatismo ieri e oggi, la Russia e oltre [1]

    L’eurasiatismo ieri e oggi, la Russia e oltre [1]

    Il sogno russo non è un sogno dell’Europa, né un sogno dell’Asia. Il sogno russo è il sogno di una speciale civiltà eurasiatica.
    Il concetto di eurasiatismo ha acquisito una tale diffusione che da tempo sembra essere diventato qualcosa di evidente, cioè ovvio e comprensibile. Inoltre, l’ampia diffusione di questo concetto ha aperto un’altrettanto ampia gamma di interpretazioni, che spesso comportano la piena libertà di intendere l’eurasiatismo come ciò che si desidera. Allo stesso modo, ciò ha permesso a coloro che si considerano oppositori della dottrina eurasiatica di attribuire all’eurasiatismo ogni sorta di caratteristica negativa.

  • Thumbnail for the post titled: Rotture e legami

    Rotture e legami

    Per molti anni la “rivoluzione” è stata l’ideale russo. L’immagine del “rivoluzionario” è apparsa alla coscienza sociale come il più alto tipo di patriota che combina in sé l’eminenza delle intenzioni, l’amore per il popolo, gli indigenti e i sofferenti e la disponibilità al sacrificio oblativo sull’altare della felicità comune. Per quanto diversi possano essere i contenuti che i vari uomini hanno dato a questi concetti (da quello monarchico a quello anarchico), tutte le versioni sono state simili tra loro sotto un aspetto: nella fede che, attraverso la società civile organizzata, il buon senso del popolo o il coraggio disinteressato di “coloro che muoiono per la grande causa dell’amore”, essi avessero la forza e, esercitando la loro volontà, potessero spezzare i legami del male sociale e politico che aveva intrappolato la Russia e stabilire la forma più alta e perfetta di vita socio-culturale.

  • Thumbnail for the post titled: Eurasia: una visione speciale del mondo

    Eurasia: una visione speciale del mondo

    L’Eurasia non è solo un concetto geografico, ma anche un’intera teoria, un sistema e una speciale visione del mondo. La sua essenza risiede in quanto segue.
    Per secoli l’Occidente ha cercato di imporre le sue norme e i suoi criteri a tutta l’umanità. Questa è la sua politica di civilizzazione. E questo non è cambiato nel corso dei secoli, a prescindere da ciò che sta in testa all’ideologia dell’Occidente, sia essa il cattolicesimo, il protestantesimo, il modernismo, il liberalismo o il capitalismo.

  • Thumbnail for the post titled: La filosofia vincente

    La filosofia vincente

    Le riforme interne significative devono logicamente iniziare in Russia. Ciò è richiesto dalla SMO che, all’estremo, ha aggravato le contraddizioni con l’Occidente – con l’intera civiltà occidentale moderna. Oggi chiunque vede che non è più sicuro utilizzare semplicemente le norme, i metodi, i concetti, i prodotti di questa civiltà. L’Occidente diffonde la sua ideologia insieme alle sue tecnologie, permeando tutte le sfere della vita.

  • Thumbnail for the post titled: “Abbiamo bisogno di un Paese vincitore”: la Russia sta per subire cambiamenti radicali

    “Abbiamo bisogno di un Paese vincitore”: la Russia sta per subire cambiamenti radicali

    Le élite sono con le spalle al muro: l’operazione speciale richiede riforme patriottiche ora, immediatamente, ma se saranno realizzate “dall’alto” o diventeranno una necessità a causa dell’imminente crollo del vecchio sistema, è impossibile dirlo. Dopo tutto, i “selvaggi anni ’90” non sono ancora scomparsi del tutto.

  • Thumbnail for the post titled: Tre mesi della SMO: la Russia ha fatto bene, ma…

    Tre mesi della SMO: la Russia ha fatto bene, ma…

    Sono passati quasi tre mesi dall’inizio dello SMO (Special Military Operation – Operazione Militare Speciale) in Ucraina. Si possono trarre alcune conclusioni. Non prendo in considerazione l’aspetto militare dell’operazione, che richiede un parere di esperti in strategia militare, e non si può parlare di tutto mentre la battaglia è in corso.

  • Thumbnail for the post titled: Le cinque lezioni di Carl Schmitt per la Russia: #2

    Le cinque lezioni di Carl Schmitt per la Russia: #2

    Nel suo libro Il concetto di politico, Carl Schmitt esprime una verità straordinariamente importante: “Un popolo esiste politicamente solo se forma una comunità politica indipendente e si contrappone ad altre comunità politiche per conservare la propria comprensione della sua specifica comunità”. Sebbene questo punto di vista sia completamente in disaccordo con la demagogia umanistica caratteristica del marxismo e delle teorie liberal-democratiche, tutta la storia del mondo, compresa la storia reale (non quella ufficiale) degli stati marxisti e liberal-democratici, dimostra che tale fatto è effettivamente vero nella pratica, anche se la coscienza utopica e post-illuminista è incapace di riconoscerlo.

  • Thumbnail for the post titled: Diario dell’infermo. Idealisti, materialisti e donne [7]

    Diario dell’infermo. Idealisti, materialisti e donne [7]

    La nostra fede ci insegna che la migliore condizione umana è il compimento volontario della volontà del Signore. Questa più grande virtù può essere raggiunta dall’uomo nella totale negazione della propria volontà e nel conoscere e fare la volontà di Dio. Questa è un’altezza irraggiungibile per noi.
    Siamo sempre in preda a un “io voglio” e a volte, se questo “io voglio” coincide con la volontà del Signore, roviniamo tutto con il nostro egoismo e la nostra arroganza.

  • Thumbnail for the post titled: 9 maggio, la Vittoria è già nostra

    9 maggio, la Vittoria è già nostra

    Il 9 maggio è una data importantissima per la storia della Russia e del suo popolo, è il Giorno della Vittoria che pose fine alla cosiddetta Grande guerra patriottica, durata dal 1941 al 1945, momento in cui i tedeschi firmarono la resa a Berlino e il nazismo “ad est” venne sconfitto.