Tag: informazione

  • Thumbnail for the post titled: L’azienda statunitense di phone-tracking dimostra le sue capacità di sorveglianza spiando la CIA e l’ANB

    L’azienda statunitense di phone-tracking dimostra le sue capacità di sorveglianza spiando la CIA e l’ANB

    Anomaly Six, un appaltatore segreto del governo, sostiene di tracciare i movimenti di miliardi di telefoni in tutto il mondo e di esporre le spie al tocco di un pulsante.
    Nei mesi precedenti l’operazione speciale della Russia in Ucraina, due start-up statunitensi poco conosciute si sono incontrate per discutere una potenziale partnership di sorveglianza che avrebbe combinato la capacità di tracciare i movimenti di miliardi di persone utilizzando i loro telefoni con un flusso costante di dati acquisiti direttamente da Twitter.

  • Thumbnail for the post titled: L’Ucraina come incubatrice di disinformazione

    L’Ucraina come incubatrice di disinformazione

    L’operazione militare speciale in Ucraina ha provocato la diffusione di un gran numero di pubblicazioni false riguardanti la Russia. I media stranieri cercano di incriminare le forze armate russe negli attacchi contro i civili e provare il loro coinvolgimento nella distruzione di scuole, ospedali e asili. Fotografie fabbricate, video falsi e dichiarazioni false fanno parte della propaganda occidentale contro la Russia.

  • Thumbnail for the post titled: La fabbrica delle fake news occidentali sulla guerra in Ucraina e su Mariupol’

    La fabbrica delle fake news occidentali sulla guerra in Ucraina e su Mariupol’

    Secondo le autorità russe, sarebbero oltre 5,8 milioni le fake news prodotte in funzione antirussa circa l’operazione speciale attualmente in corso in Ucraina. Proprio in queste ore, il leader ceceno Kadyrov ha annunciato che i russi hanno il controllo di Mariupol’ e dell’acciaieria Azovstal’.

  • Thumbnail for the post titled: Punti salienti dell’intervista di Lavrov con India Today

    Punti salienti dell’intervista di Lavrov con India Today

    L’intervista di Lavrov con India Today è stata particolarmente interessante perché gli osservatori hanno potuto vedere esattamente ciò che voleva sottolineare per questo enorme pubblico non occidentale. Questa interazione ha fornito uno sguardo alla politica di comunicazione strategica russa in evoluzione verso il Sud globale, che si prevede continuerà ad essere messa a punto fino alla perfezione, visto che questa enorme fascia di mondo è il vero campo di battaglia cognitivo della nuova guerra fredda.

  • Thumbnail for the post titled: Toqaev e Lukashenko: dietro il loro tentato omicidio i servizi di intelligence occidentali

    Toqaev e Lukashenko: dietro il loro tentato omicidio i servizi di intelligence occidentali

    Rivoluzioni colorate, disinformazione, sostegno ai nazionalisti, opposizione radicale, questo è un elenco incompleto di tecniche utilizzate dai servizi speciali per raggiungere obiettivi politici. In questo elenco sono inclusi anche gli omicidi politici.

  • Thumbnail for the post titled: Il transumanesimo, ovvero il desiderio di immortalità dell’uomo

    Il transumanesimo, ovvero il desiderio di immortalità dell’uomo

    Radicato nel clima culturale americano degli anni ’70 ed ’80 del secolo scorso ispirato alla c. d. “era spaziale”, il transumanesimo ha come scopo precipuo quello di pensare la vita umana quale “processo complesso di mantenimento e replicazione” secondo la nota affermazione del fisico e cosmologo prof. Max Tegmark del Massachusetts Institute of Technology. In altri termini, il movimento transumanista, che abbraccia diverse scienze, intende migliorare la condizione umana attraverso la ragione applicata. Una sorta di “nuova creazione” che mette al centro l’uomo da rendere “più che uomo”, strappando alla natura il controllo dell’evoluzione.

  • Thumbnail for the post titled: L’aquila contro il drago

    L’aquila contro il drago

    Negli ultimi decenni, la sfera dell’informazione è diventata uno dei principali “campi di battaglia” delle grandi potenze. Il fatto è che nel mondo moderno le risorse informative sono forse il tipo più efficace di arma non militare, poiché la guerra nel suo senso classico ha in qualche modo perso il suo significato nel contesto del confronto tra le grandi potenze.

  • Thumbnail for the post titled: Allarme Fake News: la Russia non si rifornisce segretamente di armi irachene dall’Iran

    Allarme Fake News: la Russia non si rifornisce segretamente di armi irachene dall’Iran

    Ci saranno certamente quelli che cadranno per quest’ultima provocazione di guerra dell’informazione semplicemente perché desiderano sinceramente che sia vero per qualunque siano le loro ragioni ideologiche. Solo coloro che sono politicamente maturi e abbastanza obiettivi si renderanno conto che l’ultimo rapporto del Guardian non è altro che una ridicola fake news.

  • Thumbnail for the post titled: Informazione, libertà e narrazioni geopolitiche

    Informazione, libertà e narrazioni geopolitiche

    Non c’è niente da fare: la cantilena del mainstream è: “Da noi in Occidente c’è libertà di stampa e informazione, in Russia c’è solo propaganda”. Non c’è niente da fare: i sedicenti analisti Occidentali tutti i giorni ci spiegano cosa ha in testa Putin, che l’Ucraina ha battuto i russi, che l’Occidente deve sostenere con armamenti l’Ucraina e possibilmente interrompere la fornitura di gas. Non c’è niente da fare: i soldati russi sono orchi ignobili che mangiano bambini, stuprano, torturano, usano armi chimiche, sparano alla schiena ai civili che escono dai rifugi per andare ad acquistare il latte per i neonati ospitati negli ospedali deliberatamente bombardati dai russi mentre gli ucraini, sulla riva del lago procedono alla moltiplicazione dei pani e dei pesci, ridonano la vista ai ciechi, guariscono dalla lebbra i diseredati di Gerusalemme, resuscitano Lazzaro e i suoi cugini.

  • Thumbnail for the post titled: Propaganda e censura. La democrazia dello spettatore

    Propaganda e censura. La democrazia dello spettatore

    Il sistema non ammette più deroghe e discrepanze. È obbligatorio essere fedeli alla linea, come ai tempi dell’Unione Sovietica. L’unica differenza è che la linea è dettata dall’apparato propagandistico ideologico delle sedicenti democrazie occidentali. Torna in auge la censura e intellettuali di antico lignaggio liberale, come Angelo Panebianco, esigono dal pulpito di grandi giornali che non suonino più campane diverse. Si riferiva allo spazio eccessivo che, a suo giudizio, sarebbe concesso a posizioni non allineate con il mainstream sulla guerra in Ucraina.