Tag: internazionale

  • Thumbnail for the post titled: La dimensione umanitaria poco discussa della posizione dell’Ungheria verso il conflitto ucraino

    La dimensione umanitaria poco discussa della posizione dell’Ungheria verso il conflitto ucraino

    Sarebbe un tradimento degli interessi nazionali oggettivi dell’Ungheria armare l’Ucraina, poiché ciò metterebbe indirettamente in pericolo i suoi co-etnici a causa dell’aumento della probabilità di attacchi russi nella regione storica del loro Paese, amputata da Stalin, e li metterebbe direttamente in pericolo se Kiev decidesse di reprimere violentemente la minoranza ungherese con qualsiasi pretesto inventato.

  • Thumbnail for the post titled: SPIEF: “Nuovo mondo, nuove opportunità”

    SPIEF: “Nuovo mondo, nuove opportunità”

    Il 15 giugno è iniziato a San Pietroburgo il XXV Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo. Tradizionalmente, è considerato il principale evento economico internazionale organizzato dalla Russia per attirare investitori stranieri e mostrare le prospettive di sviluppo dell’economia russa. Il forum si è tradizionalmente concentrato sui paesi occidentali, tuttavia, con il deterioramento delle relazioni, soprattutto dopo la riunificazione con la Crimea nel 2014, le sue dimensioni orientale e meridionale sono diventate sempre più importanti.

  • Thumbnail for the post titled: La proposta di referendum sull’accordo di pace dell’Ucraina è una distrazione demagogica

    La proposta di referendum sull’accordo di pace dell’Ucraina è una distrazione demagogica

    Il presidente ucraino Zelensky ha proposto di sottoporre un potenziale accordo di pace con la Russia a un referendum a causa dei potenziali compromessi che potrebbe comportare, il che ha spinto il portavoce presidenziale russo Peskov a rispondere che “mettere [i termini] davanti al pubblico, in questo momento, può solo minare i negoziati che stanno già andando molto più lentamente e sono meno sostanziali di quanto vogliamo che siano”. Ciononostante, farlo servirebbe da distrazione demagogica dall’ultima svolta del leader ucraino verso la dittatura che si è rapidamente dispiegata dopo che ha messo al bando molteplici partiti di opposizione (anche se vistosamente non i movimenti neonazisti come quello di Azov che serve a fianco delle forze armate del suo paese) e consolidato tutti i canali televisivi nazionali in un’unica piattaforma.

  • Thumbnail for the post titled: Sul riconoscimento delle due Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk

    Sul riconoscimento delle due Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk

    Il Presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin, ha firmato il decreto per il riconoscimento, sul piano internazionale, delle due Repubbliche di Donetsk e Lugansk dopo una risoluzione in questa direzione approvata dalla Duma di Stato in data 15 febbraio 2022.