Tag: lezione

  • Thumbnail for the post titled: Dugin a Shanghai: Multipolarità, Unipolarità, Egemonia – Terza Lezione [2]

    Dugin a Shanghai: Multipolarità, Unipolarità, Egemonia – Terza Lezione [2]

    C’è un altro unipolarismo, “nascosto”, “segreto” o “implicito”, che è il globalismo, il multilateralismo e il cosiddetto “No Polarity” promosso dal capo del Council on Foreign Relations. Chiamiamo tutto questo “globalizzazione”. Globalizzazione significa che tutti i sistemi, le società, i popoli e i Paesi del mondo accetteranno la via occidentale del progresso, dello sviluppo, dei diritti umani, della democrazia e del liberalismo.

  • Thumbnail for the post titled: Dugin a Shanghai: Relazioni internazionali e geopolitica – Seconda Lezione [5]

    Dugin a Shanghai: Relazioni internazionali e geopolitica – Seconda Lezione [5]

    La nuova strategia Heartland non può più essere bipolare, può essere solo multipolare, con tutta sincerità. Non si tratta di una sorta di versione “nascosta” del vecchio bipolarismo, perché questo è impossibile nella situazione attuale. Non possiamo permettere che il Sea Power domini il Land Power. Questo è essenziale, alla fine, e possiamo renderlo possibile solo con l’aiuto di altri poli.

  • Thumbnail for the post titled: Dugin a Shanghai: Relazioni internazionali e geopolitica – Seconda Lezione [2]

    Dugin a Shanghai: Relazioni internazionali e geopolitica – Seconda Lezione [2]

    Il vero fondatore della geopolitica, Sir Halford John Mackinder, era un geografo politico e fondatore della London School of Economics. È stato uno dei principali pensatori dell’imperialismo britannico. Cercando di mettere insieme tutte le minacce, i principi, le prospettive e la “logica” dell’imperialismo britannico, nonché di prepararne il futuro in modo pratico, Mackinder giunse alla prima visione che era una sorta di risultato dei precedenti approcci alla geografia politica.

  • Thumbnail for the post titled: Dugin a Shanghai: Relazioni internazionali e geopolitica – Lezione 4

    Dugin a Shanghai: Relazioni internazionali e geopolitica – Lezione 4

    Possiamo anche considerare i dibattiti nelle Relazioni Internazionali, come quello tra Realismo e Liberalismo nelle Relazioni Internazionali. Questa è una parte importante della scienza. La disciplina delle Relazioni Internazionali è dedicata a questa domanda: come i liberali pensano che la pace universale sia possibile se riduciamo la sovranità dello Stato, e come i realisti rispondono che non è così, perché ognuno cercherà di usare queste istituzioni internazionali a proprio favore.

  • Thumbnail for the post titled: Dugin a Shanghai: prima lezione di Relazioni internazionali e geopolitica – [2]

    Dugin a Shanghai: prima lezione di Relazioni internazionali e geopolitica – [2]

    Ora vedremo il contenuto della scienza delle Relazioni Internazionali.
    Le Relazioni Internazionali come disciplina hanno diverse scuole, sono diverse in molti sensi. La prima scuola, pienamente affermata, “classica”, è quella positivista. Cosa significa “positivista”? Positivismo significa che questa scuola riconosce che esiste una realtà “esterna” o “materiale” che è oggetto delle Relazioni internazionali. Esistono gli Stati, le interazioni tra gli Stati, le nazioni e le economie, e questi esistono in qualche modo indipendentemente da come li descriviamo

  • Thumbnail for the post titled: Dugin a Shanghai: prima lezione di Relazioni internazionali e geopolitica – [1]

    Dugin a Shanghai: prima lezione di Relazioni internazionali e geopolitica – [1]

    Questa lezione comprende tutte le conoscenze sulle Relazioni Internazionali. È dedicata alla disciplina, alla scienza, che si chiama Relazioni internazionali. Il corso generale prevede quattro lezioni. La prima lezione è dedicata alle Relazioni Internazionali come disciplina. La seconda, alla geopolitica. La terza, alla teoria del mondo multipolare. La quarta sarà dedicata alla Cina in tutti questi campi del pensiero teorico e accademico.