Tag: lockdown

  • Thumbnail for the post titled: Le 10 cose più inquietanti e distopiche proposte dal World Economic Forum

    Le 10 cose più inquietanti e distopiche proposte dal World Economic Forum

    Quando si parla di World Economic Forum (WEF) si allertano immediatamente le antenne dei complottisti, si irrigidiscono le giunture degli sbufalatori, così, mentre il campo si divide in schieramenti, molto spesso tendenti alla semplificazione e all’etichettatura della parte opposta, la storia procede per il suo corso, governata, che piaccia o meno, dai centri di potere.

  • Thumbnail for the post titled: Esci da Nord Stream 2, entra in Power of Siberia 2

    Esci da Nord Stream 2, entra in Power of Siberia 2

    La superpotenza militare russa, che ne ha avuto abbastanza del bullismo USA/NATO, sta ora dettando i termini di un nuovo accordo.
    Detto direttamente dal presidente Putin, suonava come un fulmine a ciel sereno: “Abbiamo bisogno di garanzie legalmente vincolanti a lungo termine, anche se sappiamo che non ci si può fidare, poiché gli Stati Uniti si ritirano spesso dai trattati che diventano non interessanti per loro. Ma è qualcosa, non solo assicurazioni verbali”.

  • Thumbnail for the post titled: Lavrov avverte: “Siamo pronti a rispondere alle provocazioni”

    Lavrov avverte: “Siamo pronti a rispondere alle provocazioni”

    Mosca sta avvertendo le “teste calde” in Ucraina a desistere dal provocare il conflitto, ma è pronta a rispondere, secondo quanto ha affermato il ministro degli Esteri Sergei Lavrov.
    Lo stesso ministro ha definito molto semplice il calcolo di Kiev e dell’Occidente: schierando truppe vicino ai confini russi, vogliono sconvolgere l’equilibrio nella regione. “Ieri Putin ha detto molto chiaramente al collegio del ministero della Difesa: abbiamo tutte le capacità necessarie per fornire una risposta adeguata, anche tecnico-militare, a qualsiasi provocazione che possa svolgersi intorno a noi”, ha sottolineato il diplomatico. Ha anche espresso preoccupazione per il fatto che Parigi e Berlino sostengano Kiev, che viola sistematicamente gli accordi di Minsk.