Tag: mondiale

  • Thumbnail for the post titled: Gli anni della vergogna

    Gli anni della vergogna

    Mi chiedo se saranno i futuri storici a definire questi anni come “gli anni della vergogna” o molto prima, per nuova consapevolezza, saremo noi stessi a parlare della vergogna di questi tempi. Gli anni in questione sono quelli successivi la Seconda guerra mondiale. I vincitori della guerra, invece di puntare a uno sviluppo armonico, hanno operato per il dominio del mondo, per diventare egemoni e tenere saldo il potere con la forza.

  • Thumbnail for the post titled: Zelenskyy ha cercato di spingere l’America verso la terza guerra mondiale

    Zelenskyy ha cercato di spingere l’America verso la terza guerra mondiale

    Fin dall’inizio della guerra per procura ucraina di Joe Biden e della NATO, Volodymyr Zelenskyy ha cercato di spingere gli Stati Uniti ad un conflitto militare diretto con la Russia e alla terza guerra mondiale. La motivazione di Zelenskyy è duplice. Primo, mantenere il potere personale e la sopravvivenza del suo regime nazista. In secondo luogo, svolgere doverosamente il ruolo di proxy dell’Ucraina nella guerra per degradare la Russia e raggiungere il vero obiettivo neocon di Joe Biden: rovesciare Vladimir Putin.

  • Thumbnail for the post titled: Sostenere la Terza Guerra Mondiale ora è solo un punto di vista mainstream

    Sostenere la Terza Guerra Mondiale ora è solo un punto di vista mainstream

    La dottrina mainstream nella seconda metà del 2022 è piena di editoriali che sostengono che gli Stati Uniti devono aumentare notevolmente le spese militari perché una guerra mondiale sta per scoppiare, e lo inquadrano sempre come se questo sarebbe qualcosa che accade agli Stati Uniti, come se le loro stesse azioni non avessero nulla a che fare con questo. Come se non fosse il risultato diretto dell’impero centralizzato statunitense che accelera continuamente verso quell’orribile evento mentre rifiuta ogni possibile rampa diplomatica a causa della sua incapacità di rinunciare al suo obiettivo di dominio planetario unipolare totale.

  • Thumbnail for the post titled: Gli obiettivi della Russia nella Guerra Mondiale

    Gli obiettivi della Russia nella Guerra Mondiale

    1. In relazione agli obiettivi già dichiarati di denazificazione e smilitarizzazione dell’Ucraina, è necessario chiarire i seguenti obiettivi. Poiché il principale nazista e militarista dell’Ucraina è il suo presidente Zelensky, i cui decreti sono usati per mobilitare la popolazione ucraina per gli omicidi, è lui e i funzionari da lui nominati che dovrebbero essere accusati di crimini di guerra contro i civili e crimini contro l’umanità, terrorismo nucleare, uso di armi chimiche e sviluppo di armi biologiche.

  • Thumbnail for the post titled: La Svizzera si riposiziona come combattente della Terza guerra mondiale

    La Svizzera si riposiziona come combattente della Terza guerra mondiale

    Chi ha a cuore la neutralità della Svizzera può dirle addio. Purtroppo lo smantellamento delle nostre fondamenta secolari è iniziato. Basta guardare il modo in cui la Svizzera si è posizionata rispetto alla guerra in Ucraina.

  • Thumbnail for the post titled: La guerra mondiale in corso e la sottomissione dei popoli europei

    La guerra mondiale in corso e la sottomissione dei popoli europei

    Le tensioni internazionali, i conflitti ed i mutamenti in corso nello scenario globale dimostrano in modo inconfutabile la fase di cambio di equilibri nell’ordine internazionale che il mondo sta attraversando.
    Si può affermare che una nuova guerra mondiale è già iniziata da tempo a causa della volontà degli Stati Uniti, quale superpotenza egemone, di mantenere la leadership perduta sulla scena internazionale.

  • Thumbnail for the post titled: Sull’orlo della Terza guerra mondiale

    Sull’orlo della Terza guerra mondiale

    Negli ultimi giorni si è assistito a un significativo spostamento dell’equilibrio di potere in Ucraina. Questo deve essere compreso nella sua interezza.
    I contrattacchi di Kiev sono stati generalmente infruttuosi nella regione di Kherson, ma, ahimè, efficaci nella regione di Kharkiv. È la situazione a Kharkiv e la ritirata forzata delle forze alleate a costituire il punto di svolta. Mettendo da parte gli effetti psicologici e i legittimi sentimenti dei patrioti, va registrato che nell’intera storia della SMO siamo arrivati al punto di non ritorno.

  • Thumbnail for the post titled: Analisi dei primi combattimenti nella Prima Guerra Mondiale, 108 anni

    Analisi dei primi combattimenti nella Prima Guerra Mondiale, 108 anni

    Il 1914 fu un anno terribile, di gran lunga peggiore di quanto si potesse immaginare all’epoca e forse tra i peggiori della Storia dell’umanità.
    Tra la fine di luglio e l’inizio di agosto del 1914, soprattutto a Parigi, Berlino e Londra, la folla percorse le strade durante gli ultimi giorni della crisi che precedeva la Prima guerra mondiale, iniziata ufficialmente il 28 luglio 1914. Alcuni tra i marciatori intonarono canzoni patriottiche, manifestarono davanti alle ambasciate nemiche e commisero atti di violenza casuale.

  • Thumbnail for the post titled: Londra sarà il primo obiettivo in caso di guerra globale

    Londra sarà il primo obiettivo in caso di guerra globale

    Londra sarà il primo obiettivo dei missili russi se scoppierà la terza guerra mondiale, avverte uno stretto alleato del presidente russo Vladimir Putin. In un discorso televisivo, Andrey Gurulyov, un vice del comitato di difesa russo, ha avvertito questo sabato che se scoppierà una guerra su vasta scala con l’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO), la Federazione Russa distruggerà “l’intero gruppo di nemici spaziali satelliti durante la prima operazione aerea” assicurando che al gigante eurasiatico “non importerà se sono americani o britannici, li vedremmo tutti come Nato”.

  • Thumbnail for the post titled: La miccia della Terza Guerra Mondiale e il catalizzatore del Nuovo Ordine Mondiale

    La miccia della Terza Guerra Mondiale e il catalizzatore del Nuovo Ordine Mondiale

    C’è una guerra per procura in Ucraina, in cui è in gioco un dilemma: il trionfo completo dell’ordine mondiale americanocentrico, o la vittoria di un ordine mondiale multipolare alternativo pro-Putin? Spade geopolitiche incrociate in un duello: da un lato l’Occidente guidato dagli Usa e dall’altro la Russia. Le parti in conflitto stanno cercando di raggiungere i propri obiettivi con l’aiuto delle ostilità che si svolgono sul territorio e utilizzando le risorse umane di un paese terzo, con il pretesto di risolverne il conflitto interno. Il regime filo-banderista in “campo” è aggressivo e provocatorio nei confronti della Federazione Russa e vassallo-pragmatico dell’Occidente.