Tag: mondiale

  • Thumbnail for the post titled: La Svizzera si riposiziona come combattente della Terza guerra mondiale

    La Svizzera si riposiziona come combattente della Terza guerra mondiale

    Chi ha a cuore la neutralità della Svizzera può dirle addio. Purtroppo lo smantellamento delle nostre fondamenta secolari è iniziato. Basta guardare il modo in cui la Svizzera si è posizionata rispetto alla guerra in Ucraina.

  • Thumbnail for the post titled: La guerra mondiale in corso e la sottomissione dei popoli europei

    La guerra mondiale in corso e la sottomissione dei popoli europei

    Le tensioni internazionali, i conflitti ed i mutamenti in corso nello scenario globale dimostrano in modo inconfutabile la fase di cambio di equilibri nell’ordine internazionale che il mondo sta attraversando.
    Si può affermare che una nuova guerra mondiale è già iniziata da tempo a causa della volontà degli Stati Uniti, quale superpotenza egemone, di mantenere la leadership perduta sulla scena internazionale.

  • Thumbnail for the post titled: Sull’orlo della Terza guerra mondiale

    Sull’orlo della Terza guerra mondiale

    Negli ultimi giorni si è assistito a un significativo spostamento dell’equilibrio di potere in Ucraina. Questo deve essere compreso nella sua interezza.
    I contrattacchi di Kiev sono stati generalmente infruttuosi nella regione di Kherson, ma, ahimè, efficaci nella regione di Kharkiv. È la situazione a Kharkiv e la ritirata forzata delle forze alleate a costituire il punto di svolta. Mettendo da parte gli effetti psicologici e i legittimi sentimenti dei patrioti, va registrato che nell’intera storia della SMO siamo arrivati al punto di non ritorno.

  • Thumbnail for the post titled: Analisi dei primi combattimenti nella Prima Guerra Mondiale, 108 anni

    Analisi dei primi combattimenti nella Prima Guerra Mondiale, 108 anni

    Il 1914 fu un anno terribile, di gran lunga peggiore di quanto si potesse immaginare all’epoca e forse tra i peggiori della Storia dell’umanità.
    Tra la fine di luglio e l’inizio di agosto del 1914, soprattutto a Parigi, Berlino e Londra, la folla percorse le strade durante gli ultimi giorni della crisi che precedeva la Prima guerra mondiale, iniziata ufficialmente il 28 luglio 1914. Alcuni tra i marciatori intonarono canzoni patriottiche, manifestarono davanti alle ambasciate nemiche e commisero atti di violenza casuale.

  • Thumbnail for the post titled: Londra sarà il primo obiettivo in caso di guerra globale

    Londra sarà il primo obiettivo in caso di guerra globale

    Londra sarà il primo obiettivo dei missili russi se scoppierà la terza guerra mondiale, avverte uno stretto alleato del presidente russo Vladimir Putin. In un discorso televisivo, Andrey Gurulyov, un vice del comitato di difesa russo, ha avvertito questo sabato che se scoppierà una guerra su vasta scala con l’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO), la Federazione Russa distruggerà “l’intero gruppo di nemici spaziali satelliti durante la prima operazione aerea” assicurando che al gigante eurasiatico “non importerà se sono americani o britannici, li vedremmo tutti come Nato”.

  • Thumbnail for the post titled: La miccia della Terza Guerra Mondiale e il catalizzatore del Nuovo Ordine Mondiale

    La miccia della Terza Guerra Mondiale e il catalizzatore del Nuovo Ordine Mondiale

    C’è una guerra per procura in Ucraina, in cui è in gioco un dilemma: il trionfo completo dell’ordine mondiale americanocentrico, o la vittoria di un ordine mondiale multipolare alternativo pro-Putin? Spade geopolitiche incrociate in un duello: da un lato l’Occidente guidato dagli Usa e dall’altro la Russia. Le parti in conflitto stanno cercando di raggiungere i propri obiettivi con l’aiuto delle ostilità che si svolgono sul territorio e utilizzando le risorse umane di un paese terzo, con il pretesto di risolverne il conflitto interno. Il regime filo-banderista in “campo” è aggressivo e provocatorio nei confronti della Federazione Russa e vassallo-pragmatico dell’Occidente.

  • Thumbnail for the post titled: Chi minaccia l’ordine mondiale

    Chi minaccia l’ordine mondiale

    L’ossessiva campagna antirussa dell’Occidente e della NATO sta ormai assumendo le sembianze di una guerra multilivello che investe ogni settore, da quello economico, energetico, a quello mediatico, oltre a quello militare. Potrebbe essere giustificabile l’attuale situazione di guerra dichiarata per essere la Russia un “minaccia all’ordine mondiale”, come lo afferma il presidente della Commissione europea, Joseph Borrel? Questa si può considerare l’accusa più grave che viene mossa alla Russia dagli eurocrati di Bruxelles e dagli oligarchi di Washington.

  • Thumbnail for the post titled: La devastazione della guerra nazi-sovietica

    La devastazione della guerra nazi-sovietica

    Tra le grandi tragedie della Seconda guerra mondiale, spesso trascurato nella storiografia occidentale, c’è il danno inflitto dalle forze armate tedesche all’Unione Sovietica e al suo popolo, il peggiore nel 1941 e nel 1942.
    La Germania nazista alla fine perse la guerra, ma tale fu la forza dei colpi che i tedeschi avevano sferrato sull’Unione Sovietica che l’invasione sarebbe stata un fattore principale dietro l’eventuale crollo dello stato comunista nel 1991.

  • Thumbnail for the post titled: Il NWO nel contesto delle teorie delle relazioni internazionali

    Il NWO nel contesto delle teorie delle relazioni internazionali

    Abbiamo bisogno di capire cosa sta succedendo a noi e intorno a noi. Per fare questo non basta il buon senso, ci devono essere delle metodologie. Consideriamo, dunque, la SMO (Special Military Operation – Operazione Militare Speciale) nel contesto di una disciplina come le Relazioni Internazionali (RI).

  • Thumbnail for the post titled: Un’operazione militare speciale è uno scontro tra due tipi di ordine mondiale

    Un’operazione militare speciale è uno scontro tra due tipi di ordine mondiale

    L’operazione militare speciale (SMO) in Ucraina è un fenomeno di portata globale. Può essere interpretato in modi diversi e le singole interpretazioni non si contraddicono ma si completano a vicenda. È uno scontro di civiltà, secondo Huntington. Dopo la fine del mondo bipolare, c’è stato un mondo unipolare (fine della storia di Fukuyama) per qualche tempo, ma è arrivato alla fine.