Tag: Mosca

  • Thumbnail for the post titled: Wang Wen in dialogo con Dugin: se la Russia cerca di risolvere i problemi, dovrebbe prendere la Cina come esempio da studiare

    Wang Wen in dialogo con Dugin: se la Russia cerca di risolvere i problemi, dovrebbe prendere la Cina come esempio da studiare

    Un dialogo con il filosofo russo Alexander Dugin, dopo la tragica morte della figlia Darya Dugina (Дарья Дугина 1992-2022) in un attentato terroristico ad agosto. Come vede l’attuale conflitto russo-ucraino e l’attuale situazione in Russia colui che i media occidentali hanno ribattezzato senza sosta “cervello di Putin”, “think tank russo” e “maestro di Stato”? Come valuta il suo rapporto con Putin?

  • Thumbnail for the post titled: Le sfide della modernità si sono rivelate insopportabili per l’attuale ordine mondiale

    Le sfide della modernità si sono rivelate insopportabili per l’attuale ordine mondiale

    Quasi nessuno è in grado di prevedere con precisione le caratteristiche del futuro in cui ci ritroveremo in tempi brevissimi, forse solo secondo standard storici. Ma è necessario provare a farlo, poiché l’unica arma unica che le persone hanno è la mente.
    Un tentativo verrà fatto anche durante il 19° incontro annuale del Club Valdai dal titolo “Il mondo dopo l’egemonia: giustizia e sicurezza per tutti”, che si terrà dal 24 al 27 ottobre a Mosca.

  • Thumbnail for the post titled: Il club di Izborsk chiede che a Daria Dugina vengano intitolate strade a San Pietroburgo e Mosca

    Il club di Izborsk chiede che a Daria Dugina vengano intitolate strade a San Pietroburgo e Mosca

    I partecipanti alla tavola rotonda organizzata dal Club di Izborsk in onore di Daria Dugina hanno appoggiato l’iniziativa dell’imprenditore Evgeny Prigozhin di intitolare una strada in onore della giornalista russa scomparsa a San Pietroburgo.

  • Thumbnail for the post titled: Per chi è suonata la campana da Mosca

    Per chi è suonata la campana da Mosca

    Dal momento del discorso di Putin e del ministro della difesa Shoigu si è voluto far sapere alcuni punti e fra questi: che la Russia è in guerra non tanto con l’esercito ucraino quanto con l’Occidente collettivo.
    • L’intera costellazione di satelliti della NATO sta lavorando contro la Federazione Russa in Ucraina (i russi lo sanno).
    • Le armi vengono fornite all’Ucraina in grandi quantità, ma la Russia sta trovando il modo di gestirle.
    • Il Comando occidentale ha sede a Kiev e dirige tutte le operazione militari in Ucraina.
    • Poco più di mille mercenari stranieri combattono al fianco di Kiev ma ci sono anche molti istruttori militari ed ufficiali della NATO.
    • Più di 70 satelliti militari e 200 civili occidentali stanno lavorando alla ricognizione della posizione dei gruppi militari russi.

  • Thumbnail for the post titled: L’attacco sventato di Kiev contro un oleodotto russo-turco era in parte finalizzato a punire Ankara

    L’attacco sventato di Kiev contro un oleodotto russo-turco era in parte finalizzato a punire Ankara

    L’FSB ha annunciato giovedì di aver sventato un tentativo di attacco terroristico da parte di cittadini russi al soldo di Kiev per far esplodere uno degli oleodotti del Paese verso la Turchia. Al momento della pubblicazione di questo articolo non sono stati rivelati altri dettagli, ma è comunque possibile estrapolare da ciò che si sa finora il motivo per cui è stato scelto questo specifico obiettivo. Non solo Kiev e i suoi patroni occidentali volevano interrompere le entrate energetiche di Mosca, ma in parte volevano anche punire Ankara.

  • Thumbnail for the post titled: L’assassinio Darya Dugina è stato uno scellerato attacco terroristico

    L’assassinio Darya Dugina è stato uno scellerato attacco terroristico

    Darya Dugina, la figlia del filosofo e professore russo Alexander Dugin, è stata assassinata sabato sera quando la jeep che stava guidando è esplosa su un’autostrada di Mosca a causa di quella che gli investigatori ritengono essere una bomba piazzata in precedenza al suo interno.

  • Thumbnail for the post titled: Limitando le mosse di Mosca, Erdogan sta giocando alla roulette russa

    Limitando le mosse di Mosca, Erdogan sta giocando alla roulette russa

    La decisione della Turchia di chiudere il suo spazio aereo agli aerei militari e civili russi diretti nel nord della Siria ha sorpreso molti osservatori. L’annuncio del ministro degli Esteri Mevlut Cavusoglu di questa decisione ai giornalisti turchi durante il suo tour in America Latina ha sollevato molte domande sulle sue future implicazioni per le relazioni russo-turche.

  • Thumbnail for the post titled: Alexey Belyaev-Guintovt: “L’impero nonostante tutto”. Come l’Eurasiatismo sta cambiando il mondo

    Alexey Belyaev-Guintovt: “L’impero nonostante tutto”. Come l’Eurasiatismo sta cambiando il mondo

    Pubblichiamo, su richiesta degli amici di Zavtra, l’intervista di Olga Andreeva all’artista russo Alexey Guintovt, rappresentante della scuola della New Seriousness, sorta agli inizi degli anni Novanta sulle rive del fiume Neva. Il suo potente immaginario, alla maniera moscovita, combina paradossalmente le tradizioni della pittura di icone ortodosse russe con le tendenze dell’Avanguardia russa e del Costruttivismo, il classicismo totalitario del grande stile sovietico con l'”artificialità” formale della Pop-Art americana. Le opere di Guintovt, già più volte Premio Kandinsky, sono esposte nei più grandi musei di tutto il mondo.

  • Thumbnail for the post titled: Occidente contro Russia: come raggiungere il punto di non ritorno

    Occidente contro Russia: come raggiungere il punto di non ritorno

    L’Ucraina è un problema multiplo per la Russia, in parte perché questa è l’intenzione di Washington e in parte a causa di errori strategici russi.
    La Russia è diventata un problema per Washington nel 2007, quando il presidente Vladimir Putin ha annunciato alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco la fine dell’unipolarità americana. Il ritorno della Russia come vincolo all’unilateralismo statunitense ha fatto infuriare i neoconservatori.