Tag: popolazione

  • Thumbnail for the post titled: La dimensione umanitaria poco discussa della posizione dell’Ungheria verso il conflitto ucraino

    La dimensione umanitaria poco discussa della posizione dell’Ungheria verso il conflitto ucraino

    Sarebbe un tradimento degli interessi nazionali oggettivi dell’Ungheria armare l’Ucraina, poiché ciò metterebbe indirettamente in pericolo i suoi co-etnici a causa dell’aumento della probabilità di attacchi russi nella regione storica del loro Paese, amputata da Stalin, e li metterebbe direttamente in pericolo se Kiev decidesse di reprimere violentemente la minoranza ungherese con qualsiasi pretesto inventato.

  • Thumbnail for the post titled: Il rating degli Stati Uniti scende

    Il rating degli Stati Uniti scende

    Gli Stati Uniti possono considerarsi il “leader del mondo libero”, ma l’Indice di sviluppo, pubblicato nel luglio 2022, colloca il Paese molto più in basso nella lista.
    Nella sua classifica globale, l’Ufficio delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile ha relegato gli Stati Uniti al 41° posto nel mondo, rispetto al precedente 32° posto. Secondo questa metodologia – un ampio modello di 17 categorie o “obiettivi”, molti dei quali si concentrano sull’ambiente e sull’equità – gli Stati Uniti si collocano tra Cuba e la Bulgaria. Entrambi i Paesi sono considerati in via di sviluppo.

  • Thumbnail for the post titled: Le armi e l’ultimo decreto del Ministro della Difesa

    Le armi e l’ultimo decreto del Ministro della Difesa

    di Filippo Borelli Con decreto del Ministro della Difesa 10 maggio 2022, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 13 maggio 2022, adottato di concerto con il Ministro degli Affari Esteri e…

  • Thumbnail for the post titled: Qual è l’essenza e il significato dell’operazione speciale delle forze armate russe in Ucraina: intervista di FAN al filosofo Dugin

    Qual è l’essenza e il significato dell’operazione speciale delle forze armate russe in Ucraina: intervista di FAN al filosofo Dugin

    Pochi hanno un senso più acuto di quello che sta accadendo oggi di Aleksandr Dugin. Pochi sono stati più profondamente immersi negli eventi in Ucraina in tutti questi otto anni. Alcuni se la prendono con lui per il fatto di difendere l’idea russa, altri lo considerano quasi l’incarnazione del male. Ma nessuno è indifferente alle sue idee.
    In un’ampia intervista per la Federal News Agency, il filosofo e ideologo del mondo russo, Alexander Dugin, ci dice cosa pensa dell’operazione speciale dell’esercito russo in Ucraina, come si differenzia la popolazione e cosa bisogna fare per essere considerati vincitori.

  • Thumbnail for the post titled: L’Ucraina come territorio esemplare di provocazione anglosassone

    L’Ucraina come territorio esemplare di provocazione anglosassone

    I pazzi dell’amministrazione statunitense e del governo britannico sono pronti a trasformare l’Ucraina in un campo radioattivo bruciato o contaminato chimicamente, indipendentemente dalle probabili numerose vittime civili. Tutto questo dovrebbe essere fatto solo per accusare la Russia di un crimine così orribile.

  • Thumbnail for the post titled: Israele, Biden e le Midterms 2022

    Israele, Biden e le Midterms 2022

    Le successive offensive militari ebraiche contro Gaza e la Cisgiordania sono sempre state protette dalla “spirale del silenzio” dei principali mass media mondiali controllati dalla lobby ebraica transnazionale, teoria formulata dalla politologa tedesca Elisabeth Noelle-Neumann nel suo libro La spirale del silenzio. L’opinione pubblica: la nostra pelle sociale (1977). Tale tesi simboleggerebbe “la formula della sovrapposizione cognitiva che stabilisce la censura attraverso un accumulo deliberato e soffocante di messaggi di un unico segno”, che produrrebbe un processo a spirale o ciclo di feedback positivo e la conseguente manipolazione dell’opinione. pubblica mondiale da parte della lobby ebraica transnazionale (diritto di Israele a difendersi).

  • Thumbnail for the post titled: Aerei sauditi bombardano la capitale dello Yemen

    Aerei sauditi bombardano la capitale dello Yemen

    I caccia bombardieri della coalizione guidata da Riyadh hanno preso di mira nove volte nelle prime ore di domenica le aree di Al-Hafa e Al-Nahdin della capitale yemenita.
    Il canale televisivo yemenita Al-Masirah ha riferito che fin dalle prime ore di questa domenica gli aerei della cosiddetta coalizione saudita hanno effettuato ripetuti bombardamenti contro diversi siti a Sanaa, la capitale dello Yemen impoverito.