Tag: presidente

  • Thumbnail for the post titled: Elezioni sottotono

    Elezioni sottotono

    Il 25 settembre si svolgeranno le elezioni politiche in Italia. Manca poco meno di una settimana e il nostro Paese avrà un nuovo parlamento, un nuovo governo e un nuovo primo ministro.
    I sondaggi danno per favorita la coalizione sovranista di centro destra: Forza Italia (il vecchio inscalfibile Silvio Berlusconi), Lega Nord (Matteo Salvini, un po’ appannato e in calo di consensi) e Fratelli d’Italia (Giorgia Meloni).

  • Thumbnail for the post titled: Caro presidente

    Caro presidente

    Tre giorni fa lo scrittore e docente allo IULM Antonio Scurati ha prodotto sul Corriere un articolo dal titolo:
    «CARO PRESIDENTE, ECCO PERCHÉ NON DEVE MOLLARE»
    Seguono alcuni estratti dal testo:
    “Esimio Presidente Draghi, mi scuso in anticipo di queste mie parole. Le sto, infatti, scrivendo per chiederle di umiliarsi.
    (…) Scendere a patti con la misera morale che spesso, troppo spesso, accompagna la condizione umana dei politicanti è mortificante per chiunque. Eppure, sicuro di interpretare il sentire di moltissimi italiani, è proprio questo che le chiedo di fare.

  • Thumbnail for the post titled: La finta crisi di Governo

    La finta crisi di Governo

    Il “non voto” da parte dei senatori del Movimento 5 Stelle sulla questione di fiducia posta dal Governo della Repubblica, per il tramite del Ministro (senza portafoglio) per i Rapporti con il Parlamento, sulla legge formale di conversione del decreto-legge “aiuti” ha aperto una (finta) crisi di natura extraparlamentare, ossia al di fuori dell’approvazione di una mozione di sfiducia ai sensi dell’art. 94 della Costituzione vigente.

  • Thumbnail for the post titled: La Corea del Sud ha un nuovo presidente

    La Corea del Sud ha un nuovo presidente

    Il presidente entrante della Corea del Sud Yoon Seok-yeol è un politico esordiente che ha attirato l’attenzione dell’opinione pubblica come procuratore grazie alle sue indagini intransigenti su alcuni degli scandali di corruzione di più alto profilo del Paese.
    Sembra intenzionato a portare la decima economia mondiale in una direzione diversa di politica estera, promettendo di abbandonare anni di delicata diplomazia e di intraprendere azioni dure nei confronti della RPDC.

  • Thumbnail for the post titled: Elezioni francesi: il popolo dice “no”, le élite dicono “sì” a Macron

    Elezioni francesi: il popolo dice “no”, le élite dicono “sì” a Macron

    Al secondo turno, Emmanuel Macron ha ricevuto il 58,55% dei voti (risultati forniti dal ministero dell’Interno francese dopo aver elaborato il 100% delle schede). La prima sera dopo l’elezione del presidente per un secondo mandato è stata già segnata da proteste su larga scala contro il “macronismo” e il liberalismo. I gilet gialli, la sinistra e la destra sono scesi in strada. Putou, il leader del partito anticapitalista, ha chiesto il rovesciamento di Macron.

  • Thumbnail for the post titled: Il popolo contro il parlamentarismo

    Il popolo contro il parlamentarismo

    Il colpo di stato costituzionale che ha avuto luogo in Pakistan non solo ha portato a cambiamenti significativi nella situazione geopolitica, ma è anche diventato il riflesso di una vecchia tendenza: l’opposizione del popolo al parlamentarismo oligarchico.
    Il sistema politico del Pakistan è caratterizzato da estrema instabilità, continui colpi di stato e omicidi. Nessuno dei primi ministri del Paese, dal momento in cui è stato fondato dagli inglesi nel 1947 ad oggi, ha lavorato fino alla fine del suo mandato. Tuttavia, per la prima volta nella storia del Pakistan, ha avuto luogo un colpo di stato sotto forma di voto a maggioranza parlamentare per un voto di sfiducia al gabinetto di Imran Khan.

  • Thumbnail for the post titled: Mettete dei draghi nei vostri cannoni

    Mettete dei draghi nei vostri cannoni

    Aveva ragione nonna Luigia: tutti i tempi vengono, ripeteva in dialetto scuotendo la testa, dall’alto dei suoi novant’anni. Chi scrive non avrebbe mai immaginato, per convinzioni e storia personale, di indignarsi per l’aumento delle spese militari italiane. Come si cambia, messi davanti alla realtà più nera. Sempre, abbiamo sognato un’Italia con un esercito forte, indipendente e bene armato, capace di difendere i confini e di accompagnare cortesemente alla porta gli occupanti da tre quarti di secolo. La pensiamo ancora così e non ci appartengono il pacifismo a gettone, le bandiere arcobaleno e le lenzuola con scritto “mettete dei fiori nei vostri cannoni”, retaggio di una canzone degli anni Sessanta del secolo passato, viste sul portone di una scuola.

  • Thumbnail for the post titled: Parere sulla fine apparente dell’emergenza sanitaria

    Parere sulla fine apparente dell’emergenza sanitaria

    Negli stessi giorni in cui l’opinione pubblica è polarizzata dalla guerra in Ucraina, il CIEB richiama l’attenzione sulla disciplina introdotta dal Decreto-Legge n. 24/22 (cosiddetto Decreto-Legge Riaperture) che – contrariamente a quanto annunciato a più riprese dal Governo e dai media – estende oltre il 31 marzo 2022, in alcuni casi a tempo indeterminato, le misure connesse allo stato di emergenza sanitaria.

  • Thumbnail for the post titled: Punti chiave del discorso del Presidente Xi Jinping a conclusione delle “due sessioni” in Cina

    Punti chiave del discorso del Presidente Xi Jinping a conclusione delle “due sessioni” in Cina

    Le “Due Sessioni” sono l’evento più importante del sistema politico cinese, iniziato il 4 marzo e già concluso. L’11 marzo si è svolta presso la Grande Sala del Popolo di Pechino la riunione conclusiva della Quinta Sessione del XII Congresso Nazionale del Popolo, alla quale ha parlato il Presidente Xi Jinping, che è anche Presidente della Commissione Militare e Segretario Generale del Partito Comunista Cinese.

  • Thumbnail for the post titled: Professori e ricercatori universitari scrivono al Governo

    Professori e ricercatori universitari scrivono al Governo

    Una nuova lettera da parte dei professori e ricercatori universitari è stata redatta e diffusa in questi giorni, a seguito dell’entrata in vigore dell’obbligo vaccinale per tutto il comparto universitario, previsto dall’ultimo Decreto-legge del 7 gennaio ed esteso dal Ministero dell’università e della Ricerca con un Decreto ulteriore il giorno seguente.