Tag: progressismo

  • Thumbnail for the post titled: Pillole programmatiche [3]: progressismo, transumanesimo e ingegneria sociale

    Pillole programmatiche [3]: progressismo, transumanesimo e ingegneria sociale

    La ragione liberale è la prospettiva ideologica coniugata con il capitalismo, come sistema di produzione. Ciò che il capitalismo esplicita in termini operativi, la ragione liberale teorizza. L’impianto etico dettato da questa diade è strutturalmente nichilista, non semplicemente in senso privativo, ma in quanto opera attivamente nel produrre disorientamento e sradicamento.

  • Thumbnail for the post titled: Altro che ambiente, abbiamo sovrasfruttato il futuro

    Altro che ambiente, abbiamo sovrasfruttato il futuro

    Quasi tutte le immagini che abbiamo di mondo sono nate, hanno prosperato e sono divenute ubique in tre condizioni:
    1) Costante crescita della popolazione
    2) Costante avanzamento tecnologico “disruptive”
    3) Costante apertura e integrazione economica

  • Thumbnail for the post titled: L’Occidente è gay. Parola loro

    L’Occidente è gay. Parola loro

    Ogni civilizzazione muore a modo suo. La nostra ha scelto di tirare le cuoia al gran ballo del Titanic, vestita – o svestita – di arcobaleno, tra luci, gridolini, sguaiata allegria di naufraghi. Sterili, con i valori invertiti, a capofitto.

  • Thumbnail for the post titled: Senza rimedio

    Senza rimedio

    Come nella malattia degenerativa, quando il malessere si mostra materialmente, nessun rimedio spirituale permette di recuperare la condizione di salute.

  • Thumbnail for the post titled: Nel cognome del padre

    Nel cognome del padre

    Ci sono pezzi che si scrivono a futura memoria, per un unico motivo, lasciare una traccia, mostrare nell’epoca del totalitarismo dolce, dell’unanimità gioiosa e zoologica delle magnifiche sorti e progressive, che alcuni strampalati non la pensavano come la massa. La corte costituzionale ha dichiarato illegittime le norme che attribuiscono ai figli il cognome del padre. I nuovi nati assumeranno quello di entrambi i genitori nell’ordine da essi concordato. I custodi della Carta (da scrivere sacralmente con la maiuscola) bollano come “discriminatoria e lesiva dell’identità del figlio” la regola in base alla quale veniva imposto il cognome paterno.

  • Thumbnail for the post titled: Illusione e realtà

    Illusione e realtà

    Osserviamo l’immagine della ruota. Più muoviamo dal centro, lungo i raggi, verso la circonferenza, più i punti si fanno distanti fra di loro. Il centro rappresenta il Principio. Allontanatici da esso viviamo in un’illusione di realtà dove si fa sempre più difficoltoso anche “incontrare” gli altri. Di più, oggi la ruota gira con tale velocità, esponendoci ai sussulti e agli inganni della manifestazione fenomenica.

  • Thumbnail for the post titled: Attacco all’uomo

    Attacco all’uomo

    Una giovane donna impegnata nel mondo della comunicazione ha ricevuto, assai perplessa, il seguente messaggio da Linkedin, la piattaforma globale che facilita contatti professionali: “mostra i tuoi pronomi sul tuo profilo, per far sapere agli altri come devono riferirsi a te”. Superata la meraviglia iniziale, apprendiamo dal sito di Linkedin “l’importanza dei pronomi e come usarli”, attraverso il giudizioso pistolotto di una signora (almeno a giudicare dalla fotografia e dal nome) esperta in “diversity, equity an inclusion”, autrice di una sorta di Bignami dell’evangelo LGBT+.

  • Thumbnail for the post titled: La battaglia culturale [2]

    La battaglia culturale [2]

    La posta in palio della battaglia culturale contemporanea è l’uomo stesso. Nel prezioso libriccino L’abolizione dell’uomo, C.S. Lewis afferma l’esistenza di un ordine morale oggettivo che gli uomini di ogni tempo e civiltà, nelle più diverse tradizioni religiose o filosofiche possono riconoscere attraverso la retta ragione. Un ordine che l’uomo può approfondire con nuove intuizioni, ma al quale non può contribuire con invenzioni, come non può “immaginare un nuovo colore primario, creare un nuovo sole e un nuovo firmamento.” Lewis avverte dell’emergere di innovatori sociali – i Condizionatori – che, innalzando la bandiera del soggettivismo, postulano che l’ordine oggettivo può essere arbitrariamente trasformato e sostituito.

  • Thumbnail for the post titled: La battaglia culturale [1]

    La battaglia culturale [1]

    Uno dei vantaggi della Rete è che permette di raggiungere figure, idee e personalità che difficilmente avremmo potuto conoscere con i mezzi di comunicazione del passato. Chi scrive è un appassionato lettore di uno scrittore spagnolo, Juan Manuel de Prada, cinquantenne pensatore “tradizionale” di origine basca. Il suo libro più recente è uno straordinario contributo alla battaglia culturale contro il cosiddetto progressismo. Il suo titolo, “Enmienda a la totalidad”, echeggia l’istituto giuridico della “modifica totale” a una legge in discussione.