Tag: referendum

  • Thumbnail for the post titled: Gli strateghi di Washington hanno sballato tutte le loro previsioni sul conflitto in Ucraina

    Gli strateghi di Washington hanno sballato tutte le loro previsioni sul conflitto in Ucraina

    Gli eventi del 20-21 settembre – l’annuncio dei referendum nei territori liberati e il discorso di Putin – hanno cambiato radicalmente il quadro diplomatico e militare del conflitto tra la Russia e la NATO sul territorio dell’Ucraina.
    L’illusione coltivata dagli anglo USA di un rapido deterioramento della forza militare russa, basata sulla impreparazione di Mosca alle misure per costituire un contingente militare adeguato, la disponibilità dimostrata inizialmente ad un negoziato, la riluttanza nel colpire i centri decisionali di Kiev e portare fino in fondo l’offensiva, in risposta ai bombardamenti ucraini sul territorio russo, tutto questo aveva creato l’impressione che fosse possibile concordare con la Russia un negoziato sul ritorno allo status quo anteriore all’inizio della offensiva del 25 del Febbraio.

  • Thumbnail for the post titled: Un secondo da mezzanotte

    Un secondo da mezzanotte

    I referendum organizzati questo fine settimana nel Donbass sono una vera svolta nella cosiddetta “guerra ucraina”. Nessuno dubita dei risultati. Come fa una popolazione di lingua russa a cui kyiv ha vietato l’uso della propria lingua materna, anche nell’educazione dei propri figli, ma soprattutto che da otto anni subisce le estorsioni dei battaglioni di rappresaglia neonazisti e i bombardamenti quotidiani , come potrebbe allora questa popolazione non dichiararsi favorevole all’adesione alla Russia. Quello che alcuni chiamano “ritorno a casa”.

  • Thumbnail for the post titled: Scenari del conflitto ucraino dopo la riunificazione della Novorossia con la Russia

    Scenari del conflitto ucraino dopo la riunificazione della Novorossia con la Russia

    Le regioni di Donetsk, Kherson, Lugansk e Zaporozhye, che storicamente comprendono la maggior parte della storica regione russa della Novorossiya, dovrebbero formalmente riunirsi alla madrepatria entro la fine della prossima settimana. Questo sviluppo rappresenterà una svolta nel conflitto ucraino, poiché l’ombrello nucleare di Mosca si estenderà naturalmente sulle regioni appena incorporate.

  • Thumbnail for the post titled: La propaganda occidentale nasconde la verità sul conflitto ucraino

    La propaganda occidentale nasconde la verità sul conflitto ucraino

    In uno scenario di guerra, bisogna sempre tenere conto che le notizie che vengono diffuse dalle due parti in causa fanno parte della propaganda. Tuttavia, troppo spesso si dimentica di analizzare criticamente le notizie che vengono diffuse dai media occidentali.

  • Thumbnail for the post titled: L’espansione russa

    L’espansione russa

    Nei prossimi giorni, dal 23 al 27 settembre, si terranno i referendum sull’adesione alla Russia nelle repubbliche popolari di Luhansk e Donetsk, nonché nelle regioni ucraine di Kherson e Zaporizhzhya.

  • Thumbnail for the post titled: I prossimi referendum nel Donbass potrebbero essere la risposta difensiva della Russia a Kharkov?

    I prossimi referendum nel Donbass potrebbero essere la risposta difensiva della Russia a Kharkov?

    Le Camere Civiche delle due Repubbliche del Donbass hanno annunciato lunedì di voler indire al più presto un referendum sull’adesione alla Russia. Margarita Simonyan, che attraverso i suoi noti ruoli mediatici esercita una massiccia influenza sulla formazione dell’opinione pubblica nel suo Paese e tra le persone favorevoli alla Russia all’estero, ha reagito a questo scenario prevedendo quanto segue su Telegram: “Oggi è il referendum, domani il riconoscimento della LPR come parte della Russia. Il giorno dopo, gli attacchi sul territorio russo diventeranno una guerra totale dell’Ucraina e della NATO contro la Russia, che slegherà le mani di Mosca sotto molti aspetti”.

  • Thumbnail for the post titled: Il fallimento della riforma costituzionale in Cile

    Il fallimento della riforma costituzionale in Cile

    Domenica 4 settembre, in Cile si è tenuto un referendum popolare sulla nuova Costituzione. Nonostante le speranze del governo di sinistra, i cittadini non hanno sostenuto la nuova versione.

  • Thumbnail for the post titled: Il valore delle azioni

    Il valore delle azioni

    Domenica 12 giugno, festa della Santissima Trinità, ma anche una calda domenica in cui gli italiani erano chiamati a votare cinque quesiti referendari. Non vi è da scandalizzarsi per l’accostamento, perché esso serve unicamente a far affiorare il tema che sarà qui sviluppato.

  • Thumbnail for the post titled: Il Kazakistan approva la riforma costituzionale e stringe nuovi accordi con la Russia

    Il Kazakistan approva la riforma costituzionale e stringe nuovi accordi con la Russia

    Dopo le proteste dello scorso gennaio, il presidente Toqaev ha indetto un referendum per riformare la costituzione kazaka. L’ex repubblica sovietica, intanto, resta saldamente nell’orbita russa e rafforza i suoi legami con Mosca.

  • Thumbnail for the post titled: Il Presidente Tokayev annuncia un referendum sull’adozione degli emendamenti alla Costituzione

    Il Presidente Tokayev annuncia un referendum sull’adozione degli emendamenti alla Costituzione

    Nel suo discorso televisivo alla nazione sulla riforma costituzionale, il Presidente del Kazakistan, Kassym-Jomart Tokayev, ha annunciato di aver firmato un decreto sulla riforma costituzionale che prevede un referendum a livello statale il 5 giugno 2022, sull’adozione di emendamenti e integrazioni alla Costituzione.