Tag: Repubblica

  • Thumbnail for the post titled: Esiste una filosofia politica nella tradizione neoplatonica?

    Esiste una filosofia politica nella tradizione neoplatonica?

    Friedrich Nietzsche, nelle sue lezioni sulla filosofia greca, ha definito Platone un rivoluzionario radicale. Platone, nell’interpretazione nietzschiana, è colui che supera la nozione greca classica di cittadino ideale: il filosofo di Platone diventa al di sopra della religiosità, contemplando direttamente l’idea del Bene, a differenza delle altre due proprietà (guerra e artigiani).

  • Thumbnail for the post titled: La melassa della Repubblica

    La melassa della Repubblica

    Ancora in branda e un po’ assonnato accendo la TV pensando: sai che melassa sul 2 giugno festa della Repubblica; i blà-blà sul lavoro, la Resistenza, la pace nel mondo, l’atlantismo, la democrazia, i giovani senza lavoro e le donne discriminate. E invece no.

  • Thumbnail for the post titled: I paradossi della Destra e della Sinistra

    I paradossi della Destra e della Sinistra

    Tutti sanno che sinistra e destra sono termini relativi come genitore e figlio o alto e basso, poiché sono concetti che dipendono l’uno dall’altro.
    È noto, inoltre, che le idee politiche di destra e di sinistra nascono da come erano schierati i parlamentari al tempo della Rivoluzione francese e ancor più nota è l’opinione del filosofo Ortega y Gasset nel suo libro La ribellione delle masse dove afferma che: «L’essere a sinistra è come essere a destra, uno degli infiniti modi in cui l’uomo può scegliere di essere un imbecille: entrambi, in effetti, sono forme di emiplegia morale».

  • Thumbnail for the post titled: “La Russia alla maniera russa”: l’operazione speciale per abolire la democrazia alla maniera occidentale è iniziata

    “La Russia alla maniera russa”: l’operazione speciale per abolire la democrazia alla maniera occidentale è iniziata

    I cambiamenti nel sistema politico russo di cui i patrioti russi hanno parlato per tanto tempo, sembrano essere proprio dietro l’angolo. Il rapporto del Kommersant sulle proposte di alcuni governatori di rinunciare alle elezioni generali per i governatori regionali assomiglia molto a un sondaggio dell’opinione pubblica sulle controriforme conservatrici “alla maniera russa”: rifiuto della “grande bugia del nostro tempo” – la democrazia liberale occidentale.

  • Thumbnail for the post titled: Un colpo di Stato di estrema destra contro la Repubblica tedesca di Weimar

    Un colpo di Stato di estrema destra contro la Repubblica tedesca di Weimar

    Poco più di un secolo fa, il 13 marzo 1920, fu attuato a Berlino un colpo di Stato di estrema destra contro la Repubblica di Weimar, noto come “Kapp Putsch”, che rappresentò un segnale di allerta precoce per l’ascesa del partito nazista.

  • Thumbnail for the post titled: Dittatura in movimento: candidati filorussi privati di patrocinio?

    Dittatura in movimento: candidati filorussi privati di patrocinio?

    In Francia, stiamo affrontando il quinto anno di dittatura. Régis de Castelnau ha ricordato: “La campagna per le elezioni presidenziali del 2022 è un grande rivelatore della diseredazione politica in cui si trova il nostro paese. Nel 2017, un trio composto dall’alta funzione pubblica statale, l’oligarchia economica e la magistratura politicizzata, ha organizzato un colpo di stato per eleggere un completo sconosciuto alla suprema magistratura. Contando sulla maggior parte dell’armatura politica del partito socialista, Emmanuel Macron ha così realizzato una presa di posizione che dà il tocco finale alla distruzione delle istituzioni repubblicane.

  • Thumbnail for the post titled: Il gatto e la volpe

    Il gatto e la volpe

    No, i due in questione non sono quelli a cui state pensando voi, anche se uno ha nominato l’altro e il secondo ha fatto eleggere il primo.
    Perché la questione è che di gatti e di volpi, in questo Paese, ce ne sono tanti, forse troppi, e quindi diventa difficile intendersi al volo.

  • Thumbnail for the post titled: La coerenza e la vergogna

    La coerenza e la vergogna

    Il figlio di Bernardo Mattarella resta presidente della Repubblica. Il bancario del Britannia resta al governo con i suoi accoliti. Il “Dottor Sottile” è il nuovo Presidente della Corte costituzionale. Il Parlamento continua ad autosputtanarsi, e così tutti i Partiti.

  • Thumbnail for the post titled: Il fallimento del green pass e i colori delle regioni

    Il fallimento del green pass e i colori delle regioni

    Il decreto-legge n. 105/2021 convertito, con modificazioni, nella legge formale n. 126/2021 ha, nella disposizione normativa di cui all’art. 2, modificato i criteri per l’assegnazione del colore delle Regioni italiane. Da lunedì 24 gennaio 2022 sono salite a 5 le Regioni in zona arancione. Alla Valle d’Aosta/Vallèe d’Aoste (che ha rischiato di finire in zona rossa) si sono aggiunte Abruzzo, Friuli-Venezia Giulia, Piemonte e Sicilia, mentre a quelle già in giallo si sono affiancate Puglia e Sardegna.

  • Thumbnail for the post titled: Non dobbiamo cambiare il Presidente, dobbiamo cambiare la Repubblica

    Non dobbiamo cambiare il Presidente, dobbiamo cambiare la Repubblica

    Siamo giunti al fatidico e tanto atteso inizio delle elezioni del nuovo Presidente della Repubblica Italiana. Il teatrino della politica, che è pur sempre un piacevole diletto per molti, prosegue secondo le sue tradizioni, mentre una ingente massa di italiani si distrae per commentare e seguire con spasmodica attenzione le consultazioni in corso. Ci piace, a noi italiani, diventare “tuttologi” per ogni cosa che il sistema mediatico di propone, e a onor del vero ci riesce anche bene perché siamo un popolo di carico di creatività e con la voglia di fare, perciò ogni occasione è buona per esprimere la propria opinione.