Tag: rinascita

  • Thumbnail for the post titled: Morte e Rinascita tra il mito di Taliesin, la Fenice e la storia della vita sulla Terra

    Morte e Rinascita tra il mito di Taliesin, la Fenice e la storia della vita sulla Terra

    “La terra non deve morire, deve vivere! … ma c’è qualcosa di malsano che la sta uccidendo: la specie umana, una piccola creatura vivente. La sua evoluzione ha preso una piega sbagliata. La specie umana risorgerà per edificare una nuova civiltà… deve ritornare ad essere nulla per potere rinascere ad una nuova vita….

  • Thumbnail for the post titled: L’origine, l’evoluzione e lo sviluppo della Vita, Morte e Rinascita tra Scienza, Filosofia e Cinema [7]

    L’origine, l’evoluzione e lo sviluppo della Vita, Morte e Rinascita tra Scienza, Filosofia e Cinema [7]

    La colonna sonora di questo prologo è affidata a Funeral Canticles di John Taverner, presa dall’ opera Corale Eternity’s Sunrise, L’alba dell’eternità, una stupenda opera concepita sullo Stile del canto sacro, che va dal canto Gregoriano alla polifonia medioevale e rinascimentale fino a giungere all’Ave Verum Corpus K 639 di Mozart.

  • Thumbnail for the post titled: L’origine, l’evoluzione e lo sviluppo della Vita, Morte e Rinascita tra Scienza, Filosofia e Cinema [6]

    L’origine, l’evoluzione e lo sviluppo della Vita, Morte e Rinascita tra Scienza, Filosofia e Cinema [6]

    La porta è il simbolo del passaggio da uno stadio precedente ad uno nuovo. Nella mitologia romana, Giano è il guardiano delle entrate, colui che decide chi entra in una nuova dimensione. Nella mitologia Sumera, tre demoni sono i custodi delle porte, e per superare ogni porta ed entrare, c’è una prova diversa da affrontare.

  • Thumbnail for the post titled: L’origine, l’evoluzione e lo sviluppo della Vita, Morte e Rinascita tra Scienza, Filosofia e Cinema [4]

    L’origine, l’evoluzione e lo sviluppo della Vita, Morte e Rinascita tra Scienza, Filosofia e Cinema [4]

    Seguendo le intuizioni di Stuart Kauffmann, esposte nei suoi libri Esplorazioni evolutive e A casa nell’ universo, possiamo affermare che la vita nasce dalla non vita, dall’assenza di vita; per la sua capacità auto – organizzativa. Ciò fa comprendere che la morte della materia organica non esiste; perché anche la materia stessa si organizza e si struttura; esiste soltanto un sistema autorganizzante e auto – organizzativo, il quale regola e attiva tutte le strutture viventi e non viventi, organiche e inorganiche. Ciò significa che la vita sulla Terra era un qualcosa di inevitabile e di predisposto, in quanto la sua struttura autorganizzativa era presente in ogni sistema complesso.

  • Thumbnail for the post titled: L’origine, l’evoluzione e lo sviluppo della Vita, Morte e Rinascita tra Scienza, Filosofia e Cinema [2]

    L’origine, l’evoluzione e lo sviluppo della Vita, Morte e Rinascita tra Scienza, Filosofia e Cinema [2]

    La storia della terra è stata divisa in tre grandi ere: il Paleozoico, il quale comprende il Cambriano, l’Ordoviciano, il Siluriano, il Devoniano e il Permiano, va dalle prime forme di vita pluricellulari e complesse fino allo sviluppo dei primi vertebrati terrestri come i Tetrapodi. Il Mesozoico, è l’epoca più conosciuta in quanto è l’epoca dei dinosauri, divisa a sua volta dal geologo inglese Charles Lyell in Triassico, Giurassico e Cretaceo. Il Cenozoico si sviluppa in numerose epoche: esso va dalla grande estinzione dei dinosauri fino alla comparsa della specie umana, circa 6 milioni di anni fa (Paleocene, Eocene, Oligocene, Miocene, Pliocene, Pleistocene, Olocene/ Neozoico).

  • Thumbnail for the post titled: L’origine, l’evoluzione e lo sviluppo della Vita, Morte e Rinascita tra Scienza, Filosofia e Cinema

    L’origine, l’evoluzione e lo sviluppo della Vita, Morte e Rinascita tra Scienza, Filosofia e Cinema

    Tra le domande più importanti che tutti i grandi pensatori dovrebbero porsi c’ è sicuramente quella su come ha avuto origine la vita sulla Terra, e di conseguenza la nostra stessa vita. Com’è è nata la vita sulla Terra? come si sono sviluppate le prime forme di vita? la vita sulla Terra segue una direzione lineare oppure caotica e frattale? In questa mio studio non analizzo il tempo o le conflagrazioni cosmiche (che ho analizzato nei miei studi precedenti), ma una questione che riguarda tutti noi in prima persona, che ha interrogato generazioni intere di grandi pensatori di ogni epoca, dai presocratici ai nostri giorni. Il tempo ci riguarda ovviamente di persona, ed è stato indagato da molte personalità della filosofia e della scienza; ma si tratta pur sempre di un concetto che può essere separato da noi e dalla nostra essenza più profonda.

  • Thumbnail for the post titled: L’individuo e il suo rapporto con il mondo e il divenire della vita [3/3]

    L’individuo e il suo rapporto con il mondo e il divenire della vita [3/3]

    Ma soltanto se l’individuo assoluto si trasforma nella forza distruttrice del Dionisiaco e ne assorbe l’essenza che può vincere nel mondo; altrimenti, se resta ancorato al lato falso dell’Apollineo, resta travolto dal Divenire incessante del mondo. Quindi, l’Individuo assoluto ormai ha capito, una volta giunto alla giusta maturazione e consapevolezza di ciò che lo circonda, che
    “Polemos è il Padre di tutte le cose, e di tutte le cose egli è re “(Diel / Khanz, Frammento in “Confutazione di tutte le Eresie, Libro 9, 9, 4 di Ippolito di Roma).

  • Thumbnail for the post titled: Come una foglia che danza con il vento

    Come una foglia che danza con il vento

    Avete presente quella sensazione di angoscia più o meno intensa, che si prova quando ci si distacca da qualcosa o qualcuno a cui si è molto abituati o affezionati? Quel lieve fastidio interiore, quella percezione di cambiamento che è al tempo stesso morte e rinascita, per tante persone è una costante degli ultimi due anni. La cosiddetta pandemia, non nel senso medico ma in quello di reset dell’umanità intera, ci sta costringendo a cambiare qualcosa dentro di noi. È inevitabile. Dobbiamo fare un cambiamento e ciò significa che qualcosa sarà diverso da prima, c’è un distacco. Così come la foglia si stacca dall’albero, ignara di dove la porterà il vento d’inverno, così ci stiamo tutti staccando dalle certezze e dagli schemi che fino poco tempo fa credevamo essere perfetti e intramontabili.
    Come porsi davanti a questa morte a se stessi, necessaria per rinascere a vita nuova?

  • Thumbnail for the post titled: Il tempo di morire

    Il tempo di morire

    È il titolo di una famosa canzone di Lucio Battisti, i vecchi come me se la ricordano bene, era una di quelle che non mancavano alle feste nei garage primi anni settanta, dove un giradischi e qualche luce colorata e soffusa sapevano creare un mondo parallelo.

  • Thumbnail for the post titled: E anche quest’anno è arrivato il Natale… ma il vero Natale è ogni giorno

    E anche quest’anno è arrivato il Natale… ma il vero Natale è ogni giorno

    Anche quest’anno è arrivato il Natale… e già, come passa il tempo. Ti svegli che siamo a Luglio e ti ritrovi a Dicembre, con la città piena di luci, di festa, di gente, di bambini…. e di persone mascherate!! Quasi quasi lo stavo per dimenticare!