Tag: Savitsky

  • Thumbnail for the post titled: I fondamenti geografici e geopolitici dell’Eurasiatismo [2]

    I fondamenti geografici e geopolitici dell’Eurasiatismo [2]

    Il mondo eurasiatico è un mondo di “sistemi di zone sia periodiche che simmetriche”. I confini delle principali zone eurasiatiche si conformano con notevole precisione all’estensione di alcuni confini climatici. Ad esempio, il confine meridionale della tundra corrisponde alla linea che unisce il punto di umidità relativa media annua del 79,5% alle 13.00 (l’umidità relativa pomeridiana è particolarmente importante per la vita della vegetazione e dei suoli). Il confine meridionale della zona forestale si trova lungo la linea che unisce i punti con la stessa umidità relativa del 67,5%. Il confine meridionale della steppa (con la sua punta nel deserto) corrisponde a un’umidità relativa uniforme alle 13 del 55,5%. Nel deserto è sempre inferiore a questo valore. A questo proposito è opportuno sottolineare l’uguaglianza degli intervalli che coprono le zone di foresta e di steppa.

  • Thumbnail for the post titled: I fondamenti geografici e geopolitici dell’Eurasiatismo [1]

    I fondamenti geografici e geopolitici dell’Eurasiatismo [1]

    Ci sono molti più motivi per definire la Russia “Stato di mezzo” (Zhongguo in cinese) piuttosto che la Cina. Più passa il tempo, più questi motivi si faranno evidenti. Per la Russia, l’Europa non è altro che una penisola del Vecchio Continente che si trova a ovest dei suoi confini. In questo continente, la Russia stessa occupa lo spazio principale, il suo tronco.

  • Thumbnail for the post titled: Eurasiatismo [3]

    Eurasiatismo [3]

    Gli eurasiatisti sono attratti da quei pensatori che negano l’esistenza di un “progresso” universale che è, in ogni caso, determinato dal concetto di “cultura” sopra presentato. Se la linea evolutiva si muove in modo diverso nei vari campi, allora significa che non c’è e non può esserci alcun movimento comune verso l’alto, alcun “perfezionamento” graduale, costante e comune, nella misura in cui l’uno o l’altro ambiente culturale, o un intero numero di ambienti culturali, pur “migliorando” da uno o dall’altro punto di vista, potrebbe spesso essere in declino in un altro.

  • Thumbnail for the post titled: Eurasiatismo [2]

    Eurasiatismo [2]

    Questo, in sintesi, è il posto degli eurasiatisti come espositori consapevoli dell’unicità storico-culturale della Russia. Ma la dottrina degli eurasiatisti non si limita a questo riconoscimento. Piuttosto, con questo riconoscimento essi sostengono un concetto comune di cultura e ne traggono conclusioni concrete per interpretare ciò che sta accadendo nel presente. Presenteremo prima questo concetto e poi passeremo alle conclusioni relative al tempo presente. In entrambi i casi, gli eurasiatici si sentono i successori della causa ideologica dei pensatori russi sopra citati (gli slavofili e i pensatori adiacenti).

  • Thumbnail for the post titled: Eurasiatismo [1]

    Eurasiatismo [1]

    Gli eurasiatisti sono i rappresentanti di un nuovo elemento di pensiero e di vita; sono un gruppo di figure che lavorano attivamente per trasformare radicalmente le visioni del mondo e i sistemi di vita finora predominanti, e per farlo sulla base di un nuovo approccio alle questioni di fondo che definiscono la vita, un approccio che è sorto da tutto ciò che è stato sopportato nell’ultimo decennio. Allo stesso tempo, gli eurasiatisti hanno proposto una nuova comprensione geografica e storica della Russia e di tutto il mondo che chiamano russo o “eurasiatico”.