Tag: scuola

  • Thumbnail for the post titled: Sull’orlo della Terza guerra mondiale

    Sull’orlo della Terza guerra mondiale

    Negli ultimi giorni si è assistito a un significativo spostamento dell’equilibrio di potere in Ucraina. Questo deve essere compreso nella sua interezza.
    I contrattacchi di Kiev sono stati generalmente infruttuosi nella regione di Kherson, ma, ahimè, efficaci nella regione di Kharkiv. È la situazione a Kharkiv e la ritirata forzata delle forze alleate a costituire il punto di svolta. Mettendo da parte gli effetti psicologici e i legittimi sentimenti dei patrioti, va registrato che nell’intera storia della SMO siamo arrivati al punto di non ritorno.

  • Thumbnail for the post titled: L’esigenza di una rinnovata istruzione per la Russia

    L’esigenza di una rinnovata istruzione per la Russia

    L’educazione odierna priva i giovani sia della motivazione al lavoro che della capacità di pensare.
    L’istruzione è il più grande disastro della Russia di oggi. Non è un caso che l’odioso Ministro dell’Educazione Livanov sia stato sostituito prima delle ultime elezioni della Duma nel 2016: era universalmente odiato, e sembrava eclissare persino Chubais.

  • Thumbnail for the post titled: Governo Mishustin: focus sulla tecnologia

    Governo Mishustin: focus sulla tecnologia

    Sono stati così riassunti i risultati della selezione competitiva delle scuole di ingegneria avanzata, che saranno create in 15 regioni (tra cui, ad esempio, la regione di Pskov, che è completamente sconosciuta in quest’area) sulla base di 30 importanti università tecniche in Russia.

  • Thumbnail for the post titled: Esercizi di sovrastrutturalismo

    Esercizi di sovrastrutturalismo

    Il ministro dell’Istruzione Bianchi ha un sogno (anche i competenti sognano): vuole che tutti gli studenti e i docenti cantino all’unisono l’Inno d’Italia in tutte le scuole del Regno, pardon, della Repubblica.
    Ecco, perché questa sciocchezza merita un’osservazione supplementare?
    Perché è un indice significativo di qualcosa di sciocco sì, ma pericoloso.

  • Thumbnail for the post titled: Dugin a Shanghai: Relazioni internazionali e geopolitica – Lezione 4

    Dugin a Shanghai: Relazioni internazionali e geopolitica – Lezione 4

    Possiamo anche considerare i dibattiti nelle Relazioni Internazionali, come quello tra Realismo e Liberalismo nelle Relazioni Internazionali. Questa è una parte importante della scienza. La disciplina delle Relazioni Internazionali è dedicata a questa domanda: come i liberali pensano che la pace universale sia possibile se riduciamo la sovranità dello Stato, e come i realisti rispondono che non è così, perché ognuno cercherà di usare queste istituzioni internazionali a proprio favore.

  • Thumbnail for the post titled: Scuola pubblica italiana: a che punto siamo?

    Scuola pubblica italiana: a che punto siamo?

    Un altro anno scolastico è giunto al termine. Il terzo dell’era covid. Nessuna normalità è tornata tra i banchi. Nel 2020 la scuola italiana a differenza di altri grandi paesi europei, ha visto lockdown a oltranza. Nel 2021 ha visto DAD a oltranza. Nel 2022 ha visto la discriminazione dei non vaccinati secondo “dogmi scientifici” che non hanno retto – c’erano forse dubbi? – la prova della realtà. Un razzismo scientifico che non si vedeva in Italia dal 1938.

  • Thumbnail for the post titled: Il rifiuto del Processo di Bologna e le convulsioni ideologiche dell’élite

    Il rifiuto del Processo di Bologna e le convulsioni ideologiche dell’élite

    Parliamo del rifiuto del Processo di Bologna [N.d.T.: Si tratta del processo di riforma del sistema di formazione superiore a livello internazionale, cominciato nel 1999 presso l’Università di Bologna, da cui prende il nome. Tale accordo ha permesso un sistema pressoché unificato di riconoscimento ed equipollenza dei titoli accademici. Molti Stati europei aderiscono al Processo, ma da circa tre anni c’è un progressivo abbandono della convenzione.] Il punto focale è una questione di principio. L’introduzione del Sistema di Bologna faceva parte di un progetto complessivo: la piena integrazione della Russia nel mondo globale, il che significa adottare tutte le norme e le regole dell’Occidente, che viene preso come punto di riferimento per la globalizzazione.

  • Thumbnail for the post titled: La sinistra ed il relativismo: ovvero il trionfo della ragione “debole”

    La sinistra ed il relativismo: ovvero il trionfo della ragione “debole”

    Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale (1939-1945), la sinistra italiana ha seguito alla lettera, con la complicità della allora Democrazia Cristiana, la lezione gramsciana di conquistare il potere attraverso le “casematte dello Stato”.

  • Thumbnail for the post titled: Se l’Italia investe nell’ignoranza

    Se l’Italia investe nell’ignoranza

    Abbiamo detto in altre occasioni di essere “passati al bosco”, ossia ribelli, oppositori del nostro tempo. Incomoda posizione, vissuta, come prescriveva Zarathustra “su un alto monte”, dove l’aria è gelida ma pura e si osserva “molto di mondo”. Strana situazione quella italiana, in cui comanda un signore non eletto da nessuno e dove il bilancio statale prevede un aumento delle spese militari e un taglio secco di quelle destinate all’istruzione.

  • Thumbnail for the post titled: Gli Studenti Contro il Green Pass sostengono il prof. Imbriano

    Gli Studenti Contro il Green Pass sostengono il prof. Imbriano

    Da studenti dell’università di Bologna vogliamo ringraziare il professor Imbriano per l’onestà, il rispetto e il senso di responsabilità che ha dimostrato con le sue parole, parole che ha deciso di condividere con la classe in apertura del suo corso di Storia della filosofia contemporanea e che hanno finalmente rotto un silenzio vergognoso e un’indifferenza inaccettabile.