Tag: Soros

  • Thumbnail for the post titled: L’amministrazione Biden lancia un’organizzazione mediatica di opposizione sostenuta da Soros in Ungheria

    L’amministrazione Biden lancia un’organizzazione mediatica di opposizione sostenuta da Soros in Ungheria

    Nel suo ultimo tentativo di mettere il governo del Primo Ministro Viktor Orban contro di lui per aver bloccato l’agenda globalista, l’amministrazione Biden ha aperto un nuovo fronte nella sua guerra di propaganda e disinformazione contro l’Ungheria, lanciando una nuova organizzazione mediatica di opposizione in lingua ungherese sostenuta da Soros e altri megadonatori liberali.

  • Thumbnail for the post titled: I soldi di Soros, la Bonino e l’Italia smemorata

    I soldi di Soros, la Bonino e l’Italia smemorata

    Mi stupisco dello stupore. Carlo Calenda dice in televisione davanti a Bruno Vespa, gran cerimoniere della Repubblica, che Più Europa, il partito di Emma Bonino alleato di ferro del PD, ha ricevuto forti somme da George Soros, il gran burattinaio globale, il miliardario speculatore finanziario finto filantropo, regista di colpi di Stato, ufficiale pagatore di tutte le cause del mondo liberal. Si alza un polverone e si scopre l’acqua calda. Tutto molto italiano.

  • Thumbnail for the post titled: Orban accusa il sionista Soros di essere responsabile del conflitto in Ucraina

    Orban accusa il sionista Soros di essere responsabile del conflitto in Ucraina

    L’oligarca Soros, nato a Budapest “simboleggia” gli ambienti economici interessati a prolungare il conflitto in Ucraina, ha affermato il primo ministro del Paese magiaro. Il primo ministro ungherese Viktor Orban ha incluso il finanziere miliardario George Soros tra gli “istigatori della guerra” in Ucraina.

  • Thumbnail for the post titled: Soros avverte che “la civiltà potrebbe non sopravvivere” alla guerra di Putin

    Soros avverte che “la civiltà potrebbe non sopravvivere” alla guerra di Putin

    George Soros chiede la sconfitta di Vladimir Putin. L’Agente del NWO ha affermato che la Russia che invia truppe in Ucraina “potrebbe essere stato l’inizio della terza guerra mondiale e la nostra civiltà potrebbe non sopravvivere”.
    A meno che la Russia non venga rapidamente sconfitta in Ucraina, l’Occidente collettivo non sarà in grado di affrontare il cambiamento climatico in tempo per salvare la civiltà, ha detto martedì il finanziere miliardario George Soros al World Economic Forum di Davos. Ha anche definito Russia e Cina le maggiori minacce al suo concetto di società aperta.

  • Thumbnail for the post titled: La mano nera di George Soros dietro il conflitto in Ucraina

    La mano nera di George Soros dietro il conflitto in Ucraina

    L’elite gobalista che guida la politica occidentale è ben consapevole che quella che si sta giocando in Ucraina è una partita decisiva. Si stanno scontrando due poteri contrapposti: quello occidentale atlantista, a guida anglo USA, e quello euroasiatico rappresentato dalla Russia di Putin.

  • Thumbnail for the post titled: Gli Stati Uniti tentano di far deragliare le Olimpiadi invernali di Beijing

    Gli Stati Uniti tentano di far deragliare le Olimpiadi invernali di Beijing

    Il segno di un impero che fallisce è quando si proietta come un bastione della “democrazia e dei diritti umani” ma è privo di una bussola morale. Gli Stati Uniti, che sono stati sul piede di guerra perpetuo fin dalla loro esistenza, si preparano ora alla guerra con la Cina e la Russia. È su questo sfondo che le Olimpiadi di Pechino sono state politicizzate e armate dagli Stati Uniti e dai suoi cinque alleati, perché come ha avvertito il noto miliardario George Soros “segnerà una vittoria propagandistica” per la Cina.

  • Thumbnail for the post titled: Bruxelles consegna il meccanismo dello Stato di diritto alle ONG di Soros

    Bruxelles consegna il meccanismo dello Stato di diritto alle ONG di Soros

    L’élite di Bruxelles si inchina a Soros e coinvolgerà sempre più le ONG nel plasmare il “meccanismo dello stato di diritto” con cui l’Unione Europea vuole ricattare quei Paesi che non si sottomettono al pensiero unico globalista. Secondo l’ultima analisi della Fondazione Századvég, il potere delle ONG nel processo decisionale nella UE sta diventando sempre più importante e significa “l’abolizione della sovranità popolare”. Perché le ONG, come i burocrati di Bruxelles, non sono elette direttamente dagli europei.