Tag: talassocrazia

  • Thumbnail for the post titled: Le grandi rivalità di potere in Eurasia

    Le grandi rivalità di potere in Eurasia

    L’“agenda della libertà” del presidente George W. Bush potrebbe essere definita come sovversione, cioè il tentativo di minare la struttura di una nazione straniera per ottenere un cambiamento di regime o obiettivi politici. La propaganda è un elemento centrale delle azioni sovversive e comprende la diffusione di materiale in gran parte falso per screditare i regimi all’estero.

  • Thumbnail for the post titled: Due politiche statunitensi

    Due politiche statunitensi

    Nel corso della settimana, la Casa Bianca ha reso note due nuove strategie nazionali. Il primo riguarda l’Artico e il secondo la sicurezza nazionale degli Stati Uniti. Entrambi i documenti presentano alcune stranezze e, oggettivamente, sono difficili da attuare a causa delle contraddizioni in essi contenute.
    Allo stesso tempo, le strategie hanno alcuni imperativi che si sovrappongono logicamente agli obiettivi della politica estera statunitense.

  • Thumbnail for the post titled: Interpretare il pensiero di Putin sull’Asia-Pacifico

    Interpretare il pensiero di Putin sull’Asia-Pacifico

    Il Presidente russo Vladimir Putin ha tenuto venerdì un discorso dettagliato sulle relazioni internazionali, in vista dell’incorporazione da parte del suo Paese di quattro ex regioni ucraine dopo i recenti referendum. Ha toccato molte questioni pertinenti, sia del passato che del presente, comprese quelle legate all’Asia-Pacifico.

  • Thumbnail for the post titled: L’Atlantismo sbagliato – in memoria di Darya [2]

    L’Atlantismo sbagliato – in memoria di Darya [2]

    La parola chiave è “multipolarità”, in tutti i sensi: geopolitica, culturale, valoriale, economica, ecc. Solo un nuovo “ordine mondiale multipolare” che al pensiero unico, all’uniformità globale e all’unipolarismo americanocentrico contrapponga l’idea di un’umanità costituita da diversi poli decisionali sovrani corrispondenti alle molte civiltà che la caratterizzano, ciascuno dotato di un peculiare sistema valoriale conforme alle proprie radici storiche e culturali, potrà garantire il rispetto delle identità, delle tradizioni e dell’autodeterminazione dei popoli, nella convinzione che molteplicità e diversità siano da intendersi come una ricchezza e un tesoro da preservare, non come un motivo di inevitabile conflitto da eliminare.

  • Thumbnail for the post titled: Thailandia, una crisi politica a più livelli

    Thailandia, una crisi politica a più livelli

    La Corte costituzionale della Thailandia ha destituito il primo ministro Prayut Chan-ocha il 24 agosto. Il motivo è stato un appello di 172 legislatori dell’opposizione che hanno sottolineato la scadenza del mandato di otto anni del capo della giunta come capo del governo. Nel 2014 c’è stato un colpo di Stato militare che ha reso Prayut Chan-ocha il capo di Stato formale (c’è ancora un re, ma ha più che altro una funzione cerimoniale e dal 2020 lui e il suo entourage vivono in Germania).

  • Thumbnail for the post titled: Gli USA continuano le provocazioni alla Cina

    Gli USA continuano le provocazioni alla Cina

    Gli Stati Uniti hanno recentemente compiuto uno sforzo deliberato per esercitare pressioni militari e politiche su Pechino e organizzare provocazioni contro la RPC da tutte le parti lungo i suoi confini nazionali, poiché temono di perdere la loro situazione di stallo con la Cina e di essere privati della loro posizione di leader nel mondo.

  • Thumbnail for the post titled: Geopolitica della Malaysia

    Geopolitica della Malaysia

    La Malaysia si trova sulla penisola malese (la parte meridionale della penisola indocinese) e le isole adiacenti dell’arcipelago malese, all’incrocio tra l’Oceano Pacifico e l’Oceano Indiano, in un’area che fa parte tradizionalmente del “mondo malese” (il il termine “mondo malese”, Dunia Melayu o Alam Melayu, si riferisce generalmente ad aree geografiche e culturali in cui sono comuni alcuni gruppi etnici dell’Indocina, tra cui principalmente l’attuale Malaysia, Indonesia, Singapore, Brunei, Timor orientale, Thailandia meridionale e Filippine meridionali).

  • Thumbnail for the post titled: Eurasia: una visione speciale del mondo

    Eurasia: una visione speciale del mondo

    L’Eurasia non è solo un concetto geografico, ma anche un’intera teoria, un sistema e una speciale visione del mondo. La sua essenza risiede in quanto segue.
    Per secoli l’Occidente ha cercato di imporre le sue norme e i suoi criteri a tutta l’umanità. Questa è la sua politica di civilizzazione. E questo non è cambiato nel corso dei secoli, a prescindere da ciò che sta in testa all’ideologia dell’Occidente, sia essa il cattolicesimo, il protestantesimo, il modernismo, il liberalismo o il capitalismo.

  • Thumbnail for the post titled: La NATO era pronta a colpire Crimea e Donbass, parola di Scott Ritter

    La NATO era pronta a colpire Crimea e Donbass, parola di Scott Ritter

    Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha collaborato con Ucraina, Francia e Germania per preservare gli accordi di Minsk, questo era necessario affinché l’Alleanza potesse radunare le sue forze militari sul territorio dell’Ucraina e lanciare potenti attacchi militari sul Donbass e sulla Crimea, ha affermato un ex ufficiale dell’intelligence del Corpo dei Marines degli Stati Uniti, Scott Ritter.

  • Thumbnail for the post titled: Geopolitica dell’Indonesia

    Geopolitica dell’Indonesia

    L’Indonesia, il paese dell’arcipelago più grande del mondo, è composta da oltre 17.000 isole che collegano l’Oceano Indiano e Pacifico da est a ovest ed è senza dubbio un importante hub per il trasporto marittimo internazionale. L’oceano ha un significato diverso per l’Indonesia rispetto ad altre nazioni terrestri e insulari. La comprensione dell’oceano da parte dell’Indonesia modella anche le sue prospettive uniche sulla sicurezza nazionale, gli obiettivi strategici e le esigenze di capacità future.