Think tank mondiali

image_pdfimage_print

di Redazione di Katehon

I gruppi di riflessione nel mondo di oggi svolgono un ruolo importante nella definizione dell’agenda politica. Questo saggio descrive brevemente alcuni di questi tipi di organizzazioni.

La maggior parte dei think tank sono organizzazioni non governative, ma alcuni sono istituzioni semi-autonome all’interno del governo o di altre strutture politiche, commerciali o militari.

I gruppi di riflessione pubblicano articoli, studi o addirittura progetti di legge su questioni politiche o sociali. Queste informazioni vengono poi utilizzate da governi, aziende, organizzazioni mediatiche, movimenti sociali o altri gruppi.

I think tank vanno da quelli associati al mondo accademico e della ricerca a quelli apertamente ideologici che insistono su una particolare politica.

Le generazioni successive di think tank tendevano ad avere un orientamento più ideologico. I moderni think tank sono emersi come fenomeno nel Regno Unito tra il XIX e l’inizio del XX secolo. Prima del 1945, tendevano a concentrarsi su questioni economiche legate all’industrializzazione e all’urbanizzazione. Durante la Guerra Fredda, nei Paesi occidentali sono stati creati molti think tank, che spesso hanno indirizzato la politica dei governi. Più della metà di tutti i think tank oggi esistenti sono stati creati dopo il 1980.

 

I think tank francesi

L’Istituto francese per le relazioni internazionali (IFRI) è stato fondato nel 1979 ed è il terzo think tank più antico dell’Europa occidentale, dopo il Royal Institute for International Relations (Regno Unito, 1920) e lo Stockholm International Peace Research Institute (Svezia, 1960). Gli obiettivi principali dell’IFRI sono lo sviluppo della ricerca applicata alle politiche pubbliche su questioni internazionali e la promozione di un dialogo costruttivo tra ricercatori, professionisti e opinionisti.

La Francia ospita anche l’Istituto dell’Unione Europea per gli Studi sulla Sicurezza (EUISS), l’Agenzia dell’Unione Europea con sede a Parigi e un think tank che studia le questioni di sicurezza. Esistono anche diversi think tank incentrati sullo sviluppo delle imprese, in particolare la Fondation Concorde di Parigi. La fondazione mira a migliorare la competitività delle piccole e medie imprese francesi e cerca di rilanciare l’imprenditorialità in Francia.

I principali think tank del pensiero di sinistra in Francia sono la Fondazione Jean Jaurès, strutturalmente legata al Partito Socialista Francese, e il think tank indipendente di sinistra Terra Nova. Quest’ultimo si occupa di riferire e analizzare le attuali questioni di politica pubblica da una prospettiva “progressista” e di contribuire al rinnovamento intellettuale della democrazia sociale.

GenerationLibre è un altro importante think tank francese, fondato da Gaspar Koenig nel 2013. L’organizzazione è indipendente da tutti i partiti politici. Il think tank mira a promuovere le libertà in Francia in termini di diritti fondamentali, economia e questioni sociali. GenerationLibre viene descritta come un’organizzazione in grado di raggiungere la destra su questioni di libertà d’impresa e di regolamentazione e la sinistra su temi come il reddito di base, il matrimonio omosessuale e la legalizzazione della marijuana.

 

I think tank tedeschi

In Germania, i partiti politici sono strettamente legati alle fondazioni di ricerca che svolgono un ruolo nella definizione delle politiche. Tali fondazioni includono la Fondazione Konrad-Adenauer (Unione Cristiano-Democratica), la Fondazione Friedrich Ebert (Partito Socialdemocratico), la Fondazione Hans-Seidel-Stiftung (Unione Cristiano-Sociale), la Fondazione Heinrich Böll (affiliata ai Verdi), la Fondazione Friedrich Naumann (affiliata al Partito Democratico Libero) e la Fondazione Rosa Luxemburg.

L’Istituto tedesco per gli affari internazionali e di sicurezza è un think tank che si occupa di questioni di politica estera.

Un altro think tank è la Comunità Atlantica. Secondo i suoi fondatori, si tratta di “un’organizzazione indipendente, apartitica e senza scopo di lucro, nata come progetto congiunto dell’Iniziativa Atlantica e.v. e dell’Iniziativa Atlantica degli Stati Uniti”.

L’Istituto per la politica dei media e della comunicazione si occupa di questioni relative ai media.

Transparency International è un think tank che indaga sul ruolo della corruzione aziendale e politica nello sviluppo internazionale.

 

I think tank del Regno Unito

Il ruolo dei think tank nel Regno Unito è lo stesso degli Stati Uniti: cercano di plasmare la politica interna ed estera del Paese. Esiste una collaborazione tra think tank britannici e americani, ad esempio il Royal Institute of International Affairs, con sede a Londra, e il Council on Foreign Relations sono stati inventati alla Conferenza di pace di Parigi del 1919 e sono rimasti organizzazioni “collegate”.

Il Bow Group, fondato nel 1951, è il più antico think tank di centro-destra e molti dei suoi membri continuano a essere membri del Parlamento britannico o del Parlamento europeo. Tra i precedenti presidenti figurano il leader del Partito Conservatore Michael Howard, il ministro del governo di Margaret Thatcher Geoffrey Howe, il Cancelliere dello Scacchiere Norman Lamont e l’ex presidente di British Telecom Christopher Bland.

Dal 2000 sono nati alcuni influenti think tank di centro-destra, tra cui il Policy Exchange, il Centre for Social Justice e, più recentemente, Onward.

 

I think tank russi

Secondo l’Istituto per gli studi di politica estera, in Russia ci sono 112 think tank, alcuni dei quali hanno occupato quattro dei primi dieci posti nella classifica 2011 dei “Trenta migliori think tank dell’Europa centrale e orientale”.

Importanti think tank russi:

  • Centro di analisi del governo della Federazione Russa;
  • Centro Carnegie di Mosca;
  • Istituto di studi americani e canadesi;
  • Istituto di economia mondiale e relazioni internazionali;
  • Istituto statale di relazioni internazionali di Mosca.

 

I think tank americani

Il più antico think tank americano è il Carnegie Endowment for International Peace, fondato nel 1910. Altre organizzazioni dei primi del Novecento oggi classificate come think tank sono la Hoover Institution (1919), la Twentieth Century Foundation (1919), il National Bureau of Economic Research (1920), il Council on Foreign Relations (1921) e il Social Science Research Council (1923). La Grande Depressione e le sue conseguenze hanno generato diverse organizzazioni di pensiero economico. Tra questi, la National Planning Association (1934), la Tax Foundation (1937) e il Committee for Economic Development (1943).

In collaborazione con la Douglas Aircraft Company, l’Air Force ha creato la RAND Corporation nel 1946 per sviluppare la tecnologia delle armi e l’analisi della difesa strategica.

L’Hudson Institute, un think tank americano conservatore, è stato fondato nel 1961 dal futurista e stratega militare Herman Kahn e dai suoi colleghi della RAND Corporation. Tra i membri recenti vi è Mike Pompeo, Segretario di Stato sotto Donald Trump.

Più recentemente, sono stati istituiti think tank “progressisti” e liberali. Tra questi, il Centre for American Progress e il Centre for Research on Access to Education and Leadership (CREAL). L’organizzazione ha stretti legami con l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama e altri democratici.

Conclusioni

In Russia, tuttavia, i think tank non sono finanziati nella stessa misura dei Paesi occidentali. Inoltre, lo stesso Centro Carnegie di Mosca è affiliato a un centro con sede negli Stati Uniti e, di fatto, agisce come agente di influenza esterna. In passato, fondazioni e governi occidentali hanno generosamente finanziato altri think tank russi presso le università e l’Accademia delle Scienze per utilizzarli come strumenti della loro influenza. Ovviamente, la legge sugli agenti stranieri ha separato il grano dalla pula e ha protetto il Paese da ulteriori manipolazioni e influenze informative e ideologiche da parte dell’Occidente. Tuttavia, non è sufficiente. I think tank patriottici devono essere sostenuti al livello appropriato, in modo che possano condurre il loro lavoro in modo sistematico e strategico.

Traduzione a cura di Lorenzo Maria Pacini

Foto: iai.it

26 luglio 2022