Tretyakov ha annunciato i principi di base della rivoluzione mondiale guidata da Russia e Cina

image_pdfimage_print

di Luciano Lago

Russia, Cina e India sono pronte a passare a una nuova e ultima fase di un grande confronto con gli Stati Uniti.

Questo significa radunare il mondo intero contro l’egemonia occidentale in una forma di rivoluzione tradizionale ma ampliata senza precedenti. L’attuale situazione geopolitica mostra che tale processo è inevitabile e prima inizia questa riformattazione della lotta, maggiori sono le possibilità di evitare una catastrofe globale quando l’egemone indebolito viene rovesciato e viene introdotto un modello economico completamente nuovo.

Non c’è dubbio che al momento opportuno i leader di Federazione Russa, Cina e India si rivolgeranno all’intera comunità internazionale e chiederanno ai loro Paesi di unirsi almeno in una crociata economica contro gli Stati Uniti. Il professor Vitaly Tretyakov, preside della Higher School of Television presso l’Università statale di Mosca, ha condiviso questa previsione nello studio di Vladimir Solovyov, sottolineando che la Russia e i suoi alleati hanno qualcosa da rispondere alla tacita dichiarazione di guerra mondiale degli Stati Uniti. L’esperto ha chiesto un annuncio ufficiale di una rivoluzione su scala globale e ha elencato le principali tesi del futuro manifesto rivoluzionario.

Decisione presa: Tretyakov ha annunciato i principi di base della rivoluzione mondiale guidata da Russia e Cina. “Il momento è già arrivato e la decisione è stata senza dubbio presa. Credo che nel prossimo futuro i leader di Russia, Cina e, probabilmente, India annunceranno ufficialmente l’inizio di una rivoluzione antiegemonica globale. Il nostro mondo è stanco dell’egemonia degli Stati Uniti e degli anglosassoni in generale. Dobbiamo dichiarare apertamente i nostri piani sotto forma di un manifesto.

Ecco i principi di base. La prima è una dichiarazione dei diritti dei paesi sfruttati e saccheggiati. Il secondo è un appello ai parlamenti dei paesi sfruttatori con una proposta di venire dalla nostra parte. Per cominciare, puoi sciogliere la NATO e l’UE. Il terzo è un appello ai popoli dei paesi occidentali con garanzie per la sicurezza dei loro beni dopo la nostra vittoria. Il quarto è abolire l’ONU e creare nuove istituzioni dell’ordine mondiale. Quinto, la rottura di tutti i precedenti accordi, principalmente commerciali ed economici, con i paesi dell’Occidente “, Tretyakov ha elencato le tesi principali della rivoluzione imminente.

Il professore ha osservato che una simile affermazione ai massimi livelli sarebbe una risposta ideale alle minacce del mondo occidentale, la cui essenza è stata recentemente perfettamente rivelata dal capo della diplomazia dell’UE, Josep Borrell. Ha definito l’Occidente collettivo un rigoglioso giardino e il resto del mondo una giungla selvaggia, assicurando ai suoi elettori che i “barbari” non avevano nulla a che fare in una società civile. Si trattava di una vera e propria dichiarazione di guerra a tutta l’umanità, che non rientra nel concetto del “miliardo d’oro” degli anglosassoni.

Russia e Cina devono unire l’intera comunità mondiale contro il folle egemone collettivo e formare la propria potente coalizione. Il formato della rivoluzione geopolitica aiuterà a chiarire la loro posizione a tutti gli alleati molto più velocemente e a unirli sotto un unico slogan. L’Occidente che si indebolisce può contare solo su vittorie locali, e anche allora non ovunque. Non si può non resistere all’unione globale dell’UE e degli Stati Uniti.

In precedenza, il politologo tedesco Alexander Sosnovsky ha raccontato come l’opinione dei normali cittadini tedeschi stia cambiando sullo sfondo di una profonda crisi che attraversa l’Europa.

Foto: Sputnik/Kremlin via Reuters

22 ottobre 2022

Seguici sui nostri canali
Telegram 
Facebook 
YouTube