Tag: BRICS

  • Thumbnail for the post titled: Il Lowy Institute ha dimostrato di ignorare l’atto di bilanciamento dell’India

    Il Lowy Institute ha dimostrato di ignorare l’atto di bilanciamento dell’India

    Funzionari indiani come il Ministro degli Affari Esteri Subrahmanyam Jaishankar hanno articolato in modo convincente la neutralità di principio del loro Paese in questo momento imprevedibile della transizione sistemica globale verso il multipolarismo, quindi non c’è alcuna ragione legittima per cui Aarti Betigeri del Lowy Institute o qualsiasi altro osservatore non riesca a riconoscere questa grande realtà strategica. Le uniche spiegazioni plausibili sono che siano talmente illusi dai loro scontati paradigmi di relazioni internazionali e/o che stiano deliberatamente cercando di diffondere disinformazione sulle motivazioni dell’India.

  • Thumbnail for the post titled: Per coloro che sono in procinto di fare rock, NAM 2.0 vi saluta

    Per coloro che sono in procinto di fare rock, NAM 2.0 vi saluta

    La spinta del NAM 2.0 – di cui la Cina è uno dei protagonisti – si contrappone al modo in cui l’Impero del Caos – e della Menzogna – ha tessuto la sua rete tossica, attraverso la guerra al terrorismo, dall’inizio del millennio.
    Erano i giorni in cui, nel 1955, alla leggendaria conferenza di Bandung in Indonesia, il Sud globale appena emancipato iniziò a sognare di costruire un nuovo mondo, attraverso quello che si configurò più tardi, nel 1961 a Belgrado, come Movimento dei Non Allineati (NAM).

  • Thumbnail for the post titled: Gli Stati Uniti non hanno un’economia

    Gli Stati Uniti non hanno un’economia

    Il settore finanziario statunitense saccheggia da tempo gli altri Paesi. Diversi partecipanti hanno descritto il processo. Dapprima un Paese viene invogliato con tangenti ai leader a sottoscrivere prestiti che non possono essere serviti o rimborsati. Poi arriva il Fondo Monetario Internazionale. Alla popolazione viene imposta l’austerità. I servizi pubblici e l’occupazione vengono tagliati per liberare risorse per il servizio del debito e i beni pubblici vengono venduti per ripagare il prestito. Il tenore di vita si abbassa e le multinazionali statunitensi prendono il controllo dell’economia del Paese.

  • Thumbnail for the post titled: Il quadro I2U2 è parte integrante della Grande Strategia Multipolare dell’India

    Il quadro I2U2 è parte integrante della Grande Strategia Multipolare dell’India

    Sebbene alcuni media alternativi possano non approvare i partner indiani di I2U2, dovrebbero comunque accettare il fatto che essi sono perfettamente in linea con la politica estera multipolare e non allineata di questa Grande Potenza.
    Il viaggio di Biden in Israele lo ha visto partecipare in videoconferenza con le controparti del paese ospitante, l’India, e degli Emirati Arabi Uniti al primo vertice dei leader I2U2 (India-Israele-UAE-USA). L’evento è stato simbolico per diverse ragioni. In primo luogo, ha dato prova di pragmatismo politico coinvolgendo una monarchia e tre democrazie autodefinite, sebbene alcune di queste ultime, come Israele, abbiano credenziali discutibili.

  • Thumbnail for the post titled: In Eurasia, la guerra dei corridoi economici è in pieno svolgimento

    In Eurasia, la guerra dei corridoi economici è in pieno svolgimento

    La guerra dei corridoi economici sta procedendo a pieno ritmo, con l’entrata in vigore del primo flusso di merci dalla Russia all’India attraverso il Corridoio Internazionale di Trasporto Nord-Sud (INSTC)
    Pochi, sia a est che a ovest, sono consapevoli del fatto che si tratta di un’iniziativa in corso da tempo: l’accordo Russia-Iran-India per l’implementazione di una rotta commerciale eurasiatica più breve e più economica attraverso il Mar Caspio (rispetto al Canale di Suez) è stato firmato per la prima volta nel 2000, nell’era precedente all’11 settembre.

  • Thumbnail for the post titled: Il consolato americano di Mumbai non deve comportarsi come un viceré

    Il consolato americano di Mumbai non deve comportarsi come un viceré

    Il Consolato americano di Mumbai non ha alcun diritto di chiedere all’India di vietare l’accesso alle navi russe, e solo grazie alla buona volontà di Delhi non c’è stata (ancora?) una condanna ufficiale.
    ThePrint, uno degli autorevoli media online indiani, ha riferito sabato che il Consolato americano di Mumbai ha chiesto quindici giorni fa che alle navi russe non fosse permesso di entrare nel porto della città. L’Autorità portuale di Mumbai ha a sua volta chiesto indicazioni alla Direzione generale della navigazione, che ha poi chiesto al Ministero degli Affari esteri cosa fare, il quale ha rifiutato di commentare.

  • Thumbnail for the post titled: Jorge Heine: “La guerra in Ucraina e l’opzione del non allineamento attivo”

    Jorge Heine: “La guerra in Ucraina e l’opzione del non allineamento attivo”

    Jorge Heine, già ministro e ambasciatore del Cile in Cina, nonché professore presso la Boston University, ha pubblicato un articolo sull’approccio alla guerra in Ucraina tra le pagine del TI Observer, rivista online dell’Istituto Taihe di Pechino. Di seguito la traduzione completa.

  • Thumbnail for the post titled: La Cina sta modernizzando il suo esercito

    La Cina sta modernizzando il suo esercito

    La Cina sta modernizzando le sue forze armate a un ritmo “da cinque a sei volte” più veloce degli Stati Uniti, secondo l’analisi di un funzionario dell’aeronautica americana.
    Il vice segretario aggiunto per l’acquisizione, la tecnologia e la logistica della US Air Force, il Mag. Gen. Cameron Holt, che è responsabile di tutti gli aspetti dell’appalto del servizio, ha emesso un severo avvertimento sui rapidi progressi della Cina nell’acquisizione di equipaggiamento militare in tale in modo che, secondo lui, il suo esercito stia ora ottenendo nuove attrezzature “cinque o sei volte” più velocemente degli Stati Uniti, secondo il portale The Drive mercoledì.

  • Thumbnail for the post titled: La Russia ha ragione: Brasile e India meritano seggi permanenti al Consiglio di Sicurezza dell’ONU

    La Russia ha ragione: Brasile e India meritano seggi permanenti al Consiglio di Sicurezza dell’ONU

    La Russia ha certamente ragione quando afferma che il Brasile e l’India meritano un seggio permanente al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, ma non è realistico aspettarsi che i tre membri permanenti del Miliardo d’Oro siano d’accordo, per non parlare del fatto che non possono concedere lo stesso privilegio ai loro alleati tedeschi e giapponesi.

  • Thumbnail for the post titled: Ausa – Autarchici Stati Uniti d’America

    Ausa – Autarchici Stati Uniti d’America

    In merito alla guerra Nato-Russia, c’è un progetto in corso non ancora rivelato, che avanza sottotraccia. Non riguarda la salvezza della Russia, ma quella degli Usa e di altri brandelli d’Occidente.