Tag: Davos

  • Thumbnail for the post titled: Il Forum di Davos 2023

    Il Forum di Davos 2023

    Dal 16 al 20 gennaio si è tenuta a Davos una riunione ordinaria del World Economic Forum, strumento dei globalisti che, con vari pretesti e con l’aiuto del loro capitale, continuano a imporre la politica di una “economia mondiale aperta”, che è, la subordinazione finale di tutti i paesi e popoli al cosiddetto governo mondiale.

  • Thumbnail for the post titled: Davos 2023: il discorso del vice premier cinese Liu He

    Davos 2023: il discorso del vice premier cinese Liu He

    Il vice premier cinese è intervenuto al World Economic Forum di Davos per analizzare la situazione economica attuale nella Repubblica Popolare e nel mondo. Di seguito il discorso integrale di Liu He tradotto da Paolo Marcenaro.

  • Thumbnail for the post titled: Le predizioni di The Economist/Rothschild per il 2023 e il suo Natale particolare

    Le predizioni di The Economist/Rothschild per il 2023 e il suo Natale particolare

    Proponiamo ai lettori un testo apparso sul sito argentino www.kontrainfo.com, a firma di Fausto Frank, relativo alle previsioni (e i desideri) di The Economist per il nuovo anno, vangelo non solo economico-finanziario delle oligarchie occidentali, di proprietà della famiglia Rothschild. L’autore, Fausto Frank, svela i simbolismi occulti delle immagini e degli articoli, una vera e propria summa dell’ideologia e dell’agenda globalista neoliberista.

  • Thumbnail for the post titled: Le origini oscure del Great Reset di Davos

    Le origini oscure del Great Reset di Davos

    È importante chiarire che la cosiddetta agenda mondiale del Great Reset di Klaus Schwab non è un’idea nuova né tantomeno originale. Lo stesso vale per quel suo progetto di Quarta Rivoluzione Industriale e per la teoria del Capitalismo degli stakeholder che lui pretende di aver inventato.

  • Thumbnail for the post titled: Il Council of Foreign Relations, l'”arma miracolosa” della geopolitica atlantica [2]

    Il Council of Foreign Relations, l'”arma miracolosa” della geopolitica atlantica [2]

    Non è esagerato dire che il rovesciamento del regime comunista in URSS è stato l’obiettivo principale del Council on Foreign Relations (CFR) per tutto il XX secolo. In seno alla WRC vi sono state contraddizioni e forti disaccordi su molte questioni (ad esempio, per quanto riguarda il nazismo e il potere di Hitler in Germania, il Consiglio ha impiegato molto tempo per sviluppare una politica consolidata, oscillando tra la “forte condanna” e il “tacito incoraggiamento”), ma per quanto riguarda l’Unione Sovietica e il movimento comunista, si è consolidato un consenso anticomunista.

  • Thumbnail for the post titled: Le 10 cose più inquietanti e distopiche proposte dal World Economic Forum

    Le 10 cose più inquietanti e distopiche proposte dal World Economic Forum

    Quando si parla di World Economic Forum (WEF) si allertano immediatamente le antenne dei complottisti, si irrigidiscono le giunture degli sbufalatori, così, mentre il campo si divide in schieramenti, molto spesso tendenti alla semplificazione e all’etichettatura della parte opposta, la storia procede per il suo corso, governata, che piaccia o meno, dai centri di potere.

  • Thumbnail for the post titled: L’inquietudine di Davos e la paura non dichiarata del fallimento

    L’inquietudine di Davos e la paura non dichiarata del fallimento

    Il timore inespresso che inquieta i partecipanti a Davos è la paura di un’altra débacle, dopo quella dell’Afghanistan.

  • Thumbnail for the post titled: Davos 2022

    Davos 2022

    Il World Economic Forum è un’organizzazione internazionale non governativa fondata il 24 gennaio 1971 dall’ingegnere ed economista tedesco Klaus Schwab.
    Il WEF è noto soprattutto per il suo incontro annuale alla fine di gennaio a Davos, una località di montagna nelle Alpi orientali della Svizzera. L’incontro riunisce circa 3.000 membri paganti e partecipanti selezionati, inclusi investitori, leader aziendali, leader politici, economisti, celebrità e giornalisti, per discutere di questioni globali in 500 sessioni.

  • Thumbnail for the post titled: Soros avverte che “la civiltà potrebbe non sopravvivere” alla guerra di Putin

    Soros avverte che “la civiltà potrebbe non sopravvivere” alla guerra di Putin

    George Soros chiede la sconfitta di Vladimir Putin. L’Agente del NWO ha affermato che la Russia che invia truppe in Ucraina “potrebbe essere stato l’inizio della terza guerra mondiale e la nostra civiltà potrebbe non sopravvivere”.
    A meno che la Russia non venga rapidamente sconfitta in Ucraina, l’Occidente collettivo non sarà in grado di affrontare il cambiamento climatico in tempo per salvare la civiltà, ha detto martedì il finanziere miliardario George Soros al World Economic Forum di Davos. Ha anche definito Russia e Cina le maggiori minacce al suo concetto di società aperta.