Tag: lobby

  • Thumbnail for the post titled: Libertà di espressione… di chi?

    Libertà di espressione… di chi?

    La libertà di espressione, fiore all’occhiello della democrazia occidentale – invocata per difendere il rogo del Corano, l’insulto al Profeta Maometto e la diffamazione della fede islamica – viene rapidamente erosa con l’ascesa dei legami fascisti di estrema destra in molti Paesi europei. I recenti eventi in Svezia potrebbero essere solo la punta dell’iceberg.

  • Thumbnail for the post titled: La punizione implacabile dei critici di Israele

    La punizione implacabile dei critici di Israele

    Nelle ultime settimane sono apparsi un paio di articoli interessanti che illustrano, tra l’altro, come opera la lobby ebraica quando qualcuno osa mettere in discussione la relazione tra l’America e lo Stato ebraico. Certo, le etichette di “antisemita” e “negazionista dell’Olocausto” vengono sventolate con selvaggio abbandono come primo passo, ma c’è un livello di cattiveria che va ben oltre, poiché i sionisti cercano di rovinare la reputazione e le prospettive di lavoro di coloro che prendono di mira.

  • Thumbnail for the post titled: Corrompere meglio: Come il Qatar può comprare funzionari della UE per divertimento e profitto senza l’interferenza della polizia

    Corrompere meglio: Come il Qatar può comprare funzionari della UE per divertimento e profitto senza l’interferenza della polizia

    Il più grande scandalo di corruzione della storia dell’Unione Europea non doveva finire con indagini di polizia e arresti, ma forse il Qatar potrà fare meglio la prossima volta.

  • Thumbnail for the post titled: Le origini oscure del Great Reset di Davos

    Le origini oscure del Great Reset di Davos

    È importante chiarire che la cosiddetta agenda mondiale del Great Reset di Klaus Schwab non è un’idea nuova né tantomeno originale. Lo stesso vale per quel suo progetto di Quarta Rivoluzione Industriale e per la teoria del Capitalismo degli stakeholder che lui pretende di aver inventato.

  • Thumbnail for the post titled: 2022. La vittoria dei complottisti

    2022. La vittoria dei complottisti

    Termina un altro annus horribilis, il 2022, anno III dell’era pandemica e primo del ritorno della storia in Europa, con il conflitto bellico e geopolitico in Ucraina. Eppure, per qualcuno, è stato l’anno della vittoria. I cosiddetti complottisti-gli àpoti di Prezzolini, “quelli che non se la bevono” e non credono alle versioni ufficiali, esercitando il pensiero critico tra difficoltà e rischi sempre più concreti, hanno avuto ragione su tutta la linea.

  • Thumbnail for the post titled: Il sottobosco del potere

    Il sottobosco del potere

    Cosa sia il “Potere” che gestisce le nostre vite ormai lo sappiamo bene, visto che oltre a portarne i segni sulla nostra pelle, lo analizziamo ogni giorno fino dentro le sue più nascoste sfumature. Invece, quello di cui ancora parliamo poco e del quale sarebbe invece propedeutico prenderne coscienza al più presto, è tutto quel “sottobosco” di informazione più o meno indipendente, che coscientemente o non, rappresenta “l’humus” vitale di cui il Potere stesso si nutre per portare avanti il proprio progetto di dominio sui popoli.

  • Thumbnail for the post titled: All’interno della Commissione Trilaterale: le élites del potere sono alle prese con l’ascesa della Cina

    All’interno della Commissione Trilaterale: le élites del potere sono alle prese con l’ascesa della Cina

    Sabato mattina, alcuni dei più noti politici, leader aziendali e accademici asiatici si sono riuniti nella sala conferenze di un hotel a pochi passi dall’ufficio del Primo Ministro giapponese.
    Ad ogni posto sul tavolo c’era una grande busta che conteneva le biografie dettagliate dei circa 50 partecipanti e una cartella bianca con le parole “La Commissione Trilaterale”.

  • Thumbnail for the post titled: Perché il RAND teme una guerra nucleare?

    Perché il RAND teme una guerra nucleare?

    Secondo gli analisti del RAND, Mosca userebbe presumibilmente le armi nucleari se:
    a) Mosca considera l’aumento della propaganda anti-russa nella NATO come una preparazione dell’opinione pubblica alla guerra.
    b) interpreta un rafforzamento militare sul fianco orientale della NATO come prova dei preparativi per un attacco diretto contro la Russia.
    c) scopre che la NATO è già direttamente coinvolta nel conflitto in Ucraina (sotto forma di volontari, consiglieri militari).

  • Thumbnail for the post titled: Pupazzo sistemico

    Pupazzo sistemico

    di Andrea Zhok La figura di Joe Biden è una figura tragica, che esprime perfettamente l’intima crudeltà e l’impietoso cinismo della politica liberale. Le situazioni imbarazzanti e tragicomiche in cui…

  • Thumbnail for the post titled: Continua la grande truffa della Green Economy

    Continua la grande truffa della Green Economy

    Il Parlamento Europeo approva lo Stop alle auto a benzina e diesel in Europa dal 2035. Per i produttori e per i cittadini sarà un salasso e una perdita secca di decine di migliaia di posti di lavoro nell’industria dell’auto.
    Come sempre le autorità della UE legiferano contro gli interessi dei cittadini europei ed a favore degli interessi delle grandi lobby industriali e finanziarie che sono dietro il passaggio alla green economy.