Tag: Pakistan

  • Thumbnail for the post titled: “Vilayat Khorasan”, una minaccia per tutta l’Asia centrale

    “Vilayat Khorasan”, una minaccia per tutta l’Asia centrale

    Il gruppo terroristico Stato Islamico (bandito nella Federazione Russa) non è stato completamente distrutto. Nonostante alcuni successi contro il terrorismo in Siria e in Iraq, possiamo notare una recrudescenza delle attività dell’organizzazione in altre regioni.

  • Thumbnail for the post titled: La crisi politica del Pakistan si è rivelata grave

    La crisi politica del Pakistan si è rivelata grave

    Il Pakistan ha chiaramente avuto un anno negativo. Dopo l’estromissione del Primo Ministro Imran Khan, che ha descritto l’evento come un vero e proprio colpo di stato dall’esterno, il Paese ha dovuto affrontare una serie di sfide formidabili. Tra questi, l’aumento del debito estero nei confronti dei creditori, i continui attacchi terroristici e le catastrofi naturali. Da maggio il Pakistan è stato colpito da un’ondata di calore che ha causato siccità.

  • Thumbnail for the post titled: Il Mullah Yaqoob dell’EIA e le sue affermazioni contro il Pakistan

    Il Mullah Yaqoob dell’EIA e le sue affermazioni contro il Pakistan

    In qualche modo sconosciuto al grande pubblico prima del 15 agosto 2021, l’attuale Ministro della Difesa ad interim dell’Emirato Islamico dell’Afghanistan (EIA) Mullah Mohammad Yaqoob Mujahid è ora uno dei nomi e dei volti più riconosciuti della leadership talebana.

  • Thumbnail for the post titled: Imran Khan accusa l’establishment del Pakistan

    Imran Khan accusa l’establishment del Pakistan

    L’ex Primo Ministro Imran Khan, spodestato quattro mesi fa da un colpo di Stato post-moderno orchestrato dagli Stati Uniti ma guidato dall’interno, ha condiviso alcune candide opinioni sulle crisi a cascata che hanno afflitto il Pakistan dopo la sua destituzione. Secondo le sue ultime dichiarazioni, riportate da Dawn, le potenti strutture militari e di intelligence del Paese, note come l’establishment, sono responsabili di tutto ciò che è accaduto, dal momento che hanno perlomeno facilitato passivamente l’ascesa al potere delle stesse forze politiche che in precedenza avevano condannato come corrotte.

  • Thumbnail for the post titled: Il Pakistan parteciperà alle esercitazioni SCO di ottobre in India

    Il Pakistan parteciperà alle esercitazioni SCO di ottobre in India

    È uno sviluppo positivo che le autorità pakistane post golpiste sostenute dagli Stati Uniti non stiano capitolando alle pressioni dei loro patroni stranieri per prendere le distanze dalla SCO, rifiutandosi di partecipare alle esercitazioni antiterrorismo di ottobre in India. Soprattutto perché avrebbero potuto facilmente farlo con il pretesto di protestare per l’irrisolto conflitto del Kashmir e soprattutto per la revoca dell’articolo 370 da parte dell’India tre anni fa.

  • Thumbnail for the post titled: La censura di ARY News da parte del Pakistan dimostra quanto sia diventato disperato il governo d’importazione

    La censura di ARY News da parte del Pakistan dimostra quanto sia diventato disperato il governo d’importazione

    Questo sviluppo contraddice completamente le pretese delle autorità golpiste post-moderne di essere “democratici che hanno salvato il Pakistan dal fascismo”, quando sono loro stessi a ricorrere alla censura fascista antidemocratica per motivi politici. Il danno che il PMLN e i suoi oscuri protettori hanno arrecato alla reputazione di alcune istituzioni statali, prima impeccabili, nella coscienza pubblica è ciò su cui il governo dovrebbe indagare se fosse davvero indipendente come sostiene di essere, poiché questo danneggia indiscutibilmente il Pakistan nel suo complesso.

  • Thumbnail for the post titled: Russia e Iran intendono collaborare per risolvere la crisi energetica del Pakistan

    Russia e Iran intendono collaborare per risolvere la crisi energetica del Pakistan

    Il Ministro del Petrolio iraniano Javad Owji ha rivelato mercoledì che il suo Paese e la Russia, che hanno appena firmato un patto energetico da 40 miliardi di dollari, hanno intenzione di cooperare per risolvere la crisi energetica del vicino Pakistan.

  • Thumbnail for the post titled: Il potere del popolo pakistano sconfiggerà il suo impopolare governo d’importazione

    Il potere del popolo pakistano sconfiggerà il suo impopolare governo d’importazione

    Il potere del popolo è imbattibile quando il popolo è veramente unito dietro una causa più grande di lui, come la sovranità del Paese e tutto ciò che riguarda la sua difesa esistenziale. I pakistani, sia del presente che del passato, hanno sofferto molto per preservare la loro indipendenza, duramente guadagnata, e non permetteranno che venga loro rubata da élite che hanno tradito il contratto sociale tra i cittadini e lo Stato sotto l’influenza di un partito straniero.

  • Thumbnail for the post titled: Le conseguenze del conflitto ucraino sull’Asia meridionale

    Le conseguenze del conflitto ucraino sull’Asia meridionale

    L’ultima fase del conflitto ucraino, iniziato con quella che la Russia considera una sua operazione militare speciale ma che Kiev e i suoi alleati condannano come un’invasione non provocata, ha avuto un impatto profondo sull’Asia meridionale. La conseguenza più immediata è che l’ex primo ministro pakistano Imran Khan ha affermato che l’America ha cospirato con l’opposizione per rovesciarlo con mezzi superficialmente democratici, come punizione per la sua politica estera indipendente, dopo aver incontrato casualmente il presidente russo Vladmir Putin lo stesso giorno in cui quest’ultimo ha iniziato la campagna del suo Paese in Ucraina.

  • Thumbnail for the post titled: Imran Khan riscrive la storia politica del Pakistan

    Imran Khan riscrive la storia politica del Pakistan

    È sempre una proposta sgradevole, che sia in India o in Pakistan, quando il potere politico viene usurpato da operatori di mezza tacca che organizzano defezioni da un partito al potere e un governo consolidato viene rovesciato nonostante il suo mandato di governare.
    In India, almeno finora, questi espedienti che portano a un cambio di regime a livello federale o statale non sono stati manipolati da potenze straniere, tranne forse nel caso della destituzione del primo governo comunista nello Stato meridionale del Kerala, nel lontano 1959.