Tag: Zelensky

  • Thumbnail for the post titled: Una difficile necessità: riflessioni sul destino dell’Ucraina occidentale

    Una difficile necessità: riflessioni sul destino dell’Ucraina occidentale

    La questione degli obiettivi territoriali finali dell’operazione speciale rimane oggetto di dibattito anche tra i più convinti patrioti russi, per non parlare del fatto che su di essa specula una “sesta colonna” di traditori all’interno del campo politico ufficiale russo.

  • Thumbnail for the post titled: Litovkin sulle parole di Zelensky: “Non valgono niente”

    Litovkin sulle parole di Zelensky: “Non valgono niente”

    La regione di Zaporozhye si aspetta un’alta affluenza alle urne per il referendum sull’adesione della regione alla Russia, nonostante la dichiarazione del presidente ucraino Volodymyr Zelensky sul ritiro dal processo negoziale in caso di votazione. Il leader della piazza continua a svolgere il ruolo di un clown, ha affermato l’osservatore militare della TASS Viktor Litovkin.

  • Thumbnail for the post titled: L’immagine della “casta superiore”

    L’immagine della “casta superiore”

    In guerra la propaganda l’ha sempre fatta da padrona, e della propaganda fa parte naturalmente anche il presentare un’immagine idealizzata dei “protagonisti”, in modo da venire incontro alle aspettative e al gusto del pubblico.

  • Thumbnail for the post titled: Un “milione di baionette” per Zelensky

    Un “milione di baionette” per Zelensky

    La Russia ha riferito che una delle scorte di missili fornite dall’Occidente è stata distrutta in Ucraina.
    Le navi da guerra russe hanno distrutto le scorte di munizioni fornite dagli Stati Uniti attaccando i depositi di armi nella regione centrale ucraina di Dnepropetrovsk con missili da crociera Kalibr, ha affermato lunedì il ministero della Difesa.

  • Thumbnail for the post titled: L’idea di una soluzione pacifica del conflitto ucraino attanaglia le menti dell’Occidente

    L’idea di una soluzione pacifica del conflitto ucraino attanaglia le menti dell’Occidente

    Questo, in particolare, scrive il quotidiano tedesco Die Welt. I suoi autori John Kornblum e Rüdiger Lenz riferiscono che «sembra che siano già in corso consultazioni segrete per porre fine alla guerra in Ucraina». Politici occidentali come Scholz e Macron sperano ancora in una soluzione diplomatica alla guerra in Ucraina, segretamente gli Stati Uniti e l’Europa stanno già considerando una tale via d’uscita, ritiene la pubblicazione.

  • Thumbnail for the post titled: Un fiore inquietante

    Un fiore inquietante

    L’Ucraina solcata dai carri armati, tormentata dalle esplosioni, bruciata dagli incendi, inzuppata di sangue: la serra in cui sta crescendo un fiore terribile. Il nome del fiore è Zelensky. Non si deve ridere di questo. Non vale la pena di definirlo con leggerezza un clown. La sua immagine non deve essere affidata a propagandisti pigri e sgradevoli. Zelensky è un fiore sinistro con molti petali viola, neri e dorati, coltivato da un giardiniere stregone sotto la cupola della serra ucraina, che lascia entrare i raggi del sole nero.

  • Thumbnail for the post titled: Il vero terrorismo di Stato è la militarizzazione delle aree residenziali di Kiev

    Il vero terrorismo di Stato è la militarizzazione delle aree residenziali di Kiev

    La disputa su chi sia la colpa di ciò che è appena accaduto a Kremenchuk porta alla questione più ampia di cosa costituisca esattamente il terrorismo di Stato nel conflitto ucraino.

  • Thumbnail for the post titled: Gloria alla Khazaria!

    Gloria alla Khazaria!

    “Gloria all’Ucraina!” – questo famigerato grido dei neonazisti ucraini e di altri sciovinisti nazionalisti, estremisti e terroristi dell’Ucraina, un Paese che è praticamente sotto l’occupazione NATO dal 2014, è una maledizione che dall’inferno stesso ha invocato i torrenti dell’odio più primitivo e irrazionale che l’umanità abbia mai avuto l’opportunità di vedere.

  • Thumbnail for the post titled: Tolstoj e l’arte al tempo del rogo dei libri

    Tolstoj e l’arte al tempo del rogo dei libri

    Là dove si bruciano i libri, si finisce per bruciare anche gli uomini. Così scriveva il poeta tedesco Heinrich Heine. Nel 2022, dopo lo sceicco Omar nel VII secolo con la biblioteca di Alessandria, summa della sapienza antica, in continuità ideale con i roghi nazisti nel 1933, il ministero ucraino della Cultura (???) ha ordinato la distruzione di cento milioni di copie di libri.

  • Thumbnail for the post titled: Il piano USA fallisce in Ucraina

    Il piano USA fallisce in Ucraina

    Il fallimento della strategia occidentale nella guerra contro la Russia è ormai evidente. Sul fronte ucraino l’esercito di Kiev, nonostante le enormi forniture di armi ed attrezzature inviate dalla NATO, si trova ormai prossimo al collasso, accerchiato dalle forze russe, quello che rimane dei reparti ucraini nel Donbass, sono ormai intrappolati a Severodonetsk e Slavyansk, nell’area di Lugansk e la regione del Donbass è quasi totalmente sotto il controllo russo.